Aprile 23, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Cinque punti salienti della vittoria dominante del basket UVA su Miami

Cinque punti salienti della vittoria dominante del basket UVA su Miami

La squadra di basket dei Virginia Cavaliers ha ottenuto una vittoria complessiva per 60-38 su… Uragani di Miami Stasera in prima serata su ESPN. La mania ha regnato dall'inizio alla fine, su entrambe le estremità del campo. La vittoria è stata la settima consecutiva della Virginia e la 23esima consecutiva in casa. Le vittorie consecutive contro Clemson e Miami dimostrano che la Virginia può gestire i migliori attacchi della conferenza. Ecco cinque punti salienti della grande vittoria degli Hoos.

La difesa della Virginia blocca la flotta di guardie di Miami

L'allenatore Jim Larranaga ha riportato i Miami Hurricanes sulla mappa negli ultimi anni, in gran parte grazie alle loro eccezionali guardie. Stasera, Virginia ha fatto sembrare questo tandem di guardia un'unità dei Patriots. Miami è andata 2-20 nei tentativi da tre punti, ha tirato solo 14-49 come squadra e ha segnato 38 punti, il minimo stagionale (Miami ha una media di 80,8 punti a persona).

Nigel Back, la guardia veterana di Miami, è stato mantenuto a due punti e non ha realizzato field goal. Norchad Omer è stato l'unico Hurricane in doppia cifra con 11 punti.

Ogni guardia della Virginia, dall'alto verso il basso, ha catturato l'intensità difensiva in questo incontro dei pesi massimi. Isaac McNeely ha intercettato un passaggio alla fine del primo tempo, rubando una palla vagante per chiudere il tempo. Dante Harris, il giocatore più basso nel roster della Virginia, ha registrato un blocco e un recupero. Non era solo il one-man show di Rhys Beckman.

Verso marzo, la capacità della Virginia di limitare le guardie avversarie sarà essenziale. A marzo i Rangers vincono le partite. Ci vorrà uno sforzo unificato per garantire e aumentare l’intensità negli incontri chiave lungo il percorso. Il successo di oggi di Mania ha dimostrato che sono in grado di controllare uno dei gruppi di vigilanti più coerenti del paese.

READ  Gli Yankees rinunciano a Harrison Bader, secondo la fonte: New York farà spazio a Jason Dominguez, Austin Wells?

I seggi in Virginia stanno vincendo

I sostituti sono stati brillanti nella vittoria di stasera. Hanno combinato per 23 punti con i grandi contributi di Jake Groves (12 punti) e Blake Buchanan (6 punti, 2 stoppate, un recupero). La produzione in panchina non è sempre stata affidabile per i Mania, ma stasera la panchina è stata impressionante, dando il massimo in entrambi i tempi.

Coinvolgere i giocatori e uscire dalla panchina fornisce la scintilla che accende la fiamma. La dipendenza di Virginia dalla profondità ha creato nove o dieci giocatori che possono fare la differenza nelle partite più importanti. A marzo, questo darà ai Cavaliers un enorme vantaggio soprattutto nei turni molto brevi nei tornei ACC e NCAA.

Nelle vittorie forti come stasera, è facile sostituire frequentemente e inserire tutte le diverse opzioni di panchina. La domanda più grande per Virginia sarà quali cinque saranno coinvolti nelle partite ravvicinate alla fine della stagione. Al di fuori di Beckman, McNealy e Dunn, il tempo di gioco è cambiato notevolmente da una partita all'altra. Gli Hoos devono individuare i cinque o sei titolari che possono portare a termine il lavoro a fine partita in modo che possano essere veramente pronti per marzo.

La mancanza di palle perse mantiene a galla l'attacco degli Hoos

Anche nel mezzo di queste sette vittorie consecutive, l'attacco di Virginia non è stato particolarmente buono. Secondo il sistema di misurazione di Per Bart Torvik, si collocano all'80esimo posto nella nazione per efficienza offensiva in quell'arco di tempo (141esimo in stagione). Tuttavia, una cosa che hanno fatto molto bene è stata limitare le palle perse.

