Gennaio 25, 2022

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Masam. Erasmus+ continua in Italia per gli studenti delle scuole superiori

Essenziale
Il progetto Erasmus+ ha permesso agli studenti delle scuole superiori Jean-D’Arc di scoprire l’Italia attraverso un tema ecologico.

Lo scorso ottobre, la Jeanne-d’Arc High School di Mazamet ha accolto 15 studenti provenienti da Lettonia, Italia e Polonia per lanciare il programma Erasmus+: Learning in Circles on the Theme of Circular Economy. Il “movimento” a Mazamet si è concentrato sulla storia del riciclaggio. Recentemente, 5 studenti del secondo anno e 2 insegnanti del Liceo Jeanne-d’Arc hanno completato la loro seconda “Mobilità” in Italia. Il progetto è proseguito con una prospettiva più scientifica. Il programma più completo è stato seguito dalla delegazione francese. Gli studenti sono stati accolti dall’Istituto Tecnologico Place-Pascal-Commandini in Cecenia, nella regione Emilia-Romagna vicino al Mar Adriatico. La conferenza, tenutasi presso l’Istituto di Biologia Marina in Cecenia, una piccola città portuale, ha affrontato la protezione degli oceani associata all’inquinamento.

Viaggia all’insegna dello sviluppo sostenibile

Gli studenti hanno partecipato a un’altra conferenza con un tour virtuale del campus dell’azienda di riciclaggio Hera Lab di Chera, e si sono occupati di raccolta, recupero e riciclo degli imballaggi in legno in una presentazione della Federazione Nazionale Italiana di Relekno.

Gli studenti hanno inoltre visitato il Museo Ceceno per la Protezione dell’Ambiente e dell’Ambiente e la città di Bologna e la prestigiosa Biblioteca della Malesia della Cecena.

Non dimenticano la gastronomia italiana: piatina, pizza, pasta al ragu e gelato.

La delegazione europea è stata accolta dal sindaco della Cecenia, Enzo Latuka, che ha ricordato l’importanza di tenere conto di un altro stile di vita più ragionevole e responsabile per l’ambiente.

Durante tutto l’anno si lavora a sostegno del clima o della biodiversità e il Centro Documenti e Informazioni della scuola ospita una mostra della Fondazione Good Planet per lo sviluppo sostenibile. Gli studenti sono incoraggiati a sensibilizzare sulle questioni ambientali. I progetti Erasmus+ sono un’avventura straordinaria che continuerà se la situazione sanitaria in Polonia lo consentirà a febbraio.

READ  In Italia, il ritorno a scuola in piena ondata di omigron abbatte il personale docente