Giugno 23, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Gli agricoltori europei arrabbiati per le politiche climatiche potrebbero influenzare le elezioni del Parlamento europeo: NPR

Gli agricoltori europei arrabbiati per le politiche climatiche potrebbero influenzare le elezioni del Parlamento europeo: NPR

Anthony Lee si trova davanti al suo fienile nella fattoria di famiglia nello stato tedesco della Bassa Sassonia. Lee è stato un critico schietto delle politiche dell’UE sul cambiamento climatico ed è stato un leader del movimento di protesta degli agricoltori europei. È candidato al Parlamento europeo per il partito di destra dell’Elettore Libero e il suo canale YouTube ha più di 24 milioni di visualizzazioni.

Rob Schmitz/NPR


Nascondi didascalia

Attiva/disattiva didascalia

Rob Schmitz/NPR

HANNOVER, Germania – L’anno scorso, Anthony Lee ha ricevuto una lettera dal Ministero dell’Agricoltura dello stato tedesco della Bassa Sassonia, dove gestisce l’azienda agricola di famiglia. La lettera lo informava che un albero era caduto sulla sua terra, eliminando il potenziale agricolo di poche centinaia di metri quadrati di campi di barbabietola da zucchero, e quindi il suo sussidio agricolo annuale sarebbe stato ridotto dell’equivalente di circa 10 dollari.

“Ogni tre giorni i satelliti sorvolano le nostre proprietà e i nostri campi”, mi racconta indicando il cielo. “E poi ogni agricoltore deve scaricare un’app e riceviamo messaggi di testo che dicono:” Nel tuo campo, in quel giorno, qualcosa non va. Scatta una foto e inviacela. Ecco quanto è pazzesco adesso.

L’agricoltura del XXI secolo in Europa significa trattori dotati di GPS, regole ispirate ai cambiamenti climatici e rotazioni delle colture monitorate da telecamere nello spazio.

“Se un’immagine satellitare ti mostra o mostra al governo che qualcosa non va, se dici che coltiviamo grano e [instead] “Se pianti mais, automaticamente invii loro un messaggio che qualcosa non va”, dice Lee. “Oppure se prendi il fertilizzante [at] Un certo tempo non ti è concesso, oppure se ari il campo, francamente si parla di non arare”.

Lee, candidato alle elezioni del Parlamento europeo di questa settimana, è un portavoce dell’Associazione tedesca degli agricoltori, che ha organizzato le proteste degli agricoltori.

Dice di aver cominciato a sentire che lo stato stava lentamente prendendo il controllo della sua fattoria. Non è solo.

READ  I viaggiatori ora possono andare in Giappone, ma i turisti nazionali rimangono al centro dell'attenzione

Finora quest’anno gli agricoltori di tutta Europa hanno organizzato più di 4.000 proteste, Aumento del 300%.nell’ultimo anno, secondo la società globale di dati sui rischi Verrisk Maplecroft. Sono arrabbiati per le nuove normative ambientali, la rimozione dei sussidi e le importazioni agricole a basso costo che non soddisfano lo stesso livello di requisiti per il cibo che producono. Mentre questa settimana nell’Unione Europea si terranno le elezioni parlamentari. Sondaggi Gli analisti si aspettano uno spostamento a destra. Gli agricoltori vocali possono rivelarsi una forza potente per influenzare il voto.

Gli agricoltori parcheggiano i loro trattori vicino al Parlamento europeo durante una protesta organizzata martedì da diverse associazioni di agricoltori europei a Bruxelles.

Gli agricoltori parcheggiano i loro trattori vicino al Parlamento europeo durante una protesta organizzata martedì da diverse associazioni di agricoltori europei a Bruxelles.

Dursun Aydemir/Anadolu tramite Getty Images


Nascondi didascalia

Attiva/disattiva didascalia

Dursun Aydemir/Anadolu tramite Getty Images

Armati di barbabietole e letame

I funzionari europei hanno fissato l’obiettivo di ridurre le emissioni di gas serra del 100%. Più di metà Entro il 2030, dicono gli scienziati, diventerà l’Europa Riscaldamento più rapido continente su questo pianeta. Ma l’Unione Europea ha indebolito o rinviato alcune proposte di politica agricola come concessione agli agricoltori che protestavano.

Molte manifestazioni sono diventate violente, come le proteste di febbraio e marzo a Bruxelles, sede del governo dell’Unione Europea. Gli agricoltori hanno lanciato barbabietole contro la polizia e poi hanno spruzzato fertilizzante liquido prima che la polizia rispondesse con gas lacrimogeni e idranti.

“Voglio dire, nel caso degli agricoltori europei, stiamo parlando di agricoltori relativamente piccoli che sono bravi a coltivare”, afferma Alan Matthews, professore in pensione di politica agricola europea al Trinity College di Dublino.

