Ottobre 19, 2021

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Secondo Luis Enrique, La Rosa “non ha nulla da perdere” contro l’Italia

Axel Allock, Media 365, è stato rilasciato martedì 05 ottobre 2021 alle 23:10

Contro l’Italia, nella semifinale della Lega delle Nazioni mercoledì sera a San Siro (ore 20:45), la Spagna, agli occhi di Luis Enrique, non ha perso molto contro la scelta di Roberto Mancini, campione d’Europa che non ha perso in 37 partite.

San Siro farà “tutto esaurito” mercoledì sera durante la semifinale di Nations League tra Italia, campioni d’Europa in carica e Spagna (ore 20:45). Sono 37.000 i posti disponibili – a causa del protocollo Covid in Italia – tutti esauriti martedì. Quindi, per questa rivincita dell’ultima semifinale di Euro, con la vittoria del Nacional dopo i rigori (1-1, 4 gol 2 gol), l’attesa è alta. Non c’è dubbio che l’imbattuto tuttofare da 37 partite deve essere abbinato a una serie allenata da Roberto Mancini.

“Sono la migliore squadra d’Europa e la migliore squadra del mondo”

Pertanto, è facile presumere che la Spagna non sarà obbligata. Comunque, questo è il messaggio inviato da Louis Enrique alla conferenza stampa di questo martedì. Il tecnico della Roja ha confermato la sua voglia di vincere, oltre a: “JSono ambizioso e la mia idea è puntare al successo fin dall’inizio. Ci sono molti infortuni, ma abbiamo ancora molte scelte e dovrei esserne felice. Mi fa piacere essere in Italia. Mi piace il caffè, il gelato, il sole italiano e la selezione italiana. Sono campioni d’Europa perché hanno battuto esattamente l’Inghilterra, ora tocca a noi. Non è un caso che l’Italia sia imbattuta da 37 partite. Giocano bene, per questo sono la migliore squadra d’Europa e la migliore al mondo”., ha spiegato alla stampa.

READ  In Italia tessera sanitaria obbligatoria per il personale scolastico: "Penso sia ingiusto"

Nella sua lista, l’ex allenatore del FC Barcelona non ha un marcatore puro (Yemeri, Torres, Oursball, Fornals, Serbia, Laurent), ma per lui questo non è un problema. “Cercheremo di creare più occasioni dell’avversario, abbiamo bisogno di più palla dell’altro, possiamo controllare il gioco. Dopo averlo fatto, se l’avversario è migliore di noi, dobbiamo accettare. Per noi giocare contro l’Italia, squadra campione d’Europa, è una delle più emozionanti. Non abbiamo nulla da perdere, abbiamo molto da guadagnare”., Giudicato da un tecnico spagnolo.