Giugno 19, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Lo sviluppatore di Ori Moon Studios ha valutato il posto di lavoro come "opprimente" in un nuovo rapporto

Lo sviluppatore di Ori Moon Studios ha valutato il posto di lavoro come “opprimente” in un nuovo rapporto

Foto: Moon Studios

Moon Studios, lo sviluppatore austriaco dietro o io Giochi, classificato come un luogo “opprimente” in cui lavorare in un nuovo rapporto.

secondo i giochiUn certo numero di dipendenti “attuali ed ex” credono che “l’atmosfera dietro le quinte” di Moon non corrisponda allo stile e alla calma dei suoi giochi. Questi problemi all’interno dello studio presumibilmente derivano dai fondatori Thomas Mahler e Gennadiy Korol.

Si presume che la cultura totalmente remota e “anti-aziendale” di Moon Studios abbia portato a casi di razzismo, sessismo e bullismo. Si sostiene inoltre che i fondatori abbiano utilizzato una struttura del posto di lavoro “aperta e onesta” per criticare pubblicamente il lavoro dei dipendenti, elogiando raramente il lavoro.

Il rapporto GamesBeat afferma che i dipendenti sono “malati” del comportamento inappropriato dei fondatori, ma nessuno a questo punto sta facendo causa a Moon Studios o ai responsabili. I risultati indicano anche un elevato turnover dei dipendenti, ma i fondatori stanno presumibilmente utilizzando il prestigio del gioco per contrastare questi problemi.

Questo fa parte della risposta ufficiale dei fondatori di Moon Studios al lungo rapporto:

“Moon Studios prospera da 12 anni. Ci siamo evoluti e abbiamo imparato molto in tutti questi anni. Siamo stati onorati di lavorare con così tante persone straordinarie ed estremamente talentuose. Siamo veramente grati e orgogliosi del nostro team, coloro che sono qui oggi così come quelli che hanno tempo in Moon e da allora sono passati ad altri progetti – e siamo contenti di aver fatto una differenza positiva nelle loro vite. Non siamo perfetti ma teniamo profondamente al nostro talento e lavoriamo costantemente difficile da migliorare. Se mettiamo a disagio qualcuno o deludiamo qualcuno, ce ne rammarichiamo e cercheremo sempre di fare meglio”.

Thomas Mahler e Gennady Korol

Ori e la foresta cieca È stato rilasciato su Switch nel 2019 e ne è seguito Ori e Will of Wisps Nel 2020. Entrambi i giochi sono stati acclamati sulla piattaforma Nintendo Hybrid.

READ  YouTube sta lanciando nuovi riproducibili a tutti gli utenti

Se ci sono sviluppi, ci assicureremo di farvelo sapere.