Maggio 20, 2022

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Gli ucraini aspettano più di 60 ore al confine

Gli ucraini aspettano più di 60 ore al confine

Il team della CNN a terra si è unito alla coda, ma si è spostato di meno di mezzo miglio (0,8 chilometri) in 70 minuti, una media che significa che l’attraversamento del confine ha richiesto più di 60 ore. Naturalmente, i tempi di attesa possono variare.

A circa 30 miglia (48 chilometri) dal confine, alcuni ucraini sono scesi dalle loro auto e hanno iniziato un lungo viaggio in auto fino al villaggio di Medica, nel sud-est della Polonia.

Tra loro, due ragazze saltavano felici, ignare che stavano per intraprendere una passeggiata di 30 miglia.

Guardie di frontiera polacche Twitta sabato Che 45.200 persone fossero entrate nel paese dall’Ucraina solo quel giorno, alle 15:00 ora locale. La guardia ha detto che più di 121.000 persone sono entrate dall’inizio dell’invasione.

“È bello attraversare ma anche triste lasciare il mio paese in tale disperazione”, ha detto una donna dopo essere entrata in Medica nelle prime ore di sabato. Ha detto di aver preso alcune delle sue cose sentimentali dal suo appartamento di Kiev “solo per ricordarle se fosse successo qualcosa”.

Sull’autostrada M13 verso un altro punto lungo il confine, il team della CNN ha incontrato non meno di cinque posti di blocco allestiti agli ingressi delle città attraversate.

Sono state predisposte fessure di cemento, o curve a serpentina, per rallentare il traffico e, accanto alle barriere di cemento appena installate in alcuni posti di blocco, sono state assemblate pile di pneumatici destinati ad essere illuminati e fatti rotolare sulla strada nel caso in cui le truppe russe tentassero di entrare nelle città.

I rifugiati ucraini attraversano il confine con Medica, Polonia, 26 febbraio 2022.
Sabato, il vice Alto Commissario per i Rifugiati Kelly Clements ha dichiarato: Michael Holmes della CNN Più di 120.000 persone hanno lasciato il Paese e 850.000 sono sfollate interne.

“Possiamo dire che fino a 4 milioni di persone possono effettivamente attraversare il confine, se le cose continuano a deteriorarsi, cosa che hanno finora”, ha aggiunto Holmes, osservando che gli ucraini devono prendere decisioni di “vita o morte”.

READ  A Kharkiv, in Ucraina, il seminterrato è l'ultimo rifugio sicuro

Il team della Cnn ha affermato che gli ucraini diretti al confine erano per lo più donne e bambini e che si sono “arresi” per il viaggio, avendolo accettato come la loro “unica opzione”.

Gli uomini di età compresa tra i 18 ei 60 anni non possono lasciare il Paese, dopo il presidente ucraino Volodymyr Zelensky La legge marziale fu imposta dopo l’invasione russa.
Cittadini ucraini arrivano a un posto di blocco al confine tra Polonia e Ucraina, nelle prime ore del 26 febbraio.

In una stazione di servizio non lontano dal confine, la CNN ha parlato con una donna che aveva aspettato “giorni” per entrare in Polonia con il marito e due bambini piccoli, ma che ora si sta dirigendo a casa nella città ucraina di Lviv.

Le forze ucraine superiori hanno rallentato l'invasione russa in un certo numero di città

La famiglia ha cercato di fare il viaggio insieme e si è messa in fila per partire quando è stata imposta la legge marziale. Dal momento che il marito della donna aveva un permesso per lavorare in Polonia, hanno cercato di attraversare, ma il marito è stato respinto. Di fronte alla scelta di separarsi o restare insieme, decidono di rimanere in Ucraina come famiglia.

Tuttavia, gli uomini non ucraini possono partire e sono stati visti in attesa di attraversare il confine o alla stazione ferroviaria in mezzo a una folla composta principalmente da donne e bambini. Molti studenti o operatori dell’ospitalità e dei servizi.

Alcuni uomini ucraini hanno avuto più fortuna di altri, convincendo le guardie di frontiera a lasciarli partire. Uno di loro era Sergei Zalankov, e partì su un treno per la città polacca di Przemysl con sua moglie e i suoi figli.

Rifugiati ucraini alla stazione ferroviaria di Przemysl, Polonia, 26 febbraio 2022.

“La maggior parte delle persone non aveva i biglietti. Quindi hanno appena preso d’assalto il treno… Voglio dire, è stato come una fuga precipitosa”, ha detto Zalankov alla CNN. “Le persone stavano cercando di entrare, qualunque cosa accada”.

READ  Guerra per ridurre il PIL dell'Ucraina di oltre il 45%, prevede la Banca Mondiale

Alla stazione dei treni, i volontari hanno distribuito cibo e collegato le persone con posti dove stare, tra cui pensioni e una palestra scolastica. La gente si radunava e cercava di stare al caldo, ei bambini dormivano sui lettini nel corridoio. Diverse persone hanno alzato striscioni che mostravano i viaggi dei nuovi arrivati ​​in varie località della Polonia.

“C’era il caos, molte persone camminavano in giro”, ha detto Zalankov del treno, aggiungendo che nessuno aveva controllato i biglietti. “Ma voglio dire, la gente corre per scappare. La gente scappa per salvarsi la vita, quindi non li biasimo.”