Maggio 29, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Xi Jinping mette alla prova i limiti dell’amicizia con Putin durante una visita di stato in Russia

Xi Jinping mette alla prova i limiti dell’amicizia con Putin durante una visita di stato in Russia

Alcuni giorni dopo che Vladimir Putin è stato colpito da un mandato di arresto internazionale per presunti crimini di guerra in Ucraina, la prima visita di stato di Xi Jinping a Mosca in quattro anni è una testimonianza dell’impegno del leader cinese nei confronti del presidente russo, ma è anche destinata a mostrare linee rosse riguardo Will: L’anno scorso, la coppia ha chiamato “Partnership Without Borders”.

Putin, che si è recato con aria di sfida nel territorio ucraino occupato nel fine settimana a seguito del mandato della Corte penale internazionale, spera che la visita di tre giorni di Xi da lunedì legittimerà la sua invasione dell’Ucraina e che la Cina possa garantire un sostegno materiale per aiutare i suoi militari a combatterla. .

Ma ci sono segnali che Xi rimarrà vigile sui potenziali costi dell’amicizia con il leader russo, specialmente in Europa, dove Pechino sta cercando di incrementare il commercio dopo che la sua politica sul coronavirus ha devastato la sua economia lo scorso anno. E nonostante gli avvertimenti degli Stati Uniti secondo cui la Cina sta valutando l’invio di armi alla Russia, finora ci sono poche prove di significativi flussi di armi tra i due paesi.

Dopo il suo viaggio a Mosca, il presidente russo potrebbe nominare il nemico di Putin, il presidente ucraino Volodymyr Zelensky, secondo una persona a conoscenza della questione. Sarebbe il primo contatto diretto tra Xi e Zelensky dopo la vera e propria invasione e un segno dei limiti che la Cina vede sulla sua alleanza con la Russia, in un momento in cui Pechino vuole affermare le proprie credenziali di potenziale pacificatore.

“Penso che farà la chiamata”, ha detto Yu Ji, ricercatore senior per la Cina nel programma Asia e Pacifico presso Chatham House. “La Cina semplicemente non può diventare un concorrente sia degli Stati Uniti che dell’Europa”.

Gli stretti rapporti di Pechino con Mosca nonostante la guerra, definita dagli analisti “neutralità filo-russa”, stanno danneggiando la sua posizione in Europa. Mentre il documento di posizione della Cina il mese scorso su un possibile accordo in Ucraina è stato accolto con scetticismo in Occidente, è un modo per Pechino di riposizionarsi e vedere come si sviluppa il conflitto, affermano gli analisti.

READ  La messa al bando francese dell'abaya nelle scuole suscita applausi e critiche

La sfida per Xi è bilanciare queste preoccupazioni con i vantaggi di legami più stretti con Mosca in un momento di accresciute tensioni con gli Stati Uniti e i suoi alleati.

ha affermato Alexander Korolev, esperto di relazioni Cina-Russia presso l’Università del New South Wales a Sydney.

Ha aggiunto che “la Cina avrà bisogno della Russia nel suo imminente confronto con gli Stati Uniti, che è diventato molto reale”, riferendosi alle strette relazioni militari tra i due Paesi e alla necessità che Pechino prepari rotte alternative per gli approvvigionamenti energetici in caso di importazioni di petrolio trasportate via mare dal Medio Oriente. È stato vietato in qualsiasi scontro con gli Stati Uniti su Taiwan.

Con l’Europa e gli Stati Uniti che hanno imposto dure sanzioni alla Russia, il commercio della Cina con il suo vicino è aumentato vertiginosamente nell’ultimo anno, balzando del 34,3% a un record di 1,28 trilioni di renminbi, secondo i cinesi. Media controllati dallo Stato. Quest’anno, le importazioni di gas naturale dalla Russia dovrebbero aumentare di un terzo.

Il commercio con Pechino ha dato alla Russia un’ancora di salvezza economica, compensando alcune mancate vendite di petrolio negli Stati Uniti e in Europa e fornendo sostituzioni per componenti occidentali critici come microchip, apparecchiature di quinta generazione e macchinari industriali.

“[The Chinese] Comprendiamo che questo è un momento molto vantaggioso per loro per spingere la Russia più a fondo nelle loro tasche. “Hanno un’influenza enorme”, ha detto Alexander Gabov, membro anziano del Carnegie Endowment for International Peace.

