Giugno 21, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

SpaceX lancia 20 satelliti Starlink nel 14° anniversario del lancio del primo Falcon 9 – Spaceflight Now

SpaceX lancia 20 satelliti Starlink nel 14° anniversario del lancio del primo Falcon 9 – Spaceflight Now

Un razzo Falcon 9 decolla dal pad 40 della stazione spaziale di Cape Canaveral durante la missione Starlink 8-5 il 4 giugno 2024. La missione ha coinciso con il 14° anniversario del lancio del primo Falcon 9 nel 2010. Immagine: Spaceflight Now

SpaceX ha lanciato il suo razzo Falcon 9 martedì sera, 14 anni esatti dopo il primo lancio del razzo dalla stessa piattaforma. Da quel giorno, SpaceX ha lanciato più di 340 razzi Falcon 9, 285 dei quali utilizzavano booster lanciati in precedenza.

La missione Starlink 8-5 è decollata dal pad 40 della stazione spaziale di Cape Canaveral alle 22:16 EDT (02:16 UTC).

Il primo stadio del razzo Falcon 9, numero di coda B1067 nella flotta SpaceX, è stato lanciato per la ventesima volta. In precedenza ha supportato i voli di due missioni di astronauti Crew Dragon, due missioni di rifornimento di Cargo Dragon alla Stazione Spaziale Internazionale e 10 precedenti consegne di Starlink.

Circa 8,5 minuti dopo il decollo, il B1067 è atterrato sul drone “basta leggere le istruzioni” di SpaceX. Questo è stato l’83esimo atterraggio con JRTI e il 316esimo atterraggio con booster fino ad oggi.

Il volo Falcon 9 aveva a bordo 20 satelliti Starlink V2 Mini, di cui 13 con capacità di comunicazione diretta-mobile.

In un post sulla sua piattaforma di social media Per Starlink Internet negli Stati Uniti otterrò meno di 20 millisecondi.”

L’aggiornamento sulle capacità segnalate della rete è arrivato il giorno dopo che Michael Nichols, vicepresidente di Starlink Engineering di SpaceX, ha condiviso un post che riassume l’impatto degli 11 lanci di Starlink condotti da SpaceX a maggio.

Ha osservato che i 26 satelliti mobili diretti di Starlink rappresentano più dell’8% di ciò di cui hanno bisogno per il servizio mobile primario con il partner T-Mobile. Ciò indica che SpaceX ha bisogno di circa 325 satelliti Starlink per raggiungere questo obiettivo.

Volo della navicella spaziale 4

Il lancio avviene lo stesso giorno in cui la Federal Aviation Administration ha approvato la licenza di lancio emendamento Ciò consente a SpaceX di procedere con il volo 4 del suo razzo Starship. L’agenzia ha osservato che SpaceX “ha soddisfatto tutti i requisiti di sicurezza e altri requisiti di licenza per questo volo di prova”.

READ  "La mia potenza è davvero bassa": il rover Mars Insight della NASA si prepara al lancio dal Pianeta Rosso | Marte

La FAA ha anche incluso nella sua dichiarazione un linguaggio che suggerisce che SpaceX potrebbe non dover aspettare a lungo se le cose soddisfano determinati standard stabiliti da SpaceX.

“Come parte della richiesta di modifica della licenza, SpaceX ha proposto tre scenari che prevedono l’ingresso di veicoli spaziali che non richiederebbero un’indagine in caso di perdita del veicolo spaziale”, ha affermato la FAA in una nota. “La FAA ha approvato gli scenari come eccezioni per i danni dei test dopo averli valutati come parte delle analisi sulla sicurezza aerea e sui rischi aerei e assicurandosi che soddisfacessero i requisiti generali di sicurezza.”

“Se si verificasse un’anomalia diversa sul veicolo Starship, potrebbe essere giustificata un’indagine, così come lo sarebbe un’anomalia sul razzo booster Super Heavy.”

La FAA ha inoltre consentito a SpaceX di effettuare il rientro controllato o incontrollato del veicolo spaziale. Tuttavia, ha stabilito che SpaceX avrebbe dovuto dare un avvertimento alla FAA prima del lancio se avesse scelto la seconda opzione.

SpaceX ha smantellato la Nave 29 dal Booster 11 martedì 4 giugno, eseguendo alcuni lavori finali in vista del lancio previsto per giovedì dell’Expedition 4, il quarto lancio di prova del razzo alto quasi 400 piedi. Immagine: Michael Caine/Space Flight Now