Giugno 13, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Webb rileva segnali molecolari interessanti in un possibile mondo acquatico

Webb rileva segnali molecolari interessanti in un possibile mondo acquatico

Il telescopio spaziale Webb ha recentemente rivolto la sua attenzione a un esopianeta vicino e ha scoperto che potrebbe trattarsi di un mondo dell’Assia, o un mondo coperto interamente da un unico oceano globale, e con esso Atmosfera di idrogeno. Inoltre, il telescopio ha fatto una potenziale scoperta – nota, Forse Rilevazione del dimetilsolfuro, una molecola nota per essere prodotta sulla Terra solo da organismi viventi.

L’esopianeta è K2-18 b, un mondo che si avvicina ai nove Molte volte più grande della Terra, orbita attorno a una stella a circa 120 anni luce dalla Terra. Webb lo ha fatto Noti segni di vapore acqueo Sugli esopianeti in precedenza, ma nessun esopianeta sembrava essere coperto da oceani d’acqua.

Webb – lanciato nel dicembre 2021 e che raccoglie dati scientifici sull’universo da luglio 2022 – non è stato in grado di scoprire l’esopianeta; È stato È stato avvistato per la prima volta nel 2015 Dalla missione K2 della NASA.

K2-18 b si trova nella zona abitabile attorno alla sua stella, il che significa che il mondo si trova a una distanza dalla sua stella necessaria affinché l’acqua liquida persista sulla superficie dell’esopianeta. Poiché l’acqua è essenziale per la vita come la conosciamo, rappresenta l’ostacolo principale per gli esopianeti nel soddisfare la nostra attuale sensibilità su cosa si intenda per HPotabile. Un altro ostacolo è la temperatura dell’esopianeta. È possibile che K2-18 b Fa così caldo che nessuno dei suoi oceani può sostenere la vita, o addirittura essere liquido, secondo la NASA lancio.

READ  Risolvi lo strano mistero dei lampi radio veloci

dentro Rilievo nodale di riferimento Per quanto riguarda l’astronomia e l’astrofisica, le Accademie nazionali di scienze, ingegneria e medicina hanno sottolineato l’importanza di trovare mondi abitabili. Webb è una parte importante di questa ricerca La NASA ha già fatto piani per il successore ancora giovane di Webb in questa ricerca: Osservatorio dei mondi abitabili. Ma quella missione non verrà lanciata prima di almeno un decennio, lasciando a Webb (e al telescopio spaziale Hubble, il predecessore ancora operativo di Webb) il compito di svolgere gran parte della ricerca sugli esopianeti.

Hubble Nota il pianeta extrasolare avvistato di recente Nel 2019 ha trovato prove che l’atmosfera del pianeta contiene vapore acqueo. Gli appunti di Webb vanno oltre. Il Near-Infrared Imager, il Non-Slit Spectrograph (NIRISS) e il Near-Infrared Spectrograph (NIRSpec) hanno catturato gli spettri di K2-18 b, osservando quanta luce stellare veniva bloccata nell’atmosfera dell’esopianeta mentre passava davanti alla sua stella.

Webb scoprì la presenza sul pianeta di molecole contenenti carbonio come metano e anidride carbonica, ma poca ammoniaca. Questa composizione chimica suggerisce che K2-18 b potrebbe avere un oceano d’acqua sotto la sua atmosfera di idrogeno. Analizzare il candidato mondo Hyceano Ospitato sul server di prestampa arXiv È accettato per la pubblicazione in Lettere del diario astrofisico.

“I nostri risultati sottolineano l’importanza di considerare diversi ambienti abitabili quando si cerca la vita altrove”, ha affermato in una dichiarazione della NASA Niku Madhusudan, astronomo dell’Università di Cambridge e autore principale dello studio. “Tradizionalmente, la ricerca della vita sugli esopianeti si è concentrata principalmente su pianeti più piccoli e rocciosi, ma i mondi dell’Assia più grandi sono più adatti per le osservazioni atmosferiche”.

Webb ha anche scoperto quello che sembrava dimetilsolfuro (DMS) nell’atmosfera del pianeta. Sulla Terra, il dimetilsolfuro è prodotto da organismi viventi e la maggior parte del DMS nell’atmosfera del nostro pianeta è prodotto dal fitoplancton marino. “Le prossime osservazioni di Webb dovrebbero essere in grado di confermare se il DMS è effettivamente presente nell’atmosfera di K2-18 b a livelli significativi”, ha aggiunto Madhusudan.

Madhusudan ha aggiunto che i dati raccolti da Webb in sole due osservazioni di K2-18 b equivalgono a otto osservazioni effettuate da Hubble, grazie alla sensibilità del nuovo osservatorio spaziale e alla gamma di lunghezze d’onda che osserva.

Le osservazioni di follow-up del candidato Iceano verranno effettuate utilizzando lo strumento Webb nel medio infrarosso, o MIRI. Mentre la scoperta del dimetilsolfuro è molto provvisoria, K2-18 b mostra sempre più segni di essere un mondo acquatico con potenziale – se non per ragioni astrobiologiche, almeno per una migliore comprensione dei tipi di mondi abitabili nel nostro universo vicino.

Di più: La NASA rivela dettagli sconcertanti sul successore del telescopio Webb