Aprile 16, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Perché le persone inviano note vocali?  La generazione Z afferma che la voce è più personale del testo

Perché le persone inviano note vocali? La generazione Z afferma che la voce è più personale del testo

Di Andrea Cavalier per Dailymail.Com

18:09 30 aprile 2023 aggiornato 18:25 30 aprile 2023

  • Le note vocali sono brevi registrazioni audio che le persone si scambiano
  • Un recente sondaggio ha rivelato che il 62% degli americani invia messaggi vocali e quasi il 30% comunica tramite messaggio vocale settimanalmente, quotidianamente o più volte al giorno.

Le note vocali sono diventate il nuovo modo di comunicare, soprattutto tra la Generazione Z, che afferma che l’invio di voci è più personale dei messaggi, che a volte possono offuscare il significato e le telefonate possono renderli ansiosi.

I messaggi, chiamati “note vocali” o “testi audio”, sono brevi registrazioni audio che le persone si scambiano e sono presenti su WhatsApp e iMessage di Apple da anni, ma recentemente sono cresciuti in popolarità.

Le persone li vedono sempre di più nelle chat di gruppo e sono persino presenti su app di appuntamenti, come Hinge e Bumble.

Secondo un altro Sondaggio YouGov condotto da Vox, il 62% degli americani afferma di aver inviato messaggi vocali e quasi il 30% comunica tramite messaggio vocale settimanalmente, quotidianamente o più volte al giorno. E il 43 percento dei giovani di età compresa tra 18 e 29 anni che hanno risposto al sondaggio ha affermato di utilizzare la funzione almeno una volta alla settimana.

Le note vocali sono il nuovo modo di comunicare, soprattutto per la Generazione Z, che afferma che l’invio vocale è più personale rispetto agli SMS e preferisce brevi registrazioni alle chiamate, il che può essere preoccupante.
La funzione vocale ha anche fatto il suo debutto sulle app di appuntamenti, prima su Hinge nel 2021, con il numero di note vocali in aumento del 37% tra gennaio e febbraio 2023 rispetto allo stesso periodo del 2022.

L’uso della tecnologia dei memo vocali potrebbe essere stato accelerato dalla pandemia di COVID-19, quando le persone isolate in casa desideravano ardentemente l’interazione sociale ascoltando le voci dei loro cari.

Ci sono molti studi che hanno dimostrato che le persone Ti senti più socialmente connesso quando comunichi attraverso un messaggio vocale piuttosto che un messaggio di testo.

READ  Il cavo Thunderbolt 4 di Apple da $ 130 potrebbe valerne la pena, mostrano le scansioni CT - Ars Technica

“Esiste un metodo fondamentale di comunicazione che collega gli esseri umani ai loro bisogni sociali, ed è la fonetica”, ha detto a NPR Amit Kumar, assistente professore di marketing e psicologia presso l’Università del Texas ad Austin.

MaKumar afferma che la sua ricerca suggerisce che le forme di comunicazione “asincrone” come le note vocali, che non includono dialoghi avanti e indietro, non possono sostituire i vantaggi delle chiamate “sincrone” che ci consentono di cogliere i segnali linguistici per una comunicazione più fluida. e conversazione reattiva.

WhatsApp, che utilizza le note vocali da anni, ha dichiarato lo scorso anno che gli utenti hanno inviato 7 miliardi di messaggi vocali sull’app.

La funzione audio sta iniziando ad apparire anche sulle app di appuntamenti, prima su Hinge nel 2021, con il numero di note vocali in aumento del 37% tra gennaio e febbraio 2023 rispetto allo stesso periodo del 2022, ha affermato un portavoce. Axios.

Mentre il lavoro a distanza continua, le note vocali sono state aggiunte alle piattaforme di chat di lavoro incl Slack e Microsoft Teams.

La popolarità delle note vocali ha continuato a crescere nell’ultimo anno, soprattutto con le giovani generazioni che sono cresciute davanti agli schermi.

