Febbraio 22, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

La prima nave da crociera cinese a salpare da Shanghai

La prima nave da crociera cinese a salpare da Shanghai

Rimani informato con aggiornamenti gratuiti

La prima grande nave da crociera cinese costruita a livello nazionale ha iniziato il suo viaggio commerciale inaugurale, un momento accolto favorevolmente dalle autorità desiderose di ridurre il dominio dei costruttori navali europei nel settore delle crociere.

L'Adora Magic City da 135.500 tonnellate, costruita da una joint venture tra la China Shipbuilding Corporation e la statunitense Carnival Corporation, è salpata lunedì da Shanghai alla Corea del Sud e al Giappone prima di tornare sette giorni dopo.

Con più di 20 ristoranti e bar, palme al coperto, un teatro da quasi 1.000 posti e un centro commerciale di 2.000 metri quadrati, la nave ha 16 ponti e può trasportare 5.246 passeggeri, secondo la Shanghai Waigaoqiao Shipbuilding Company di CSSC. Gli addetti ai lavori del settore avevano precedentemente affermato che oltre l’80% dei biglietti era stato venduto per il volo inaugurale.

L'agenzia di stampa ufficiale cinese Xinhua ha definito la nave un “gioiello della corona”. “La capacità di costruire tali navi incarna la forza industriale di qualsiasi paese”, ha aggiunto Xinhua.

Alexis Papathanasis, professore di gestione del turismo da crociera presso l'Università Hochschul di Bremerhaven in Germania, ha affermato che questo momento segnala che “la capacità e l'abilità di costruire enormi navi da crociera in Cina” stanno diventando una realtà.

Brian King, professore di turismo e ospitalità alla Texas A&M University, ha affermato che ciò indica “una prova tangibile” del progresso tecnologico abbinato al mercato dei viaggi di consumo “ampio e sempre più sofisticato” della Cina.

READ  American Airlines e Spirit hanno abbassato le previsioni sugli utili estivi a causa dei costi

Il dominio della Cina nella costruzione navale globale – principalmente navi portacontainer, navi portarinfuse e petroliere – è stato alimentato da massicci sussidi governativi, vasti cantieri navali, bassi costi di manodopera e dalla determinazione del leader cinese Xi Jinping a far risalire il paese nella catena del valore in mezzo alle tensioni commerciali con gli Stati Uniti. . . Ma una manciata di costruttori navali europei hanno un vantaggio competitivo in mercati di nicchia come quello della costruzione di navi da crociera.

Quattro quinti delle navi da crociera ordinate tra il 2024 e il 2029 saranno costruite da uno dei maggiori costruttori navali europei: Fincantieri, Chantiers de l'Atlantique, Meyer Werft o Meyer Turku, secondo i dati compilati dalla società commerciale Cruise Industry News. Editoria.

La produzione di navi da crociera è considerata più complessa a causa della complessità della progettazione e dell’assemblaggio e della necessità di garantire il comfort e la sicurezza dei passeggeri. “La Cina ha molti vantaggi nella costruzione di navi da crociera. . . .[which]“Questi sforzi comportano tipicamente sussidi governativi e la Cina è ben posizionata per mobilitarsi rapidamente e su larga scala”, ha affermato King.

L’anno scorso, la Cina ha anche lanciato per la prima volta un aereo passeggeri di fabbricazione nazionale, il C919, sviluppato dall’azienda statale COMAC. Ma entrambi si affidavano a fornitori occidentali per i componenti: CSSC ha firmato un accordo con il costruttore navale italiano Fincantieri per sostenere la costruzione di Adora Magic City.

“Ci vorrà almeno un decennio perché gli operatori crocieristici cinesi si sviluppino [their] “Lo sviluppo della flotta e della capacità di servizio corrisponderà alla consolidata flotta occidentale”, ha affermato Con Cao, direttore senior della società di consulenza Reddal.

READ  Inizia l'espansione di 100 ettari di Giga Berlin di Tesla: rapporto

Anche la domanda di crociere potrebbe indicare una ripresa del mercato turistico cinese. Con solo 40 milioni di viaggi in uscita nella prima metà del 2023, il turismo cinese deve ancora riprendersi per avvicinarsi al livello di 155 milioni di viaggi nel 2019.

Secondo la Cruise Lines International Association, un ente commerciale del settore, nel 2019, circa 2 milioni di turisti cinesi hanno fatto una crociera, rispetto ai 14 milioni di persone provenienti dagli Stati Uniti. Nel 2022 in Cina il numero è diminuito di oltre il 99%.

Joel Katz, amministratore delegato di CLIA per Australia e Asia, prevede un ritorno alla “forza pre-pandemia entro il 2025”. Anche le crociere internazionali stanno tornando in Cina, tra cui Royal Caribbean e MSC Crociere, ha affermato Cleo Liu, direttore generale del settore crociere di una delle più grandi agenzie di viaggio online cinesi, Trip.com.

La Cina ha già iniziato la costruzione di una seconda enorme nave da crociera. “Prima che il numero di navi di fabbricazione cinese raggiunga una massa critica, le crociere occidentali continueranno a dominare in termini di capacità di carico”, ha affermato Cathy Hsu, professoressa al Politecnico di Hong Kong.

CSSC e Adora Cruises non hanno risposto a una richiesta di commento sui dettagli del viaggio inaugurale di Adora Magic City e sui piani di costruire navi da crociera in Cina.