Febbraio 22, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Google aggiornerà Maps per impedire alle autorità di accedere ai dati della cronologia delle posizioni

Google aggiornerà Maps per impedire alle autorità di accedere ai dati della cronologia delle posizioni

Google memorizzerà presto la cronologia delle posizioni degli utenti di Maps localmente sui loro dispositivi anziché nel cloud, un grande cambiamento che renderà più difficile per le forze dell’ordine accedere ai dati.

I controversi “ordini di geofencing” consentono alle forze dell’ordine di raccogliere i dati delle aziende tecnologiche sui telefoni cellulari che sono passati attraverso un’area specifica durante un determinato periodo di tempo. L’FBI ha utilizzato il mandato per raccogliere informazioni sulle proteste di Black Lives Matter a Seattle nell’ambito di un’indagine su un tentato incendio doloso, ad esempio.

Con preoccupazioni sulla privacy e la possibilità di salvaguardie di geofencing Trasformare chiunque fosse presente sulla scena del presunto crimine in un potenziale sospettatoPer anni Google ha subito pressioni per cambiare il modo in cui archivia la cronologia delle posizioni degli utenti. Con questo aggiornamento della mappa, che dovrebbe essere lanciato nel corso del prossimo anno, sembra che il gigante della tecnologia stia finalmente facendo qualcosa al riguardo.

“Google ha fatto un passo avanti per porre fine esplicitamente alle ricerche sui siti web” Forbes RapportiCitando un dipendente di Google “che non era autorizzato a parlare pubblicamente”.

“Siamo sempre al lavoro per dare alle persone un maggiore controllo sui propri dati”, ha affermato Marlo McGriff, product manager di Google Maps, in una dichiarazione inviata via email a Google Maps. il bordo. Google Annunciare Modifiche al post del blog di questa settimana.

La modifica si applica alla funzione cronologia di Maps, che ricorda le posizioni in cui gli utenti sono stati in precedenza. La Cronologia delle posizioni è disattivata per impostazione predefinita, ma per gli utenti che scelgono di attivarla, Google solitamente memorizza queste informazioni nel cloud. Ciò ha consentito alle autorità di contrasto di richiedere dati tramite mandati di geofencing. Ora che le cronologie delle posizioni sono archiviate sui dispositivi degli utenti, Google non avrà a disposizione quei dati aggregati da consegnare alla polizia o all’FBI.

READ  iOS 16.1.2 arriva con alcuni aggiornamenti e correzioni

Google afferma che gli utenti riceveranno una notifica quando l’aggiornamento verrà applicato ai loro account. Il cambiamento avverrà gradualmente nel corso del prossimo anno sia sulla versione Android che su quella iOS dell’app Google Maps. L’azienda sta inoltre modificando le impostazioni di eliminazione automatica, che in precedenza erano impostate su 18 mesi per impostazione predefinita. Con questo aggiornamento, l’eliminazione automatica verrà impostata su tre mesi per impostazione predefinita. Chi desidera conservare i propri dati sulla posizione quando riceve un nuovo telefono, poiché verranno salvati localmente, può eseguirne il backup sul cloud e Google li crittograferà automaticamente.

Sebbene qualsiasi azienda tecnologica possa dover rispettare un ordine di geofencing, Forbes I rapporti indicano che la maggior parte di questi ordini sono indirizzati a Google. L’anno scorso i democratici hanno inviato una lettera al CEO di Google Sundar Pichai chiedendo alla società di “smettere di raccogliere e conservare inutilmente i dati sulla posizione dei clienti”, indicando specificamente gli 11.554 ordini di geofencing ricevuti da Google nel 2020. All’epoca, erano preoccupati per la possibilità di utilizzare il diario. Per prendere di mira le persone che visitano le cliniche per aborti nel mezzo di una repressione legale sulla procedura.