Maggio 23, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Steven Mnuchin sta guidando un’operazione da un miliardo di dollari per salvare la New York Commercial Bank

Steven Mnuchin sta guidando un’operazione da un miliardo di dollari per salvare la New York Commercial Bank

La New York Community Bank (NYCB) ha compiuto un drammatico tentativo di riconquistare la fiducia degli investitori annunciando un nuovo amministratore delegato e investendo 1 miliardo di dollari da un gruppo che include l'ex segretario al Tesoro Steven Mnuchin.

Le mosse di mercoledì sono arrivate dopo che le azioni della banca da 114 miliardi di dollari sono scese fino al 45% a seguito di un rapporto… La NYCB era alla ricerca di investitori disposti ad acquistare azioni della società.

Dopo l'annuncio dell'accordo da un miliardo di dollari, il titolo è rimbalzato fino al 18%. Ha chiuso la giornata con un rialzo di oltre il 7%.

Le aziende in fila per fornire questa fuga di notizie includono Liberty Strategy Capital, una società fondata da Mnuchin nel 2021, nonché Hudson Bay Capital, Reverence Capital Partners e Citadel Global Equities.

Loro e alcuni direttori bancari avrebbero acquistato azioni privilegiate ordinarie e convertibili, prendendo di fatto il controllo della società con sede a Hicksville, New York.

L'accordo prevede anche un nuovo cambio al vertice. L'ex controllore della valuta Joseph Otting diventerà il nuovo amministratore delegato della New York Mercantile Bank, la terza persona a detenere questo titolo nelle ultime settimane.

La conclusione dell’accordo è prevista entro l’11 marzo ed è ancora soggetta alle approvazioni normative.

Steven Mnuchin, fondatore e socio amministratore di Liberty Strategy Capital ed ex Segretario del Tesoro degli Stati Uniti, parla alla conferenza globale del Milken Institute del 2021 a Beverly Hills, California, Stati Uniti, il 19 ottobre 2021. REUTERS/David Swanson

Steven Mnuchin, fondatore di Liberty Strategic Capital ed ex segretario al Tesoro. Reuters/David Swanson (Reuters/Reuters)

“Nel valutare questo investimento, eravamo consapevoli del profilo di rischio di credito della banca”, ha affermato Mnuchin in un comunicato stampa. Si prevede che la sua azienda contribuirà con 450 milioni di dollari, più di altri investitori.

READ  GM ritira le linee guida per il 2023, UAW colpisce il produttore di SUV

“Con oltre 1 miliardo di dollari di capitale investito nella banca, riteniamo di avere ora capitale sufficiente nel caso in cui fosse necessario aumentare le riserve in futuro per essere coerenti o superiori al rapporto di copertura delle principali banche concorrenti della New York Commercial Bank”.

Mnuchin, che ha servito come segretario al Tesoro sotto il presidente Donald Trump ed è stato in precedenza partner di Goldman Sachs, ha precedenti esperienze con un’altra banca in difficoltà.

La cliente Barbara Fox attende fuori dalla IndyMac Bank a Santa Monica giovedì 17 luglio 2008. La frustrazione non era finita per alcuni clienti IndyMac quando sono stati finalmente in grado di ritirare i propri soldi dalla banca in bancarotta della California meridionale che è stata sequestrata dalle autorità di regolamentazione federali la scorsa settimana .  Alcune persone hanno avuto più problemi quando hanno provato a depositare assegni circolari di IndyMac presso altre banche.  (AP Photo/Nick Ut)La cliente Barbara Fox attende fuori dalla IndyMac Bank a Santa Monica giovedì 17 luglio 2008. La frustrazione non era finita per alcuni clienti IndyMac quando sono stati finalmente in grado di ritirare i propri soldi dalla banca in bancarotta della California meridionale che è stata sequestrata dalle autorità di regolamentazione federali la scorsa settimana .  Alcune persone hanno avuto più problemi quando hanno provato a depositare assegni circolari di IndyMac presso altre banche.  (AP Photo/Nick Ut)

IndyMac è stata una delle banche di alto profilo fallite durante la crisi finanziaria del 2008. (AP Photo/Nick Ut) (Agenzia di stampa)

Nel 2009, faceva parte di un gruppo di investitori che ha acquisito la banca californiana IndyMac Bank per circa 1,5 miliardi di dollari dopo che era stata sequestrata dal governo federale durante la crisi finanziaria del 2008.

Lui e il gruppo ribattezzarono l'istituto di credito OneWest e assunsero Otting per aiutarli a cambiare la situazione. OneWest fu infine venduta alla CIT Bank per più di 3 miliardi di dollari, e Otting in seguito prestò servizio come controllore della valuta durante l’amministrazione Trump.

Questo nuovo salvataggio di NYCB comporta diversi cambiamenti nella leadership di NYCB. In qualità di amministratore delegato, Otting sostituisce Alessandro Dinello, che ricopre il ruolo di capo de facto della banca dal 6 febbraio ed è diventato ufficialmente amministratore delegato la scorsa settimana dopo l'uscita dell'amministratore delegato di lunga data Thomas Cangemi.

DiNello diventerà presidente non esecutivo di un consiglio più piccolo, composto da nove persone, che comprende una serie di volti nuovi, tra cui Mnuchin, Otting, Allen Powalski di Hudson's Bay e Milton Berlinski di Reference Capital.

