Giugno 19, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

L’aumento dei prezzi al consumo negli Stati Uniti sta rallentando;  L’inflazione core è costante

L’aumento dei prezzi al consumo negli Stati Uniti sta rallentando; L’inflazione core è costante

  • I prezzi al consumo sono aumentati dello 0,1% a maggio. Aumento del 4,0% su base annua
  • L’IPC core è aumentato dello 0,4%; Aumento del 5,3% anno su anno

WASHINGTON (Reuters) – I prezzi al consumo negli Stati Uniti sono saliti appena a maggio e l’aumento annuo dell’inflazione è stato il più basso in oltre due anni, sebbene le pressioni sui prezzi di fondo siano rimaste forti, a sostegno dell’opinione che la Federal Reserve manterrà i tassi di interesse invariati. Mer con l’adozione di una linea dura.

L’aumento minore del previsto dell’indice dei prezzi al consumo, riportato martedì dal Dipartimento del lavoro, riflette i costi inferiori per prodotti e servizi energetici, tra cui benzina ed elettricità. Ma gli affitti sono rimasti stabili ei prezzi di auto e camion usati sono aumentati. Il rapporto è stato pubblicato mentre i funzionari della Federal Reserve hanno dato il via a una riunione politica di due giorni.

“Un rallentamento moderato offre alla Federal Reserve spazio per trattenere i suoi aumenti dei tassi di interesse questa settimana”, ha affermato Kathy Bostancic, capo economista di Nationwide a New York. “Tuttavia, se i dati economici continuano a sorprendere al rialzo e l’inflazione rimane stabile, la porta è aperta per un altro aumento dei tassi nei prossimi mesi, già a luglio”.

L’indice dei prezzi al consumo è salito dello 0,1% il mese scorso dopo l’aumento dello 0,4% di aprile. I prezzi della benzina sono diminuiti del 5,6%, mentre l’elettricità è diminuita per il terzo mese consecutivo. Anche il costo del gas di servizio è inferiore.

Tuttavia, i prezzi dei prodotti alimentari sono aumentati dello 0,2% dopo essere rimasti invariati per due mesi consecutivi mentre i prezzi di frutta, verdura, bevande analcoliche e altri prodotti alimentari sono aumentati. Ma carne e pesce sono costati meno, mentre le uova sono scese del 13,8%, il massimo dal gennaio 1951.

READ  Un accordo umanitario potrebbe ridurre il “divario di percezione” tra l’intelligenza artificiale e l’intelligenza artificiale di Microsoft

Nei dodici mesi fino a maggio, l’IPC è salito del 4,0%. Questo è stato il più piccolo aumento su base annua da marzo 2021 ed è stato seguito da un aumento del 4,9% ad aprile.

Grafica Reuters

L’indice annuale dei prezzi al consumo ha raggiunto il picco del 9,1% nel giugno 2022, il maggiore aumento dal novembre 1981, e sta diminuendo poiché l’impennata dello scorso anno è inferiore ai conti.

Gli economisti intervistati da Reuters si aspettavano che l’indice dei prezzi al consumo salisse dello 0,2% il mese scorso e guadagnasse il 4,1% su base annua.

Il presidente Joe Biden ha accolto con favore la moderazione dei prezzi. “Anche se c’è ancora molto lavoro da fare… non sono mai stato così ottimista sul fatto che i nostri giorni migliori ci attendono”, ha dichiarato Biden in una nota.

Le azioni sono salite a Wall Street, con gli indici S&P 500 e Nasdaq che hanno toccato i massimi di un anno. Il dollaro è sceso contro un paniere di valute. I tassi del Tesoro USA sono aumentati dopo i dati.

Graduale rallentamento

I dati di questo mese hanno mostrato la resilienza del mercato del lavoro, con i salari non agricoli in forte aumento a maggio. Mentre il tasso di disoccupazione è salito al massimo di sette mesi del 3,7%, rispetto al minimo di 53 anni del 3,4% di aprile.