WhatsApp, che utilizza le note vocali da anni, ha dichiarato lo scorso anno che gli utenti hanno inviato 7 miliardi di messaggi vocali sull’app
La popolarità delle note vocali ha continuato a crescere nell’ultimo anno, soprattutto con le giovani generazioni che sono cresciute davanti agli schermi

Molti Gen Zer affermano che un memo vocale consente di definire il tono e l’umore, il che non è sempre il caso di un testo. Allora perché non contattare qualcuno? Il pensiero di interrompere qualcuno con una telefonata crea molta ansia.

Invece, le persone sono in grado di dire quello che vogliono dire senza preoccuparsi di interrompersi.

Le note ti consentono di produrre “qualunque cosa tu voglia dire senza interruzioni” e “lasciare fluire i tuoi pensieri”, ha detto ad Axios Trinity Alicia, 23 anni, coordinatrice del programma presso la Boston University.

READ  Fortnite: porta segreta nella posizione dei santuari mescolati e guida completa ai puzzle

Alicia ha detto che fa affidamento sulle note vocali per tenersi in contatto con il suo ragazzo che vive in un altro fuso orario, così come con gli amici in tutto il paese.

Jim Broderick, un 22enne che lavora come consulente a Washington, D.C., ha detto ad Axios che con le note vocali è più incline ad ascoltare e prestare attenzione rispetto a quando una chat di gruppo gli riempie il telefono di messaggi da fare. Leggi e analizza.

“Questo può essere piccante”, ha detto Broderick quando ha ricevuto una nota vocale. Rende le storie più reali e mi sento più vicino a loro [the sender]. Atterra meglio quando riesco a sentire la voce di qualcuno.

Alcune persone usano le registrazioni audio sulle app di appuntamenti per decidere se scorrere verso sinistra o verso destra
Sentendo la voce di qualcuno, le persone possono riconoscere “segnali non linguistici”, che non possono essere fatti tramite messaggi di testo, ha riferito Vox. I segnali possono includere parlare ad alta voce quando sono eccitati o cambiare tono se trasmettono sarcasmo

Tuttavia, ci sono alcuni aspetti negativi nella forma di comunicazione, come dover ascoltare e prestare attenzione a messaggi lunghi, che possono essere difficili se si è in viaggio in un’area affollata o in riunione, oppure possono essere noiosi se le uscite di registrazione sono attive.

“Odio assolutamente quando le persone usano note vocali su semplici vecchi messaggi di testo”, ha detto al Wall Street Journal Tala Cooperman, una designer di gioielli sulla quarantina.

Dopo aver ricevuto lunghe note vocali, crede che alcune di esse stiano impiegando troppo tempo in assenza di etichetta generale. “In realtà lo trovo molto egoista”, ha detto.

Piaccia o no, gli esperti affermano che esiste una ragione scientifica per cui le persone preferiscono i messaggi vocali ai messaggi in alcune situazioni.

Sentendo la voce di qualcuno, le persone possono rispondere Vox ha riferito che “segnali non linguistici” che non possono essere forniti tramite testo. I segnali possono includere parlare ad alta voce quando sono eccitati o cambiare tono se trasmettono sarcasmo.

READ  L'IMPD cerca 2 "persone di forte interesse" per il furto di 300.000 dollari in carte da gioco

Sebbene i segnali non verbali possano essere sottili, sono un promemoria “umano” che chiunque tu stia ascoltando “è una persona premurosa e poetica”, ha detto Juliana Schroeder, professore alla Haas School of Business di UC Berkeley.

studio Schröder Scopre che quando le persone ascoltano qualcuno che parla piuttosto che leggere i suoi scritti, lo vedono più come una “potenza cerebrale”: logica, emotiva e simpatica.

È stato anche dimostrato che le persone hanno maggiori probabilità di essere “empaticamente accurate” quando ascoltano piuttosto che leggere ciò che hanno da dire, il che rende la persona più riconoscibile.