Gennaio 29, 2023

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Gli astronauti completano le passeggiate nello spazio per potenziare la potenza della Stazione Spaziale Internazionale

Iscriviti alla newsletter scientifica Wonder Theory della CNN. Esplora l’universo con notizie di incredibili scoperte, progressi scientifici e altro ancora.



Cnn

La Stazione Spaziale Internazionale ha ottenuto la sua seconda spinta solare in un mese quando due astronauti della NASA hanno fatto una passeggiata nello spazio per installare un nuovo pannello solare. L’evento arriva dopo che un pezzo di spazzatura spaziale ha interferito con i piani per fare una passeggiata nello spazio mercoledì.

La NASA ha dovuto implementare un ritardo di 24 ore in modo che la stazione spaziale potesse accendere i suoi propulsori per allontanarsi dai detriti, che sono stati identificati come parte di Vecchio missile russo. Chiudere le collisioni nello spazio Pettegolezzopoiché l’orbita terrestre bassa – la regione in cui orbita la Stazione Spaziale Internazionale – sta diventando sempre più affollata di satelliti e spazzatura spaziale.

“L’equipaggio non è in pericolo immediato”, ha osservato la NASA in un post sul blog mercoledì.

La passeggiata spaziale è stata lanciata giovedì intorno alle 8:30 ET ed è durata circa sette ore.

Gli astronauti della NASA Josh Casada e Frank Rubio hanno installato un nuovo pannello solare, chiamato iROSA, fuori dal laboratorio galleggiante. Rubio funge da Extravehicle 1 e indossa un abito con strisce rosse, mentre Casada indossa un abito bianco non contrassegnato come Extravehicle 2.

L’array solare si è schierato intorno alle 14:00 ET, completando l’obiettivo principale della passeggiata spaziale. Rubio e Casada sono tornati alla camera di equilibrio della ISS, concludendo l’evento, dopo circa un’ora.

Casada e Rubio hanno effettivamente installato un pannello solare fuori dalla stazione spaziale durante la passeggiata spaziale del 3 dicembre. I primi due iROSA sono stati schierati fuori dalla stazione nel giugno 2021. Il piano è di aggiungere sei cluster, che probabilmente aumenteranno la generazione di energia della stazione spaziale di oltre il 30% una volta che saranno tutti operativi.

Altri due array sono stati consegnati alla stazione spaziale il 27 novembre a bordo della missione di rifornimento commerciale 26 di SpaceX Dragon, che ha anche Ha portato semi di pomodoro nano e altri esperimenti al laboratorio orbitante. Arrotolati come un tappeto, gli array pesavano 750 libbre (340 kg) ciascuno.

Il pannello solare installato giovedì aumenterà la capacità in uno degli otto canali di alimentazione della stazione spaziale, situati sull’ingranaggio di sinistra. Durante il webcast della passeggiata spaziale, un commentatore della NASA ha confermato che l’iROSA appena installato sta effettivamente generando energia per la Stazione Spaziale Internazionale.

Il pannello solare, completamente smontato, è lungo circa 63 piedi (19 m) e largo 20 piedi (6 m).

I pannelli solari originali sulla stazione spaziale sono ancora funzionanti, ma forniscono energia da oltre 20 anni e mostrano segni di usura. Dopo un’esposizione prolungata all’ambiente spaziale. Gli array sono stati originariamente progettati per durare 15 anni.

L’erosione può essere causata dai propulsori, che provengono sia dai propulsori della stazione che da quelli dell’equipaggio e dei veicoli merci che vanno e vengono dalla stazione, nonché da piccoli detriti di meteoriti.

I nuovi pannelli solari sono posizionati davanti ai pannelli originali. È un buon test perché le apparecchiature che utilizzano questo stesso design alimenteranno parti del previsto avamposto lunare Gateway, che aiuterà gli umani a tornare sulla Luna Programma Artemis della NASA.

I nuovi array avranno un’aspettativa di vita simile di 15 anni. Tuttavia, poiché si prevedeva che il degrado nelle matrici originali fosse peggiore, il team monitorerà le nuove matrici. Per testare la sua longevità in quanto potrebbe durare più a lungo.

Mentre le passeggiate spaziali statunitensi continuano, i voli russi dei cosmonauti a bordo della stazione spaziale devono ancora essere sospesi Rilevamento di perdite di refrigerante Veicolo spaziale Soyuz MS-22che è ancorata nella parte russa della stazione spaziale.

La perdita è stata trovata il 14 dicembre prima di una passeggiata spaziale russa pianificata, quando il liquido ha iniziato a fuoriuscire dalla navicella Soyuz.

Il circuito del refrigerante dell’intercooler esterno di Soyuz è la fonte sospetta della perdita, secondo un rapporto del 15 dicembre Aggiornare dalla NASA.

Mentre l’equipaggio della stazione spaziale è rimasto al sicuro, le indagini sulla fuga di notizie sono ancora in corso. Durante una conferenza stampa giovedì, il responsabile del programma della Stazione spaziale internazionale della NASA, Joel Montalbano, ha dichiarato che non è ancora chiaro cosa abbia causato il buco di 4 millimetri nella navicella, anche se potrebbe essere un pezzo di detriti mobili o un problema hardware.

La NASA e la sua controparte russa Roscosmos stanno ancora valutando se il veicolo spaziale è sicuro per trasportare un equipaggio.

La Soyuz MS-22 della NASA ha trasportato Rubio e due cosmonauti russi alla stazione spaziale il 21 settembre e avrebbero dovuto riportarli sulla Terra a marzo.

READ  La disintegrazione planetaria, l'ammasso stellare di Ercole e la lira della costellazione