Dicembre 3, 2021

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

L’Italia fornirà la terza dose del vaccino a tutta la sua popolazione da gennaio

La terza dose di siero è stata finora riservata alle persone con malattie gravi, agli over 60 e agli operatori sanitari.

La terza dose del vaccino Covit 19 sarà aperta a tutti in Italia da gennaio, ha detto martedì il viceministro della Salute Pierpolo Celeri.

“Presumibilmente, una terza dose sarà necessaria per tutti”, ha detto a Airways Radio Capital.

Attualmente la terza dose è riservata ai malati critici, agli over 60 e agli operatori sanitari della penisola.

“La terza dose per tutti è da gennaio (continuerà)”, ha annunciato.

Tessera sanitaria obbligatoria per i lavoratori

Quasi 132.000 decessi sono stati segnalati in Italia da Govt-19 da febbraio 2020. Ad oggi sono state vaccinate circa 44,5 milioni di persone, ovvero l’82,3% della popolazione di età superiore ai 12 anni, e 1,1 milione di persone ha ricevuto il 3° farmaco.

Per controllare le epidemie e incoraggiare gli italiani a farsi vaccinare, il governo guidato da Mario Draghi ha introdotto una tessera sanitaria obbligatoria per tutti i lavoratori. Le tessere sanitarie vengono rilasciate a chi è stato vaccinato o si è recentemente ripreso dalla covit, ma in caso di test negativo il costo è a carico dei lavoratori.

In Francia, martedì una commissione parlamentare al Senato ha sollevato la questione di Olivier Véran, la terza dose per tutti. Il ministro della salute ha diffidato dei senatori.

“Questa domanda è particolarmente delicata. Se le autorità avranno l’orientamento per coordinare questa terza dose, solleverà questioni tecniche. Quando, se lo dico io, non significa che non sia possibile farlo”, ha spiegato il ministro.