Maggio 29, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Sono stati rivelati antichi paesaggi modellati dai fiumi nelle profondità del ghiaccio antartico

Sono stati rivelati antichi paesaggi modellati dai fiumi nelle profondità del ghiaccio antartico

L’Antartide non è sempre stata una terra desolata di ghiaccio e neve. Il continente più meridionale della Terra un tempo ospitava fiumi e foreste brulicanti di vita.

Utilizzando le osservazioni satellitari e il radar che penetra nel ghiaccio, gli scienziati stanno ora dando uno sguardo al mondo perduto dell’Antartide. I ricercatori hanno detto martedì di aver scoperto sepolta sotto la calotta glaciale del continente una vasta regione antica piena di valli e colline che apparentemente erano formate da fiumi prima che fossero sommersi dal ghiaccio molto tempo fa.

Questo paesaggio, situato nella regione di Wilkes Land, nell’Antartide orientale, al confine con l’Oceano Indiano, copre un’area grande all’incirca quanto il Belgio o lo stato americano del Maryland. I ricercatori hanno affermato che il paesaggio sembra risalire ad almeno 14 milioni di anni fa e forse a 34 milioni di anni fa, quando l’Antartide entrò in un profondo congelamento.

“Il paesaggio è come un’istantanea del passato”, ha affermato Stuart Jamieson, professore di glaciologia all’Università di Durham in Inghilterra e coautore dello studio pubblicato sulla rivista. Comunicazioni sulla natura.

“È difficile sapere che aspetto avesse questo mondo perduto prima dell’arrivo del ghiaccio, ma allora era sicuramente più caldo. A seconda di quanto sei andato indietro nel tempo, potresti aver avuto climi che andavano da quello odierno della Patagonia a uno più vicino ai tropici.” “Il polline di una palma antica proveniente dall’Antartide è stato scoperto vicino alla costa del nostro sito di studio”, ha aggiunto Jamieson.

Un ambiente del genere sarebbe stato probabilmente abitato da animali selvatici, ha aggiunto Jamieson, sebbene la documentazione fossile dell’area sia troppo incompleta per indicare quali animali potrebbero averla abitata.

READ  Cattura l'anidride carbonica e convertila in modo efficiente in termini energetici

Secondo il co-leader dello studio Neil Ross, professore di scienze polari e geofisica ambientale all’Università di Newcastle in Inghilterra, il ghiaccio sopra l’antico paesaggio ha uno spessore di circa 2,2-3 km.

I ricercatori hanno affermato che la terra sotto questo ghiaccio è ancora meno conosciuta della superficie di Marte. Un modo per svelarne i segreti, hanno detto, è perforare il ghiaccio e ottenere un campione del sedimento sottostante. Ciò potrebbe fornire prove che rivelano piante e animali antichi, come è accaduto con i campioni ottenuti In Groenlandia Risale a 2 milioni di anni fa.

Il nuovo studio ha utilizzato osservazioni satellitari della superficie del ghiaccio, che in alcuni punti seguivano i contorni del paesaggio sepolto, e dati radar di penetrazione del ghiaccio provenienti da un aereo che sorvolava il sito.

Alcuni studi precedenti avevano rivelato in modo simile antichi paesaggi sotto il ghiaccio dell’Antartide, tra cui montagne e altopiani, sebbene i paesaggi scoperti nel nuovo studio fossero i primi nel loro genere.

“Il paesaggio è stato modificato da vari processi influenzati dai fiumi, dalla tettonica e dalle glaciazioni nel corso di un periodo geologico molto lungo”, ha detto Ross.

Ross ha aggiunto che 34 milioni di anni fa, il paesaggio e la vegetazione dell’Antartide somigliavano probabilmente alle fresche foreste pluviali temperate di oggi in Tasmania, Nuova Zelanda e nella regione della Patagonia del Sud America.

L’Antartide un tempo faceva parte del supercontinente Gondwana che comprende anche quelli che oggi sono l’Africa, il Sud America, l’Australia, il subcontinente indiano e la penisola arabica, ma alla fine si separò e si isolò in un processo geologico chiamato tettonica a zolle.

READ  Gli otto occhi: rivelare la visione del polpo usando mappe neurali

I ricercatori ritengono che quando il clima dell’Antartide era più caldo, i fiumi scorrevano attraverso il paesaggio appena definito verso la costa continentale creata quando altre masse terrestri si separarono, ha detto Jamieson. Quando il clima si raffredda, alcuni piccoli ghiacciai si formano sulle colline vicino ai fiumi, con valli che si approfondiscono a causa dell’erosione glaciale, ha detto Jamieson.

“Poi il clima divenne notevolmente più freddo e si formò una calotta glaciale che coprì l’intero continente, sommergendo tutti i ghiacciai che esistevano in precedenza. Quando si verificò questa crescita glaciale, le condizioni tra la base di ghiaccio e il paesaggio cambiarono diventando molto fredde, e in in questo modo non sono più stati in grado di erodersi. “Invece, il paesaggio è stato preservato, probabilmente per 34 milioni di anni”, ha aggiunto Jamison.