“Ma ora chiediamo loro di essere – oltre ad essere agricoltori e, ovviamente, direttori finanziari – chiediamo loro di essere in parte ecologisti e in parte ambientalisti”, afferma Matthews. “Hanno bisogno di sapere come stanno influenzando le emissioni di gas serra. Quindi c’è tutta una serie di obblighi e requisiti aggiuntivi, se vuoi, che chiediamo agli agricoltori di rispettare”.

READ  Guerra in Ucraina: Zelenskyj afferma che la situazione a Bakhmut sta peggiorando

Secondo il rapporto dell’UE, l’agricoltura contribuisce per il 10% alle emissioni totali di gas serra dell’UE, principalmente attraverso il metano e il protossido di azoto. Commissione europea.

Dalle marce contro il cambiamento climatico alle proteste contro le leggi sul clima

Nelle ultime elezioni del Parlamento europeo del 2019, i politici filo-ambientalisti del Partito Verde hanno ottenuto la loro performance migliore tra le massicce proteste guidate dagli studenti in tutto il mondo per l’azione contro il cambiamento climatico. Ora il pendolo può oscillare.

Matthews afferma che il movimento di protesta degli agricoltori in tutta Europa nei mesi precedenti le elezioni gli ricorda le manifestazioni sul cambiamento climatico scoppiate intorno al voto precedente. “Ora abbiamo proteste contadine piuttosto che proteste giovanili in vista delle elezioni europee”, osserva Matthews. “Ma penso che le proteste stesse probabilmente avranno un effetto simile” – al contrario.

Matthews vede il pendolo oscillare Progetto di agenda strategica quinquennale Pubblicato dal Consiglio Europeo, il massimo organo decisionale dell’Unione Europea. L’ultima agenda quinquennale prevedeva la transizione verso un’Europa più verde e sostenibile, e “tutto quel linguaggio è scomparso dall’attuale bozza della prossima agenda strategica”, afferma Matthews. “L’attenzione si concentra maggiormente sulla competitività, sulla sovranità e sulle questioni commerciali, che si riflettono anche nell’agenda alimentare e agricola”.

Questo cambiamento ha allarmato molti politici attenti all’ambiente. Michael Bloss, un membro tedesco del Parlamento dell’Unione Europea per il Partito Verde, afferma che prendere tempo sulle politiche sul cambiamento climatico per placare le proteste degli agricoltori è un passo indietro. “Ciò è dannoso per la politica ambientale”, afferma. “Il loro settore non è completamente regolamentato in termini di clima, quindi non possono essere le politiche climatiche a farli arrabbiare. Ma certamente stiamo lottando con loro per ottenere prezzi migliori per la loro produzione. Ma qui non sono i Verdi ad essere responsabili i grandi rivenditori che non danno loro abbastanza per i loro prodotti.

READ  Zelensky avverte l'Europa di non abbandonare la "routine" della guerra, esorta i leader a scegliere una città per aiutare a ricostruire

Per l’agricoltore Li, i bassi prezzi dei prodotti rappresentano un ulteriore problema, motivo per cui si è rivolto ad altre fonti di reddito, come un piccolo hotel e una birreria all’aperto che ha costruito nella sua fattoria per attirare i turisti nella zona.

Ma Lee sostiene che il problema più grande risiede nello stesso Partito dei Verdi. “Si tratta sicuramente di un programma per sbarazzarsi delle piccole imprese agricole”, afferma riferendosi alle politiche del Partito Verde. “Ci dicono il contrario. Le prime aziende agricole a fallire sono le piccole aziende agricole perché non riescono ad adattarsi a questo sistema”.

La fattoria di Anthony Lee in Bassa Sassonia, Germania.

La fattoria di Anthony Lee in Bassa Sassonia, Germania.

Rob Schmitz/NPR


Nascondi didascalia

Attiva/disattiva didascalia

Rob Schmitz/NPR

Lee è andato su YouTube per esprimere le sue lamentele, dov’era Centinaia di video Ha più di 24 milioni di visualizzazioni combinate.

È candidato al Parlamento europeo per il partito di destra degli elettori liberali. Ha attratto L’attenzione dei media Per incolpare i politici di voler espropriare le terre degli agricoltori per costruire alloggi per i rifugiati, un’affermazione per la quale non ha fornito prove.

Lee ignora queste critiche, affermando di non appartenere all’estrema destra. Dice di essere semplicemente un agricoltore di famiglia che vuole che l’UE restituisca maggiori poteri decisionali a coloro che lavorano la terra e nutrono l’Europa.

Esme Nicholson ha contribuito a questo rapporto da Berlino.