Le squadre di Bennett si prendono sempre molta cura della palla, ma ultimamente questa squadra è stata eccezionale nel prendere decisioni sicure e intelligenti in attacco. Stasera gli Hoos hanno commesso solo 3 palle perse contro Miami. L'attacco non è stato sempre eseguito bene, ma non hanno dato a Miami alcun aspetto di transizione facile al di fuori delle brutte palle perse.

READ  Aggiornamento di Mary Lou Retton: cosa sapere sulla condizione che ha portato la ginnasta olimpica a "combattere per la sua vita"

Al contrario, la difesa della Virginia continua a ribaltare gli avversari a un ritmo elevato. Vincere costantemente la battaglia per il turnover compensa la siccità in attacco. Nella partita di stasera, i Cavaliers hanno messo a segno tre salti consecutivi da oltre 10 punti, ribaltando Miami e traendone vantaggio dall'altra parte. 15 punti di turnover non sono una cosa da trascurare.

La collezione BIG lo fa

Nelle ultime partite, Tony Bennett ha iniziato a utilizzare una formazione completa, con Ryan Dunne al terzo posto. Dunn è quasi sempre in coppia con Jake Groves al 4, per sopperire alla mancanza del tiro da tre con Dunn sulla fascia. A cinque minuti dall'inizio del primo tempo con Rhys Beckman in panchina, Bennett ha schierato la GRANDE formazione e gli Hoos si sono portati in vantaggio per 10-2.

Questa formazione non vede più di 5-10 minuti a partita, ma a questo punto sembra che sia un piccolo problema destinato a restare. Il terzo down è stata una delle posizioni più incoerenti della Virginia in questa stagione. La combinazione di Andrew Rudd, Leon Bond e Tyne Murray ha mostrato lampi, ma mancava abbastanza stabilità per ispirare vera fiducia. Con Dunn che gioca per un po' da 3, gli Hoos aggiungono una lunghezza ridicola alla loro difesa, un vero vantaggio in rimbalzo e un aspetto diverso per i tiri contro le difese avversarie.

A questo punto, la rotazione di nove giocatori della Virginia si è ampliata abbastanza da provare diverse combinazioni di formazioni in ogni partita. Mentre i Cavaliers si preparano ad affrontare alcune grandi squadre di talento come UNC e Duke, sarà interessante monitorare la frequenza con cui tireranno fuori la loro formazione a tutta altezza.

READ  Guarda la diretta della seconda giornata

Reece Beckman dovrebbe far parte della prima squadra dell'ACC

Reece Beekman non ha gli stessi numeri di punteggio di alcune delle altre migliori guardie dell'ACC, ma a questo punto è senza dubbio una guardia dell'All-ACC della prima squadra. È il catalizzatore di tutto ciò che Virginia fa in attacco e in difesa. I Cavaliers sono al secondo posto nell'ACC grazie a Reece Beckman. Stasera contro Miami, Beckman ha segnato 16 punti, 7 assist e 4 rimbalzi.

È senza dubbio la migliore guardia difensiva della conferenza e sarebbe difficile trovare un passante migliore. Durante la serie di vittorie consecutive di Virginia, ha segnato una media di 15 punti a persona, 6,7 assist e più di 3 palle recuperate. Ha alzato il livello quando contava di più.

Quando la stagione stava andando nella direzione sbagliata per gli Hoos, Beckman si fece avanti per guidare questa squadra di volti nuovi e trasformarli in una squadra ACC di alto livello. Solo RJ Davis dell'UNC ha avuto un impatto uguale su questa fiorente squadra ACC. Beckman ha chiuso un gran numero dei migliori dell'ACC, da Judah Mintz, a Nigel Back, a DJ Horn. Avrà l'opportunità di consolidare il suo status di miglior playmaker dell'ACC affrontando RJ Davis e Jeremy Roach di Duke.

In definitiva, il premio in sé non è troppo insignificante, ma i fan della Virginia devono apprezzare e riconoscere quanto grande sia stato Beckman in questa stagione. Se i Cavaliers trovassero un modo per estrarre un po’ di quella magia di marzo, Beckman dovrebbe diventare una delle migliori guardie che abbia mai indossato la maglia blu e arancione.