Luglio 20, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Considera questo da NPR: NPR

Considera questo da NPR: NPR

I palestinesi attraversano la devastazione causata dall’attacco israeliano al campo profughi di Jabalia nella Striscia di Gaza all’inizio di quest’anno.

Mahmoud Issa/AFP


Nascondi didascalia

Attiva/disattiva didascalia

Mahmoud Issa/AFP

I palestinesi attraversano la devastazione causata dall’attacco israeliano al campo profughi di Jabalia nella Striscia di Gaza all’inizio di quest’anno.

Mahmoud Issa/AFP

Stai leggendo la newsletter Think About This, che ogni giorno presenta una notizia importante. Iscriviti qui Per riceverlo nella tua casella di posta, scopri di più da Considera questo podcast.

1. L'obiettivo finale di Netanyahu.

Il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu ha avuto un obiettivo dichiarato da quando Israele ha iniziato la sua campagna militare a Gaza sei mesi fa: ottenere una “vittoria” completa su Hamas ed eliminarla. Lo scorso febbraio Netanyahu ha definito la vittoria la chiave per la pace e la sicurezza in Israele.

Ma alcuni esperti – come l’ambasciatore Dennis Ross, ex inviato americano in Medio Oriente – hanno avvertito che eliminare completamente Hamas, o qualsiasi gruppo terroristico, è difficile.

Secondo il Ministero della Sanità palestinese, finora sono stati uccisi 33.000 palestinesi, tra cui 13.000 bambini. Alcuni geopolitici, come H. A. Heller del Carnegie Endowment for International Peace, credono che se questo numero continua a crescere, aumenterà anche la probabilità che gruppi come Hamas diventino più estremisti.

2. Come le ideologie trovano modi di vivere.

Ross cita la risposta dell'esercito americano all'Isis negli anni 2000 come esempio di quanto sia difficile sconfiggere un'idea. Ha detto alla NPR che gli Stati Uniti sono stati in grado di sconfiggere militarmente il gruppo, ma non è possibile liberarsi di questa convinzione.

READ  I piani di Rishi Sunak per limitare gli studenti stranieri al controllo dell'immigrazione: relazione

“Abbiamo ancora 3.000 soldati in Iraq per una ragione, ovvero per impedire il ritorno dell'Isis. Abbiamo 900 soldati in Siria per impedire il ritorno dell'Isis. Il fatto è che oggi ci sono sacche di Isis, perché l'Isis come idea non è ancora emerso.” È stato eliminato”, ha detto.

3. L'impatto della campagna israeliana sulla sua sicurezza.

Heller non crede che la campagna militare israeliana sia vicina al raggiungimento del suo obiettivo.

Ha detto: “Non penso che sia possibile distruggere Hamas. Penso che, nella migliore delle ipotesi, si possa indebolire radicalmente la sua capacità militare. Non sono sicuro che sia proprio quello che sono stati in grado di fare negli ultimi sei mesi. ” NATIONAL PUBLIC RADIO, RADIO PUBBLICA.

Heller aggiunge che l'attuale situazione tra Israele e Hamas potrebbe portare ad alimentare l'estremismo.

“Con il numero di morti civili al livello attuale, penso che Hamas avrebbe già molte persone disposte a reclutare per difendersi da ulteriori attacchi israeliani”, ha detto.

Ha aggiunto: “Niente di tutto ciò mira a fermare l'escalation di ciò che sta accadendo. Al contrario, è un'escalation dopo l'escalation”.

  • Per saperne di più su come ciò influisce sulla percezione di Israele e degli Stati Uniti nella comunità internazionale, ascolta la trascrizione completa Considera questo Episodio podcast.

Per ricevere episodi di Think About This senza sponsor, iscriviti a Think About This+ tramite Apple Podcasts o su plus.npr.org. Inviaci un'e-mail a Considera this@npr.org.

Questo episodio è prodotto da Junaki Mehta e Avery Keatley. A cura di Courtney Durning. Il nostro produttore esecutivo è Sami Yenigün.