Febbraio 2, 2023

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Un CEO miliardario è sulla buona strada per andare nello spazio più di qualsiasi essere umano in 50 anni

Un CEO miliardario è sulla buona strada per andare nello spazio più di qualsiasi essere umano in 50 anni

Il primo volo della serie di missioni, soprannominato “Polaris” dopo North Star, dovrebbe iniziare entro la fine dell’anno e durerà fino a cinque giorni e includerà un equipaggio di Isaacman e altre tre persone. Si prevede che raggiunga la cintura di radiazioni di Van Allen, che ha una gamma interna che si estende da circa 400 a 6000 miglia sopra la Terra, in parte per aiutare l’equipaggio a ricercare come le radiazioni nello spazio influenzano il corpo umano. Le radiazioni rimangono una delle principali preoccupazioni per i voli spaziali verso la Luna e Marte, afferma SpaceX, perché richiedono un’esposizione prolungata alle radiazioni, che può portare a un “aumento del rischio di cancro e malattie degenerative” e altri effetti a lungo termine, secondo Nasa.

Quando gli è stato chiesto in una conferenza stampa lunedì, Isaacman ha detto che le missioni Gemini del 20° secolo, che all’epoca stabilirono record di altitudine, sono la prova di quanto fosse alta la prima missione Polaris. Le missioni Gemini hanno raggiunto un’altitudine di circa 850 miglia, ovvero tre volte superiore a quella in cui orbita la Stazione Spaziale Internazionale. Isaac ha rifiutato di condividere una certa altitudine per il volo.

Durante questa missione, l’equipaggio condurrà una passeggiata nello spazio, la prima per chiunque viaggi a bordo di una capsula SpaceX Dragon. Isaacman ha annunciato lunedì mattina al Today Show della NBC e in un’intervista con Washington Post.

Isaacman, che ha guadagnato l’attenzione internazionale quando ha acquistato la prima crociera SpaceX chiamata Inspiration 4, ha detto che la prima missione Dragon sarebbe stata seguita dalla seconda missione Dragon poco dopo. Queste due missioni apriranno la strada alla prima missione in assoluto con equipaggio sul prossimo razzo Starship di SpaceX, che Elon Musk spera un giorno porterà le persone su Marte.

“Andremo più nello spazio di quanto non siano andati gli umani dall’ultima volta che abbiamo camminato sulla luna”, ha detto nel programma Today.

Non è chiaro se tutto ciò andrà secondo i piani, né SpaceX ha detto se sarà necessario completare ulteriori test prima che Isaacman possa intraprendere il suo viaggio nello spazio profondo. SpaceX inoltre non ha chiarito se ci fossero aggiornamenti di cui il Crew Dragon avrebbe avuto bisogno per completare in sicurezza la missione. Finora, il veicolo spaziale ha trasportato astronauti solo in voli verso l’orbita terrestre bassa o l’area dello spazio immediatamente circostante la Terra. Mission Inspiration 4 segna il volo più alto della Crew Dragon fino ad oggi, a quasi 360 miglia, e l’annuncio di lunedì indicava che la prima missione Polaris volerà almeno il doppio di quel limite.

Non è chiaro quanto costeranno queste missioni a Isaacman e lunedì mattina ha rifiutato di commentare la questione. Inoltre non ha rivelato quanto ha pagato per la missione Inspiration 4 l’anno scorso, anche se lo ha detto Ho pagato meno di 200 milioni di dollari.

“Sappiamo che lo spazio è costoso”, ha detto Isakman alla domanda sui costi del programma Polaris durante una chiamata ai media, aggiungendo che era già “completamente finanziato”.

READ  La NASA lancerà la missione CAPSTONE lunedì 27 giugno

“I costi scenderanno proprio come con qualsiasi altra tecnologia rivoluzionaria”, ha affermato. “Questo è un contributo da parte mia e di SpaceX verso gli importanti obiettivi che vogliamo raggiungere con il programma Polaris”.

Descritto come una raccolta fondi dal St. Jude’s Children’s Hospital, Mission Inspiration 4 ha generato un totale di 243 milioni di dollari per l’organizzazione. Isaacman ha donato circa $ 100 milioni, Musk ha donato altri $ 50 milioni e il resto è stato raccolto attraverso donazioni pubbliche. Anche le missioni Polaris dovrebbero supportare la stessa causa.

Nella prima missione Polaris, Isaacman sarà affiancato dal veterano pilota di caccia dell’Air Force Scott Poteet e da due ingegneri operativi di SpaceX: Sarah Gillies e Anna Menon, che serviranno come ufficiale medico di bordo. Isaacman sarà l’unico membro dell’equipaggio con precedenti esperienze di volo spaziale.

Jared Isakman nel dicembre 2020.
Oltre alle sue ambizioni di volo spaziale, Isaacman vola anche con gli aerei a reazione in modo ricreativo. Di recente, è stato visto pilotare un Alpha Jet, spesso usato per addestrare i piloti Strutture di veicoli spaziali SpaceX nel Texas meridionale.

