Maggio 19, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Cinque punti salienti della vittoria dell'Indiana sul Michigan State – Indoor

Cinque punti salienti della vittoria dell'Indiana sul Michigan State – Indoor

L'Indiana ha concluso la stagione regolare con una vittoria per 65-64 sullo Stato del Michigan domenica pomeriggio all'Assembly Hall. La vittoria ha portato gli Hoosiers a 18-13 complessivi e 10-10 nei Big Ten.

Ecco cinque punti salienti della vittoria sugli Spartans:

Un'altra prestazione dominante di Kel'el Ware

Kel'el Ware ha concluso la sua impressionante seconda stagione con la sua migliore partita contro il Michigan State.

Il 7 piedi di North Little Rock, Arkansas, è stato dominante su entrambe le estremità del campo per 37 minuti.

Ware ha segnato 28 punti, il record della sua carriera, ha preso 12 rimbalzi, ha fatto due assist e ha bloccato due tiri. La sua protezione del cerchio è servita da deterrente per tutta la partita, poiché gli Spartans hanno avuto difficoltà a ottenere un aspetto pulito nella vernice a causa della sua lunghezza.

Nonostante abbia faticato per tutta la partita dalla linea di tiro libero – ha concluso 1 su 6 – Ware ha effettuato il tiro libero più importante della serata portando gli Hoosiers in vantaggio con meno di 18 secondi rimasti.

Ware ha concluso la stagione regolare con la migliore percentuale di field goal effettiva nella conferenza (66,2). Ha anche guidato i Big Ten nella percentuale di rimbalzi difensivi, è stato quarto nella percentuale di stoppate e ha avuto la terza migliore percentuale di field goal da due punti.

Tuttavia, Weir si rifiutò di ammettere di aver dimostrato che i suoi dubbiosi si sbagliavano.

“C'è sempre altro da dimostrare”, ha detto Weir dopo la partita. “Quindi non sento di aver ancora dato prova di me stesso.”

READ  Le migliori stelle del tennis russo si pronunciano contro la guerra in Ucraina

Gli Hoosiers corrono subito in vantaggio, ma la perdita di Trey Galloway cancella lo slancio

L'Indiana è uscita con molta energia nell'ultima partita della stagione regolare. La partenza è stata così buona che Tom Izzo non ha aspettato il primo timeout mediatico per chiamare un timeout.

Indiana ha costruito un vantaggio di 9 punti sul 12-3, costringendo Izzo a utilizzare un timeout al 15:10.

Quella pausa non ha aiutato a spostare lo slancio mentre gli Hoosiers hanno portato il vantaggio sul 20-5 su una tripla di Mackenzie Mgbako al 13:14.

Ma una volta che Trey Galloway, che indossava una ginocchiera, ha lasciato la pista al 12:54, lo slancio è cambiato per il resto del tempo.

Il Michigan State ha superato gli Hoosiers 24-14 nelle ultime 12:15 iniziando la partita entro cinque all'intervallo.

Galloway, una parte importante della squadra dell'Indiana su entrambe le estremità del campo, non è tornato in gioco. L'Indiana ha prevalso nonostante abbia ottenuto solo sette minuti da Galloway e otto punti totali dalle sue guardie – cinque dei quali provenivano da Galloway – il che ha reso la vittoria ancora più impressionante.

L'Indiana ha controllato il gioco nell'area pitturata

Gli Hoosiers hanno segnato sei triple, molte delle quali sono arrivate in momenti cruciali, ma questa partita è stata vinta nell'area riservata.

L'Indiana ha battuto il Michigan State 40-22 nella vernice. Gli Hoosiers hanno vinto anche la battaglia a punti della seconda possibilità, 12-9, senza mai lasciare che gli Spartans si sentissero a proprio agio sul ferro.

Il trio di Weir, Malik Reno e Mackenzie Mgbako ha segnato 57 dei 65 punti dell'Indiana.

READ  I Boston Bruins firmano Mitchell Miller nonostante la condanna per aver aggredito un compagno di classe nero

Il gioco post-gioco del Michigan State è stato quasi invisibile statisticamente.

Non importa chi Ezzo ha postato in questo post; La produzione era scarsa.

Xavier Booker ha iniziato e ha giocato sette minuti e non ha registrato una sola statistica se non un tiro sbagliato. Carson Cooper è uscito dal campo solo 1 su 3 e ha preso sette rimbalzi in 17 minuti. Jackson Koehler è andato a reti inviolate in 14 minuti e ha preso due rimbalzi. Mady Sissoko ha giocato sei minuti e ha commesso quattro falli.

Gli Hoosier non avevano una risposta per Tyson Walker

Dopo aver lottato per settimane con un infortunio all'inguine, Tyson Walker sembrava in buona salute domenica pomeriggio.

Walker era una guardia del quinto anno che vinse quasi da solo la partita per gli Spartans.

La guardia alta 6 piedi 1 ha concluso con un record di 30 punti tirando 11 su 21 dal campo. Ha effettuato quattro dei suoi otto tentativi da tre punti e ha ottenuto tre assist, tre palle recuperate e nessuna palla persa in 37 minuti.

Non importava chi gli Hoosiers lanciassero a Walker sulla difensiva, non ha funzionato.

Anche se l'assenza di Galloway è stata un grosso problema a livello offensivo poiché può creare attacco per gli altri, è mancato anche a livello difensivo. Anche se Walker è stato caldo per gran parte del secondo tempo e probabilmente non aveva importanza chi lo stava proteggendo, avere la lunghezza di Galloway su di lui potrebbe essere stato utile per rendere alcuni dei suoi tiri più impegnativi.

Fortunatamente per l'Indiana, Galloway ha detto nel suo discorso post partita che ha intenzione di tornare per il Big Ten Tournament a Minneapolis.

READ  Le stelle superano il selvaggio nel gioco 2 fino alla sequenza in cui Fleury fa oscillare un canestro del Minnesota

L'Indiana ha mostrato la sua lotta concludendo la stagione regolare con una serie di quattro vittorie consecutive

Dopo aver perso quattro partite consecutive contro Purdue, Northwestern, Nebraska e Penn State, la stagione dell'Indiana sembrava essere andata fuori dai binari.

Ma agli Hoosiers va riconosciuto il merito di aver terminato la stagione regolare con quattro vittorie consecutive e di aver segnato .500 nei Big Ten.

Nel complesso, la stagione dell'Indiana è stata una delusione. Con un punteggio complessivo di 18-13, n. 86 in KenPom e n. 93 nella classifica NET della NCAA, gli Hoosiers non sono vicini alla realizzazione del torneo NCAA.

Tuttavia, Mike Woodson, lo staff tecnico e i giocatori meritano il merito di aver terminato bene la stagione regolare. Proprio quando le cose sembravano cupe, gli Hoosiers sono riusciti a riportare lo slancio in una direzione positiva.

“Penso che questa sia una squadra diversa diretta verso la fine”, ha detto Xavier Johnson dopo la partita. “La vecchia squadra due partite fa probabilmente avrebbe lasciato. Non penso che prendiamo bene i colpi. Ma ora penso che li prendiamo bene. Vogliamo reagire e vincere le partite”.

“Siamo arrivati ​​al punto in cui è marzo.”

Inviato a: Kel'el Ware, Michigan State Spartans