L’inquadramento della guerra da parte di Putin come parte di un conflitto più ampio con l’Occidente ha avvicinato i due paesi. Gli analisti affermano che la Russia è un partner utile negli sforzi della Cina per respingere l'”egemonia” degli Stati Uniti. Il potente segretario del Consiglio di sicurezza russo Nikolai Patrushev ha dato il suo pieno sostegno alla posizione di Pechino su Taiwan quando ha incontrato il massimo diplomatico cinese Wang Yi il mese scorso.

READ  Come Musharraf Biden guarda tranquillamente alle relazioni tra Arabia Saudita ed Emirati per compensare gli alti prezzi del petrolio

“Per la Russia, le restrizioni che esistevano prima sono sparite”, ha detto Gaboyev. “Putin è ossessionato da questa guerra, la partnership gli porta la linfa vitale dell’economia, componenti cruciali della sua macchina militare, e la Cina è uno strumento per contrattaccare gli Stati Uniti, perché il nemico del mio nemico è mio amico”.

L’approfondimento dei legami tra Pechino e Mosca ha spinto il segretario di Stato americano Antony Blinken ad avvertire il mese scorso che qualsiasi sostegno materiale cinese all’esercito russo avrebbe “gravi conseguenze” per le relazioni con gli Stati Uniti.

La Cina ha risposto che l’Occidente stava alimentando il conflitto con le sue vendite di armi all’Ucraina. “La Cina non è stata né la causa né il catalizzatore della crisi ucraina, né ha fornito armi a nessuna delle parti in conflitto”, ha dichiarato questo mese Chen Gang, ministro degli Esteri cinese.

Tuttavia, mentre le relazioni con la Russia sono ancora importanti, la Cina ha una finestra di opportunità limitata se vuole stabilizzare le relazioni con i maggiori partner commerciali in Occidente.

Xi avrà l’opportunità di incontrare il presidente degli Stati Uniti Joe Biden in due vertici quest’anno, ma con le elezioni americane del prossimo anno, le possibilità di un ulteriore riavvicinamento con Washington saranno limitate. E mentre molti leader europei, tra cui il presidente francese Emmanuel Macron, hanno in programma di visitare la Cina quest’anno, il successo di questi incontri sarà influenzato da quanto Xi sostiene la Russia in Ucraina.

Per questo, dicono gli analisti, gli sforzi di Pechino per presentarsi come mediatore sono importanti. Questo mese, la Cina ha avuto un raro successo nella risoluzione del conflitto quando ha mediato un accordo per ripristinare le relazioni diplomatiche tra Iran e Arabia Saudita.

READ  Almeno 3 elicotteri militari russi sono stati fatti saltare in aria in un raid ucraino all'aeroporto di Kherson

Gli analisti dicono che la risoluzione del conflitto ucraino sarà molto più difficile. Il documento di posizione della Cina del mese scorso non è riuscito a condannare l’invasione russa e conteneva velate critiche all’Occidente e alla NATO.

Leif Eric Easley, professore di studi internazionali presso la Ewha University di Seoul, ha affermato che la Cina “non ha lo status di mediatore neutrale nel conflitto ucraino a causa del suo enorme sostegno alla Russia”. “Affinché la Cina sia utile, non dovrebbe suggerire ciò che Kiev concederebbe, ma piuttosto trovare un modo per salvare la faccia affinché Mosca ritiri le sue forze”.

Il contatto tra Xi e Zelensky potrebbe rappresentare la concessione della Cina al sospetto occidentale. Ma gli analisti hanno affermato che qualsiasi contatto sarebbe probabilmente virtuale piuttosto che di persona e i risultati inconcludenti, con Xi che cerca di bilanciare il desiderio della Cina di fare il pacificatore con la concessione di terreno agli Stati Uniti.

Pechino ha visto il conflitto in Ucraina come un conflitto per procura che contrappone la Russia alla NATO e agli Stati Uniti e “Zelensky manca di autorità decisionale”, ha detto un esperto di un think tank cinese a Pechino.

“Qualunque cosa sia [Zelenskyy] Non resta che inoltrare il messaggio a Joe Biden. Il presidente Xi non ha bisogno dell’approvazione di Zelenskyj incontrandolo di persona. La Cina rispetta gli interessi dell’Ucraina. Ma questo è diverso dal dare priorità agli interessi americani”.

Segnalazioni aggiuntive di Sun Yu a Pechino, Katherine Hill a Taipei e Edward White a Seoul