Maggio 23, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Negli Stati Uniti sempre più mutui sono “sub-rischio”.

Negli Stati Uniti sempre più mutui sono “sub-rischio”.

(NewsNation) – Secondo uno studio, quasi 1 casa su 37 vale ora molto meno del saldo residuo del mutuo. Nuovi dati Rilasciato giovedì.

A livello nazionale, secondo la società di dati immobiliari ATTOM, la quota di mutui “gravemente inadempienti” – cioè case con un prestito in essere che è almeno il 25% in più rispetto al valore di mercato – è aumentata dal 2,6% al 2,7% nel primo trimestre.


Tuttavia, questa quota è ancora ben al di sotto del livello pre-pandemia Uno dei 15 Le case (6,6%) rientrano in questa categoria.

In una dichiarazione, Rob Barber, amministratore delegato di ATTOM, ha affermato che i proprietari di case continuano a beneficiare dell’aumento del patrimonio netto, ma ha osservato che “il guadagno inaspettato sta lentamente iniziando a erodersi”.

Il nuovo rapporto ha rilevato che molti stati, soprattutto nel Sud, hanno una percentuale molto più elevata di case pericolosamente sommerse rispetto al resto del paese.

Secondo il rapporto, la Louisiana guida la nazione, con quasi un mutuo su nove (11,3%) che subisce un grave deprezzamento dei mutui. Nel frattempo, il Kentucky ha registrato il maggiore aumento trimestrale, passando dal 6,3% all’8,3%.

Se il proprietario di una casa paga più del dovuto e il valore della proprietà diminuisce, potrebbe scivolare in un patrimonio netto negativo e diventare “sott’acqua” sul suo mutuo.

Ciò era meno preoccupante per i proprietari di case di lunga data che hanno visto il loro patrimonio immobiliare salire alle stelle negli ultimi anni, ma i nuovi proprietari di case non sono stati così fortunati.

L’anno scorso più di Il 10% degli acquirenti di nuove case Avevano proprietà che valevano meno di quanto dovevano. A ciò hanno contribuito l’intensa concorrenza per scorte limitate e tassi ipotecari elevati.

Per quanto riguarda le principali metropolitane con i mutui sottomarini più rischiosi, Baton Rouge, Louisiana, è in cima alla lista (13,4%), seguita da New Orleans (7,3%); Jackson, Mississippi (6,5%); Little Rock, Arkansas (6%) e Syracuse, New York (5,6%).

Secondo il rapporto, anche la quota di case “ricche di capitale”, definite come immobili con saldi di prestito inferiori al 50% del valore di mercato, è scesa nel primo trimestre dal 46,1% al 45,8%.

Il recente calo delle azioni non è necessariamente una cattiva notizia per gli acquirenti domestici perché potrebbe segnalare un calo più ampio dei prezzi delle case.

“Tra le recenti tendenze, la stagione degli acquisti primaverili di quest’anno sarà sempre più importante per dirci se si sta sviluppando un nuovo modello di mercato a lungo termine”, ha affermato Barber, sottolineando anche che è troppo presto per dirlo.

La scorsa settimana il tasso medio dei mutui ipotecari a lungo termine è salito al livello più alto degli ultimi cinque mesi, pari al 7,22%.

Gli americani speravano in un certo sollievo sotto forma di tagli dei tassi di interesse, ma dopo diversi rapporti sull’inflazione calda, la Fed intende mantenere i tassi di interesse più alti per un periodo più lungo.

Oggi, secondo Gallup, solo il 21% delle persone pensa che sia un buon momento per acquistare una casa, il livello più basso mai registrato.

READ  Futures azionari piatti prima del previsto aumento dei tassi della Fed

Costi abitativi Ora al secondo posto dietro solo l’inflazione come problema finanziario più importante che le famiglie americane devono affrontare.