Un residente acquista fragole in un mercato locale nel centro di San Francisco, California, USA, 13 luglio 2022. REUTERS/Carlos Barrea

Gli economisti ritengono che l’inflazione graduale e il rallentamento del mercato del lavoro diano alla Federal Reserve il margine di manovra per aumentare i tassi di interesse mercoledì per la prima volta da marzo 2022, quando la banca centrale degli Stati Uniti ha intrapreso la sua più rapida campagna di inasprimento monetario in oltre 40 anni.

READ  5 titoli al dettaglio che potrebbero brillare in un rallentamento

La Fed, che ha alzato i tassi di interesse di 500 punti base in questo ciclo di inasprimento, dovrebbe lasciare la porta aperta per ulteriori aumenti dei tassi.

Grafica Reuters

Gli economisti sostengono che la Fed dovrebbe sospendere ulteriori rialzi dei tassi mentre valuta l’impatto delle misure adottate finora per moderare la domanda.

L’inflazione complessiva sta rallentando, grazie ai costi energetici e alimentari. I prezzi delle materie prime alimentari sono tornati ai livelli visti prima dell’invasione russa dell’Ucraina nel febbraio 2022. I prezzi delle materie prime sono scesi dello 0,2% a maggio dopo essere aumentati dello 0,6% nel mese precedente. Ma l’inflazione si sta dimostrando piatta ad eccezione di queste categorie volatili, ancora ben al di sopra dell’obiettivo del 2% della Fed.

Il presunto CPI core è aumentato dello 0,4% a maggio, con lo stesso margine per il terzo mese consecutivo. Il costo dei servizi è salito dello 0,3% dopo essere salito dello 0,2%.

L’affitto equivalente dei proprietari (OER), una misura dell’importo che i proprietari di case pagheranno per l’affitto o guadagneranno dall’affitto delle loro proprietà, è aumentato dello 0,5% per il terzo mese consecutivo. Tuttavia, con il tasso di immobili sfitti salito al massimo degli ultimi due anni nel primo trimestre e misure indipendenti che mostrano una tendenza al ribasso degli affitti, quest’anno è previsto un rallentamento. Le azioni di locazione nel CPI tendono a ritardare le misure indipendenti di diversi mesi.

I prezzi dei biglietti aerei sono diminuiti del 3,0%. I servizi esclusa l’energia sono aumentati dello 0,4%, eguagliando il guadagno di aprile.

Secondo i calcoli degli economisti, i prezzi dei servizi essenziali al di fuori delle abitazioni sono aumentati dello 0,2% dopo l’aumento dello 0,1% di aprile. Il cosiddetto supercore è monitorato dai responsabili politici, sebbene si concentrino maggiormente sull’azione corrispondente nei dati dell’indice dei prezzi PCE.

READ  Rupert Murdoch intende ritirarsi dai consigli di amministrazione di Fox e News Corporation

Auto e camion usati sono aumentati del 4,4% dopo essere aumentati dello stesso margine ad aprile. L’aumento, che riflette l’impatto ritardato degli aumenti dei prezzi d’asta durante l’inverno e l’inizio della primavera, ha contribuito all’aumento dei prezzi delle materie prime dello 0,6% per il secondo mese consecutivo.

Ma i mobili per la casa sono scesi dello 0,6%, il primo calo in quasi due anni e anche il calo maggiore dall’agosto 2009. Dopo maggio, tuttavia, l’inflazione complessiva dovrebbe rallentare, trainata da una moderazione degli affitti e da una ripresa dei prezzi più bassi per le auto usate e camion.

Nei dodici mesi fino a maggio, il CPI core è aumentato del 5,3%. Questo è stato l’aumento più piccolo da novembre 2021 e ha seguito un aumento del 5,5% ad aprile.

“Prevediamo un significativo rallentamento dei prezzi core nei prossimi mesi”, ha affermato Michael Pugliese, capo economista di Wells Fargo a New York. “Tuttavia, i progressi direzionali non devono essere confusi con la missione compiuta. C’è molto terreno da percorrere nella lotta contro l’inflazione, che dovrebbe impedire alla Fed di tagliare i tassi di interesse fino al 2024”.

(Segnalazione di Lucia Mutecani) Montaggio di Chizu Nomiyama, Paul Simao e Andrea Ricci

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.