Poteet è un ex vicepresidente di Shift 4 che ha trascorso 20 anni nell’Air Force. Potet è stato anche direttore di volo a terra a sostegno di Ilham 4. Lui e Isaacman sono anche frequenti partner di compagnie aeree.

Gillis e Menon potrebbero essere i primi dipendenti SpaceX a viaggiare nello spazio.

I dettagli sulla passeggiata spaziale che l’equipaggio di Polaris prevede di effettuare sul primo volo sono scarsi, ma un comunicato stampa afferma che utilizzerà una “tuta spaziale extraveicolare (EVA) progettata da SpaceX, che è stata aggiornata dall’attuale veicolo (IVA) completo da uomo.” La tuta IVA si riferisce alle tute spaziali compresse bianche e nere indossate dagli astronauti della NASA e dall’equipaggio di Inspiration 4 a bordo del Dragon durante il lancio e il ritorno.

Ma uscire dalla navicella mentre si è in orbita richiederebbe un sistema di protezione molto più grande. La NASA ha descrivilo La sua tuta in EVA “come un’astronave in miniatura a forma di corpo umano protegge l’astronauta dai pericoli di trovarsi all’esterno del veicolo mentre si trova nello spazio o sulla luna”, fornendo protezione da “radiazioni, polvere, detriti e temperature estreme”.

Secondo il suo sito web, la marcia spaziale avrà luogo quando il Crew Dragon vola a 300 miglia sopra la Terra, o all’incirca alla stessa altezza della Stazione Spaziale Internazionale.

READ  Guarda il lancio di un razzo SpaceX da record il 10 settembre

Molti dettagli tecnici sono ancora sconosciuti. Il Crew Dragon, ad esempio, non ha una camera di equilibrio, che consentirebbe a una persona di uscire dalla navicella spaziale nell’EVA mentre i restanti membri dell’equipaggio rimarranno al sicuro all’interno della loro cabina ermetica e pressurizzata. Senza la camera di equilibrio bloccata, l’intera cabina diventerebbe ipopressurizzata, come è successo durante le passeggiate spaziali degli astronauti della NASA durante le missioni Gemini.

“Per questa missione, la tuta che disegneremo sarà quella che lanceremo [in] Quindi usalo in modo simile con EVA”, ha detto Gillis.

“Lo faremo sicuramente in sicurezza”, ha aggiunto Menon.

Anche durante la prima missione di Polaris, l’equipaggio testerà l’uso di Starlink, l’attività Internet satellitare di SpaceX, per le comunicazioni nello spazio. Finora, Starlink è stato utilizzato solo per inviare connettività Internet ai clienti a terra, ma il comunicato stampa di Polaris rileva che il sistema potrebbe essere utilizzato per supportare le comunicazioni durante i voli orbitali.

Durante la missione, l’equipaggio condurrà anche alcune ricerche relative alla salute, ioCompreso uno studio sulla malattia da decompressione e un altro incentrato su come gli astronauti possono alleviare la sindrome neuro-oftalmica associata al volo spaziale, o SANS, una condizione che può Alterazioni della struttura dell’occhio e del cervello causate dall’assenza di gravità sono state segnalate fino al 70% degli astronauti. I sintomi possono incluso Perdita della vista da vicino, punti ciechi, mal di testa, perdita della percezione della profondità.

Astronave

Il programma di volo della navicella spaziale Isaacman non è del tutto chiaro. Durante una presentazione sull’astronave in Texas la scorsa settimana, Musk ha affermato che mentre spera che il veicolo – che finora ha condotto brevi “test di salto” suborbitali – condurrà il suo primo test di volo orbitale quest’anno, senza equipaggio. Tuttavia, ciò potrebbe dipendere dal fatto che i regolatori federali concedano a SpaceX l’approvazione per il lancio dell’astronave dal Texas meridionale, dove la società ha già costruito una piattaforma di lancio orbitale e la stragrande maggioranza delle risorse dell’astronave si trova.

SpaceX ha appena portato il suo primo equipaggio di turisti spaziali.  Ecco cosa c'è dopo

Potrebbe significare che Isaacman salti al primo miliardario che ha acquistato la missione Starship: il magnate della moda giapponese Yusaku Maezawa. Maezawa ha pagato a SpaceX una somma di denaro non rivelata per assicurarsi un posto per sé e per un gruppo di artisti sul volo della navicella attorno alla luna, sperando di decollare non appena nel 2023. Maezawa sta ancora decidendo chi portare con sé .

READ  La scoperta nel cortile di casa dei paleontologi rivela prove dei primi esseri umani in Nord America

Musk ha anche detto durante la presentazione che sperava che l’astronave costerebbe meno di 10 milioni di dollari per volo entro pochi anni, il che, se possibile, sarebbe molto più economico di qualsiasi altro razzo sul mercato.

Il veicolo spaziale dovrebbe essere molto più potente di qualsiasi razzo mai costruito dall’umanità. Musk ha detto che si sarebbe vantato della scarsa spinta dei razzi Saturn 5 che hanno guidato gli sbarchi sulla luna nel secolo scorso.