Giugno 21, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

La spazzatura spaziale della Stazione Spaziale Internazionale ritorna sulla piattaforma di batterie atmosferiche della Terra

La spazzatura spaziale della Stazione Spaziale Internazionale ritorna sulla piattaforma di batterie atmosferiche della Terra

Una piattaforma di spedizione dopo essere stata lanciata dal braccio robotico Canadarm2 nel 2021.

Una piattaforma di spedizione dopo essere stata lanciata dal braccio robotico Canadarm2 nel 2021.
immagine: NASA

Venerdì 8 marzo, un lotto di batterie usate della Stazione Spaziale Internazionale (ISS) è rientrato nell'atmosfera terrestre sopra il Golfo del Messico dopo un inaspettato viaggio in orbita.

Il pallet contiene nove batterie e pesa 2,9 tonnellate. È stato È stato lanciato dal braccio robotico Canadarm2 nel marzo 2021 Da allora si è diretto verso la Terra in un rientro incontrollato. La caotica caduta in orbita si è finalmente conclusa la scorsa settimana quando la piattaforma cargo è rientrata l'8 marzo intorno alle 15:29 ET da qualche parte sopra Cancun e Cuba, secondo Jonathan McDowellun astrofisico che stava seguendo le tracce di un pezzo di spazzatura sulla Stazione Spaziale Internazionale.

Tuttavia, non è chiaro se l’intera piattaforma sia bruciata durante il suo ritorno attraverso l’atmosfera terrestre o se alcune parti di essa siano sfuggite al calore. IL Agenzia spaziale europea Anche l'Agenzia spaziale europea stava monitorando il ritorno del pallet e stimava che alcune parti avrebbero potuto raggiungere la Terra, ma la probabilità di colpire qualcuno era molto bassa. Non ci sono state segnalazioni di feriti o danni da quando l'oggetto è tornato sulla Terra.

Il pallet è l'oggetto più grande mai lanciato dalla Stazione Spaziale Internazionale. È stato lanciato sulla stazione spaziale nel maggio 2020 da una nave cargo giapponese per aiutare gli astronauti a sostituire le vecchie batterie al nichel-idrogeno con nuove e più efficienti batterie agli ioni di litio. Queste batterie immagazzinano l'energia raccolta dai pannelli solari della stazione.

Non doveva finire così per le vecchie batterie, che avrebbero dovuto essere collocate all'interno di una nave cargo giapponese HTV per il corretto smaltimento. Tuttavia, l’arretrato nello smaltimento di questo tipo di apparecchiature dalla Stazione Spaziale Internazionale ha costretto la NASA a gettare semplicemente le batterie in una piattaforma di ricarica utilizzando il braccio robotico della Stazione Spaziale, con conseguente loro restituzione incontrollata.

Il rientro incontrollato di oggetti massicci come una piattaforma batteria è abbastanza raro, e la maggior parte degli oggetti che vanno incontro alla loro morte di solito bruciano attraverso l'atmosfera terrestre senza lasciare traccia dietro di sé. Le agenzie spaziali in genere accettano una soglia di probabilità di 1 su 10.000 per il rischio di infezione da un singolo rientro incontrollato, secondo Agenzia spaziale europea. Poiché l’industria spaziale continua a crescere, potrebbe diventare più difficile monitorare chi aderisce alle regole, il che potrebbe portare alla fine a nuove normative.

Per ulteriori viaggi nello spazio nella tua vita, seguici X Un segnalibro personalizzato per Gizmodo Pagina del volo spaziale.

READ  Un nuovo avvincente video mostra un elicottero da record che sorvola Marte