READ  Tesla è scesa al di sotto del suo ultimo punto di acquisto alla consegna mancato; Cosa stai facendo adesso

“Accogliamo con favore l'approccio adottato da Liberty e dai suoi partner nella valutazione della banca e non vediamo l'ora di incorporare le loro idee in futuro”, ha affermato DiNello. Si tratta di “un sostegno positivo alla trasformazione in corso e ci consente di attuare la nostra strategia da una posizione di forza”.

Un mese di tumulti

Le azioni della NYCB hanno iniziato a scendere per la prima volta il 31 gennaio, quando ha sorpreso gli analisti tagliando il dividendo e stanziando di più per le perdite sui prestiti.

Le turbolenze si sono intensificate nuovamente la scorsa settimana dopo che è stata rivelata l'uscita di Cangemi, le debolezze dei suoi controlli interni e un aumento di dieci volte delle perdite del quarto trimestre, pari a 2,7 miliardi di dollari.

Il dilemma che si trova ad affrontare la New York Community Bancorp arriva quasi un anno dopo il crollo della Silicon Valley Bank e della Signature Bank, acquisizioni che hanno scatenato il panico diffuso tra i depositanti.

Ora ci sono nuovi timori che la crescente debolezza del settore immobiliare commerciale si diffonda ad altre banche, il che potrebbe causare una nuova serie di problemi.

Il presidente della Federal Reserve Jerome Powell ha detto mercoledì che le esposizioni immobiliari commerciali affrontate dalle banche sono “gestibili” ma “ci saranno perdite” tra alcuni istituti di credito.

La Fed è in contatto con le banche per garantire che abbiano liquidità e capitale sufficienti per assorbire eventuali perdite, ha detto ai legislatori durante un'audizione a Washington.

Il presidente della Federal Reserve Jerome Powell appare davanti al Comitato per i servizi finanziari della Camera a Capitol Hill, mercoledì 6 marzo 2024, a Washington.  (Foto AP/Mark Schiefelbein)Il presidente della Federal Reserve Jerome Powell appare davanti al Comitato per i servizi finanziari della Camera a Capitol Hill, mercoledì 6 marzo 2024, a Washington.  (Foto AP/Mark Schiefelbein)

Il presidente della Federal Reserve Jerome Powell è comparso mercoledì davanti alla Commissione per i servizi finanziari della Camera. (Foto AP/Mark Schiefelbein) (Agenzia di stampa)

“Sono fiducioso che stiamo facendo le cose giuste. Penso che sia un problema gestibile. Se le cose cambieranno, lo dirò.”

READ  Un agente della United Airlines avrebbe "riso" dopo aver spinto "con la forza" un uomo quadriplegico giù dall'aereo. Ora l'azienda deve pagare alla sua famiglia 30 milioni di dollari

La New York Commercial Bank ha svolto il ruolo di salvatrice durante la crisi dello scorso anno, accettando di assorbire i beni della Signature che erano stati sequestrati dalle autorità di regolamentazione. Ma ciò ha anche spinto la banca centrale di New York a superare i 100 miliardi di dollari di asset, una soglia che ha attirato un attento esame da parte delle autorità di regolamentazione.

La New York Commercial Bank ha affermato che sono stati questi requisiti più severi a portare alla decisione di ridurre i dividendi e accantonare di più per future perdite sui prestiti.

NEW YORK, NEW YORK - 8 FEBBRAIO 2024: La Community Bank di New York si trova a Brooklyn l'8 febbraio 2024 a New York City.  La New York Community Bancorp, una banca regionale, ha perso circa il 60% del suo valore negli ultimi otto giorni ed è stata declassata a spazzatura da Moody's.  (Foto di Spencer Platt/Getty Images)NEW YORK, NEW YORK - 8 FEBBRAIO 2024: La Community Bank di New York si trova a Brooklyn l'8 febbraio 2024 a New York City.  La New York Community Bancorp, una banca regionale, ha perso circa il 60% del suo valore negli ultimi otto giorni ed è stata declassata a spazzatura da Moody's.  (Foto di Spencer Platt/Getty Images)

Filiale della Community Bank di New York a Brooklyn. (Foto di Spencer Platt/Getty Images) (Spencer Platt tramite Getty Images)

Ha stanziato 552 milioni di dollari, ben al di sopra delle stime, per tenere conto delle vulnerabilità associate agli uffici e agli appartamenti multifamiliari. NYCB è uno dei principali finanziatori per appartamenti ad affitto regolamentato a New York City.

Il panico alla Silicon Valley Bank è iniziato lo scorso marzo dopo che la banca ha venduto i suoi asset in perdita, rendendo più difficile raccogliere il capitale necessario.

“Se vendi asset, subisci perdite, quindi è meglio avere capitale prima di vendere asset”, ha detto a Yahoo Finance Chris Marinac, un analista di Janney che segue la banca.

David Hollerith è un reporter senior di Yahoo Finance che si occupa di banche, criptovalute e altre aree della finanza.

Clicca qui per un'analisi approfondita delle ultime notizie sul mercato azionario e degli eventi che muovono i prezzi delle azioni.

Leggi le ultime notizie finanziarie e commerciali da Yahoo Finanza