Giugno 25, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

La Russia afferma di aver abbattuto droni lanciati dall’Ucraina su Crimea e Kursk

La Russia afferma di aver abbattuto droni lanciati dall’Ucraina su Crimea e Kursk

4 giugno (Reuters) – La Russia ha dichiarato domenica di aver intercettato nove droni sulla Crimea e uno sulla città di Sudzha nella regione meridionale di Kursk, in attacchi quasi quotidiani all’interno del Paese o sul territorio controllato da Mosca.

Un funzionario russo sulla penisola che Mosca ha annesso all’Ucraina nel 2014 ha affermato che cinque droni sono stati abbattuti e quattro di loro sono stati bloccati e hanno mancato i loro obiettivi a Dzhankoy in Crimea.

Il governatore della regione di Kursk al confine con l’Ucraina ha dichiarato sull’app di messaggistica Telegram che un drone ucraino è stato abbattuto sopra Suga nel corso della giornata.

Reuters non ha potuto verificare in modo indipendente i rapporti.

Gli attacchi hanno fatto seguito a diversi attacchi alla regione di confine russa di Belgorod e alle infrastrutture petrolifere all’interno del paese, nonché a un attacco di droni contro i ricchi quartieri di Mosca all’inizio della settimana.

Kiev ha negato di aver attaccato Mosca e l’Ucraina non ha quasi mai rivendicato la responsabilità di attacchi in altre parti della Russia e sul territorio ucraino controllato dalla Russia.

I funzionari hanno detto che non ci sono state vittime negli attacchi dei droni di domenica. A Dzhankoy, le finestre sono state rotte in diverse case, ha detto Sergei Aksionov, capo dell’amministrazione sostenuta dalla Russia per la Crimea, nell’app di messaggistica Telegram.

Ha aggiunto che un drone inesploso è stato trovato sul territorio di una casa residenziale, costringendo all’evacuazione temporanea di circa 50 persone nella zona.

La Russia ha una base aerea militare vicino a Djankoy. Funzionari ucraini affermano da tempo che la città e le aree circostanti sono state trasformate nella più grande base militare di Mosca in Crimea.

READ  Un diplomatico americano si chiede se il ministro della Difesa cinese sia agli “arresti domiciliari”

(Segnalazione di Lydia Kelly da Melbourne); Montaggio di William Mallard, Nick McPhee e Diane Craft

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.