Maggio 19, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

L'ex CEO di EA Peter Moore ha “serie domande” sul futuro delle console per videogiochi

L'ex CEO di EA Peter Moore ha “serie domande” sul futuro delle console per videogiochi

Peter Moore, ex dirigente di EA e Microsoft, afferma che ci sono “domande serie” da porsi sulle console per videogiochi e se esiste o meno un futuro per il tradizionale sistema di console domestiche.

Moore – che ha ricoperto ruoli senior presso EA, Microsoft e Sega prima di lasciare completamente i giochi per unirsi al Liverpool FC nel 2017 – ha riflettuto sulle perdite subite ogni volta che c'è una nuova generazione di console, suggerendo che sia “le aziende che i giocatori” si stanno chiedendo se o no. I giocatori non “hanno davvero bisogno di spendere quello che potrebbero essere cinque o $ 600 su un componente hardware dedicato solo per giocare”.


Telegiornale: Perché ci sono così tanti licenziamenti nel settore dei giochi?

Telegiornale: Perché ci sono così tanti licenziamenti nel settore dei giochi?

“Penso che sia una domanda davvero seria quella che viene posta, ne sono sicuro a Tokyo, a Redmond, a Washington, a Kyoto”, ha detto Moore ad un felice Wes Yin-Poole alla conferenza. IGN. “Questo è ciò su cui tutti stanno lavorando adesso, perché quando si avvia la prossima generazione, bisogna essere pronti ad assorbire miliardi di dollari in perdite.

“E l'industria, alla luce di tutti i licenziamenti e di tutto ciò che stiamo attraversando ora, è preparata per questo? Guarda la Sony che licenzia 900 persone, molte delle quali nel Regno Unito.”

Riflettendo sull'impatto dell'intelligenza artificiale, Moore ha aggiunto: “Queste aziende sono pronte a puntare su un altro giro di miliardi? Allo stesso tempo, vi state preparando per un altro giro in cui i giocatori potrebbero non semplicemente abbracciare la console e dire: 'Sai cosa ?” Non ne ho bisogno. I tempi sono… duri. Ho il mio telefono e mi godo ciò che ho sul telefono. Ci sono moltissimi giochi a cui posso giocare. E se fallisce, ovviamente ho il mio PC o il mio Mac, posso fare tutto ciò che devo fare lì. E ho davvero bisogno di “spendere forse cinque o $ 600 su un componente hardware dedicato solo per giocare? Quindi, sia le aziende che i giocatori stessi sono interessati a facendo questa domanda.”

READ  La nuova metrica anti-cheat di Call of Duty: Warzone offre ai giocatori uno "scudo dannoso" contro gli imbroglioni

Moore ha lasciato EA per assumere il ruolo di CEO presso il Liverpool Football Club nel 2017, allontanandosi da una carriera nei videogiochi iniziata con Sega ai tempi del Dreamcast e ricoprendo ruoli senior presso Microsoft ed EA.

“La passione è essenziale per tutti noi di Electronic Arts”, ha scritto il CEO di EA Andrew Wilson nella dichiarazione ufficiale confermando la partenza di Moore. “È ciò che ci fa alzare la mattina e ci spinge a fare cose straordinarie. E se hai mai incontrato Peter Moore, sai che porta letteralmente sulla manica la sua passione per il Liverpool FC. Quindi è con grande piacere che ci congratuliamo Peter nel realizzare il suo sogno di diventare il prossimo amministratore delegato del club. Il mio amato Liverpool Football Club.”

Nel 2020, Moore è diventato consigliere di Ryan Reynolds, Rob McIlhenny e Wrexham AFC.