Gennaio 25, 2022

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Perché non farlo nel rugby italiano

Quindici dall’Italia: Nati con un cucchiaio di legno in bocca

Per rendersi conto di come si formano sia i giocatori della nazionale italiana che la percezione della vittoria del torneo, è importante ricordare che nel 2013, l’ultima vittoria in casa è stata contro Sergio Paris (23-18), contro la Francia (23-18). Per quanto riguarda l’ultima partita vinta, è stata prima del 2015 (in Scozia, 22-19).

Dal 2016 l’Italia ha incatenato sei cucchiai di legno. In combinazione con la competizione nel 2000, si è classificata al quarto posto nelle migliori classifiche (nel 2007 e nel 2013). L’anno scorso, gli italiani hanno concesso una media di 47 punti a partita. Le battute d’arresto sono così gravi e ricorrenti che alcuni chiedono il trasferimento in Georgia, ad esempio due posti nella classifica IRB (12e Contro il 14e)

Nonostante i pessimi risultati, i tifosi continuano a supportare i Quindici in Italia. (Franck Faugère / La squadra)

Campionato Italiano: Qualche Generale

Sebbene National abbia riempito 60.000 posti allo Stadio Olimpico di Roma, la cultura del rugby non è mai stata catturata in Italia. Gli incontri dei dieci club campioni nazionali, Eccellenza, attirano solo poche centinaia di spettatori, e non sono riempiti dai due titolari che giocano ai massimi livelli della Celtic League (Zebra e Treviso).

Lo starter Pavlo Karpici, 21 anni, identifica il futuro di quindici italiani.  (Alain Mounik / Squadra)

Lo starter Pavlo Karpici, 21 anni, identifica il futuro di quindici italiani. (Alain Mounik / Squadra)

Quindici dall’Italia: Ragioni per credere

Jack Brunel, che aiuta la squadra del Regio Emilia, è preoccupato per il declino. “Fédé aiuta finanziariamente i suoi proprietari. E il sistema con i campionati celtici è buono. Ad esempio, la domanda è come rendere efficaci Zebra e Treviso facendo giocare di più i suoi connazionali”. Motivi di ottimismo? “Certo! Interessante il cardine scelto dal giovane Pavlo Corpis (21 anni) Ha fatto il suo debutto per l’ex campione del mondo Hendrey Pollard (Con il Sudafrica, nel 2019) Montpellier. Le vespe hanno tutta la schiena a giocare per Matteo Minosse. ”

“E Federico Mori va al centro dell’UBB, Marco Riccioni, il pilastro dei Saraceni”. L’intera Pergamo. L’ex All-Black, Kieran Crowley, nominato capo dello Squadron Azura lo scorso maggio, dovrà vedere se basterà a svegliarlo. “Il problema è psicologico. Crowley deve fargli riprendere l’abitudine di vincere. “