Aprile 16, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

L’inflazione nel Regno Unito scende sotto il 10% per la prima volta da agosto

L’inflazione nel Regno Unito scende sotto il 10% per la prima volta da agosto

I dati sull’inflazione nel Regno Unito dipingono un quadro dell’economia britannica.

Bloomberg/Collaboratore/Getty Images

LONDRA – Il tasso di inflazione del Regno Unito è sceso bruscamente ad aprile, poiché i prezzi dell’energia sono diminuiti e l’impatto dell’invasione russa dell’Ucraina ha cominciato a scomparire dal confronto annuale dei prezzi al consumo.

L’inflazione dei prezzi al consumo è stata dell’8,7% su base annua, ha dichiarato mercoledì l’Office for National Statistics, in calo rispetto al 10,1% di marzo, ma superiore a una stima di consenso dell’8,2% da un sondaggio di economisti Reuters.

Il National Bureau of Statistics ha affermato nel suo rapporto che “i prezzi dell’elettricità e del gas hanno contribuito per 1,42 punti percentuali al calo annuale dell’inflazione ad aprile, poiché l’aumento dello scorso aprile è diminuito rispetto al confronto annuale, ma questa componente ha comunque contribuito per 1,01 punti percentuali all’inflazione annuale. “

“I prezzi di cibo e bevande analcoliche hanno continuato a salire ad aprile e hanno contribuito a un’inflazione annuale più elevata, tuttavia, il tasso di inflazione annuale per cibo e bevande analcoliche è diminuito, dal 19,2% dell’anno fino a marzo 2023, al 19,1% in l’anno fino ad aprile 2023.

Tuttavia, l’Office for National Statistics ha affermato che le stime del suo modello indicativo indicano che il tasso annuo di inflazione per alimenti e bevande analcoliche è ancora il secondo più alto registrato in oltre 45 anni.

Su base mensile, i prezzi al consumo sono aumentati dell’1,2%, al di sopra della stima di consenso dello 0,8%.

L’indice dei prezzi al consumo, compresi i costi delle abitazioni per i proprietari di case (CPIH), è aumentato del 7,8% nei 12 mesi fino ad aprile 2023, in calo rispetto all’8,9% di marzo, mentre l’IPC core (esclusi i prezzi volatili di energia, cibo, alcol e tabacco) è aumentato del 6,8. %, in aumento rispetto al 6,2% di marzo, che riguarderà la Bank of England.

READ  La polizia di Chicago afferma che un postino della USPS ha rubato un camion postale a South Pulaski nel Little Village dopo un tentativo di aggressione sessuale.

L’inflazione britannica è rimasta ostinatamente alta anche se l’economia ha sfidato le aspettative di una recessione, spingendo la Banca d’Inghilterra ad aumentare i tassi di interesse per la dodicesima volta consecutiva, al 4,5% nella sua ultima riunione all’inizio di questo mese.

Gli economisti si aspettano ampiamente un ulteriore aumento alla loro prossima riunione poiché l’inflazione rimane più stabile nel Regno Unito rispetto alle principali economie comparabili, mentre il mercato del lavoro rimane teso e il governatore Andrew Bailey avverte di una spirale dei prezzi salariali.

Martedì, Bailey ha riconosciuto ai legislatori che c’erano “molto grandi lezioni da imparare” dall’incapacità della banca di prevedere la forza e la persistenza dell’inflazione.

Mentre le famiglie britanniche continuano a fare i conti con l’aumento vertiginoso delle bollette alimentari ed energetiche, i lavoratori di una serie di settori hanno lanciato scioperi di massa negli ultimi mesi tra disaccordi su salari e termini.

La direzione giusta, ma la strada da percorrere è lunga

Suren Theroux, direttore dell’economia presso l’Institute of Chartered Accountants in Inghilterra e Galles, ha affermato che il ritorno al tasso di riferimento a una cifra indica che il Regno Unito ha “girato l’angolo” nella lotta all’inflazione.

Si aspetta cali più consistenti durante l’estate, quando il regolatore energetico britannico Ofgem dovrebbe abbassare il tetto sui prezzi dell’energia, portando a bollette più basse a partire da luglio.

“L’impatto negativo sulla domanda dei clienti da un mercato del lavoro freddo, tasse più elevate e l’effetto ritardato di tassi di interesse più elevati potrebbero significare che l’inflazione sta diminuendo più rapidamente di quanto previsto dalla Banca d’Inghilterra”, ha affermato.

READ  Futures Dow Jones: vendi azioni, Google e Tesla rinunciano ai punti di acquisto; Gli utili di Micron sono forti

“Il calo dell’inflazione ad aprile è abbastanza grande da consentire al MPC di mantenere i tassi di interesse fermi il mese prossimo, ma se continua a rischiare un eccessivo restringimento, potrebbe esacerbare la crisi del costo della vita e mettere sotto pressione le imprese”.

Richard Carter, capo della ricerca sugli interessi fissi presso Quilter Cheviot, ha affermato che l’autunno di mercoledì mostra che le cose stanno andando nella “direzione giusta”, ma ha osservato che c’è ancora “una strada molto lunga da percorrere” poiché l’inflazione rimane “sorprendentemente alta”.

Tuttavia, Carter ha osservato che tali riduzioni brusche sono improbabili nei prossimi mesi, in particolare se le recenti proiezioni del Fondo monetario internazionale di un’economia britannica più resiliente sono accurate.

“Mentre la Banca d’Inghilterra non ha promesso che si sta avvicinando alla fine di un ciclo di rialzi in termini di tassi di interesse, sarà sollevata nel vedere l’inflazione finalmente muoversi”, ha detto Carter.

“Finché la crescita dei salari continuerà ad aumentare, la Banca manterrà sul tavolo l’opzione di aumentare ulteriormente i tassi di interesse, soprattutto se l’inflazione core rimane costantemente elevata”.