Maggio 20, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Questo verme inquietante ha una vista eccezionale e gli scienziati non sanno perché: ScienceAlert

Questo verme inquietante ha una vista eccezionale e gli scienziati non sanno perché: ScienceAlert

Ci sono alcuni strani bulbi oculari nel più ampio regno animale, ma esiste un tipo di verme marino che sconcerta gli scienziati.

Si chiamano vermi policheti e i loro occhi sono semplicemente enormi. Insieme, gli occhi pesano 20 volte di più del resto della testa dell'animale. Per umanosarebbero circa 50 kg (110 libbre) per occhio.

Conosciamo da tempo questi giganteschi guardoni; Ciò che gli scienziati volevano sapere era cosa vedevano i vermi con loro.

“Abbiamo deciso di svelare il mistero del perché un verme trasparente, quasi invisibile, che si nutre nel cuore della notte, si è evoluto fino ad avere occhi enormi”. dice il biologo marino Michael Bock Dall'Università di Lund in Svezia. “In quanto tale, il primo obiettivo era capire se gli occhi grandi danno al verme una buona visione”.

Il loro lavoro ha comportato un'indagine dettagliata sull'avvistamento di tre specie di vermi marini notturni del Mar Mediterraneo: Candida tura, Vanadis Vedere. FormosaE Le Naiades possono allenarsiognuno con una coppia gigante di guardoni gonfi.

I ricercatori hanno condotto studi ottici, morfologici ed elettrofisiologici degli occhi di questi animali in modo meticoloso. I risultati hanno mostrato che la famiglia dei vermi policheti Alciopidae appartiene alle tre specie La capacità di vedere oggetti piccoli o distanti E monitora i loro movimenti.

Un set di tre occhi di verme. Vanadis Vedere. Formosa Situato in basso a sinistra; Candida tura In alto a destra; E Le Naiades possono allenarsi In basso a destra. (Bock et al., la moneta. Biol.2024)

Dato che in precedenza si sapeva che solo i vertebrati, gli artropodi e i cefalopodi avevano la visione degli oggetti, questo è davvero straordinario. La maggior parte degli altri vermi policheti lo hanno Visione di base a bassa risoluzioneO Ricezione della luce direzionale Che rileva solo la presenza della luce e la direzione da cui proviene.

READ  Il cervello del picchio subisce un grande successo ad ogni clic: Studio: NPR

“Questa è la prima volta che una visione così avanzata e dettagliata è stata dimostrata al di fuori di questi gruppi”. dice il neurobiologo marino e Anders Jarm Dall'Università di Copenaghen.

“In effetti, la nostra ricerca ha dimostrato che il verme ha una vista eccezionale. La sua vista è alla pari con quella dei topi o dei ratti, nonostante sia un organismo relativamente semplice con un cervello piccolo.”

Non è chiaro il motivo per cui una creatura attiva sul fondo dell’oceano di notte avrebbe bisogno di un’acuità visiva così elevata. Sembra che sia proprio così; Anche se il corpo del verme è abbastanza trasparente da permettergli di nascondersi, i suoi occhi devono rimanere abbastanza opachi da assorbire la luce. Ciò significa che gli occhi devono conferire un beneficio che compensi il rischio di essere notati dai predatori di passaggio.

Non sappiamo con certezza quale sia questo vantaggio. Ma cerca Condotto per quasi 50 anni Presenta un'idea. Nel 1977, gli scienziati scoprirono che gli occhi di questi vermi sono i più sensibili nel rilevare le lunghezze d'onda ultraviolette. Ciò suggerisce che la vita marina notturna nasconde un segreto che dobbiamo ancora scoprire.

“Abbiamo una teoria secondo cui i vermi stessi sono bioluminescenti e comunicano tra loro tramite la luce. Se usi la normale luce blu o verde come bioluminescenza, rischi anche di attirare i predatori. Ma se il verme usa invece la luce ultravioletta, rimarrà invisibile. ” “Per gli animali diversi da quelli della loro stessa specie, la nostra ipotesi è che abbiano sviluppato una visione ultravioletta acuta per avere un linguaggio segreto di accoppiamento.” Garm spiega.

READ  La sonda Orion Artemis 1 entra in orbita lunare

“Potrebbe anche essere che stiano cercando prede con la bioluminescenza UV, ma a prescindere, rende le cose davvero interessanti poiché la bioluminescenza UV non è mai stata vista in nessun altro animale. Quindi, speriamo di essere in grado di presentare questo come il primo Scopri un esempio.”

La ricerca è stata pubblicata in Biologia attuale.