Maggio 19, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Steve Martin rifiuta le accuse del co-protagonista di ‘La piccola bottega degli orrori’ – Scadenza

Steve Martin rifiuta le accuse del co-protagonista di ‘La piccola bottega degli orrori’ – Scadenza

Steve Martin ha risposto alle accuse mosse dalla sua co-protagonista nel 1986, Miriam Margulies Piccola bottega degli orrori.

Nel suo nuovo libro di memorie Oh Mary: storie di una vita straordinarial’attrice veterana ha scritto del ruolo dell’assistente dentale di Martin, Oren Scrivello DDS, in particolare della sequenza in cui il personaggio di Martin sbatte la porta in faccia al personaggio di Margolis e le dà un pugno.

“Sono stato colpito tutto il giorno con le porte aperte in faccia; È stato ripetutamente picchiato, schiaffeggiato e buttato a terra dall’odioso e impenitente Steve Martin – forse recitando – ed è tornato a casa arrabbiato e con un forte mal di testa.

Valutazione complessiva? Martin era “senza dubbio un genio, ma è stato terribile con me”.

Martin ha affrontato le accuse in una dichiarazione a Deadline:

“Quando ho letto per la prima volta la descrizione spregiativa di Miriam Margulies della nostra scena nel film Piccola bottega degli orroriEro sorpreso. Ricordo che avevamo una buona comunicazione come attori professionisti. Ma quando è implicito che le ho fatto del male o che sono stato in qualche modo negligente nel fare acrobazie, devo obiettare. Ricordo di essere stato molto attento con il finto pugno, la stessa cautela che avrei usato con qualsiasi scena simile. Mi ha assicurato che si sentiva bene, abbiamo fatto alcuni scatti riusciti e siamo usciti. c’era Non c’era alcun contatto fisico tra me e lei, casuale o meno, in questa scena o in qualsiasi altra scena che abbiamo girato.

Puoi guardare la sequenza qui sotto.

Martin notò che ce n’erano altri.

READ  Bill Cosby definisce la convinzione "una vittoria sbalorditiva"

“Sul set c’erano anche il regista altamente qualificato e sensibile, Frank Oz, il coordinatore degli stuntman, la troupe televisiva, il supervisore della sceneggiatura, nonché le comparse che hanno assistito all’intera scena, che è stata estremamente ben provata.”

A sostegno del suo racconto, Martin ha fornito il seguente ricordo di Oz:

“Provo sempre i movimenti del corpo al rallentatore. La scena avrebbe dovuto includere un finto pugno. Ciò di cui stai parlando crea confusione. Non è lo Steve che conosco o qualcuno che conosce. È sempre stato professionale e rispettoso con tutti in tutti i miei scatti.

Oz e Martin hanno realizzato quattro film insieme: Piccola bottega degli orrori, Sporchi bastardi marci, Buffer E domestica.