Giugno 13, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

La cinese Evergrande, uno sviluppatore gigante, dichiara bancarotta

La cinese Evergrande, uno sviluppatore gigante, dichiara bancarotta

China Evergrande, il colosso dello sviluppo immobiliare, giovedì ha presentato istanza di protezione dal fallimento, più di due anni dopo essere stata inadempiente per il pagamento del debito.

Il crollo dell’azienda nel 2021 ha fatto seguito alle inadempienze degli sviluppatori più piccoli e ha segnato l’inizio di un lento declino per il settore immobiliare cinese che ora minaccia di danneggiare l’economia più ampia del paese. Un altro gigante dello sviluppo, Country Garden, sta per dichiararsi inadempiente dopo aver fallito nell’effettuare i pagamenti agli istituti di credito e aver trattenuto 200 miliardi di dollari in fatture non pagate.

La petizione di fallimento di Evergrande, depositata presso il tribunale fallimentare degli Stati Uniti per il distretto meridionale di New York, arriva mentre la società continua a cercare di cancellare livelli vertiginosi di debito. Alla fine dello scorso anno, Evergrande ha riportato impegni per un totale di 335 miliardi di dollari.

La società, che ha filiali con attività negli Stati Uniti, sta negoziando con i suoi creditori a Hong Kong e nelle Isole Vergini britanniche. Venerdì ha affermato in una dichiarazione che “sta andando avanti con la ristrutturazione del debito estero come previsto” e sta cercando l’approvazione del tribunale statunitense.

Il fatto che Evergrande stia ancora negoziando con i suoi creditori è un segno del lento crollo del mercato immobiliare cinese.

Lungo il percorso principale per milioni di cinesi per creare ricchezza, il settore immobiliare si è effettivamente fermato a causa di un cambiamento nella politica del governo diversi anni fa per raffreddare il mercato immobiliare. Il leader cinese Xi Jinping ha ordinato che le case siano per vivere, non per speculare. Poi, nel 2020, il governo ha represso l’eccessivo indebitamento, che ha limitato la capacità delle società immobiliari di raccogliere fondi e ha portato a una serie di insolvenze.

READ  GE Appliances di Haier richiama il congelatore a fondo, i frigoriferi con porte francesi a causa del rischio di caduta

Il cambiamento di politica ha compensato nettamente un mercato immobiliare abbondante decennale che è andato di pari passo con l’ascesa della Cina come potenza economica globale, ma è stato rovinato dalla costruzione eccessiva e da pratiche finanziarie rischiose.

Gli acquirenti di case spesso stipulavano mutui per acquistare appartamenti prima che la costruzione fosse completata, fornendo agli sviluppatori un flusso costante di entrate che utilizzavano per gestire e costruire più case. Con il rallentamento del mercato, i consumatori rimangono indebitati e senza una casa da mostrare.

Evergrande aveva venduto 720.000 appartamenti che non erano ancora stati completati entro la fine dello scorso anno, secondo la società di ricerca Gavekal Dragonomics.

In aggiunta ai problemi del mercato immobiliare, l’economia complessiva della Cina, la seconda più grande del mondo, sta lottando per riprendersi dopo tre anni di dure misure “zero Covid” che hanno lasciato le aziende diffidenti nei confronti delle assunzioni, i consumatori riluttanti a spendere, le scorte sofferenti e i proprietari di case diffidenti nell’acquistare. .

“Il settore immobiliare cinese ha subito una correzione senza precedenti”, hanno scritto questa settimana gli analisti di Nomura in una nota di ricerca.

Country Garden, che ha affermato di aspettarsi che le perdite nella prima metà di quest’anno salgano a 7,6 miliardi di dollari, secondo una stima deve ancora completare quasi 1 milione di appartamenti in centinaia di città della Cina.

I commentatori sui social media cinesi questa settimana hanno reagito con rabbia alla notizia della recessione finanziaria di Country Garden, alcuni invocando il doloroso ricordo del fallimento di Evergrande due anni fa.

Alexandra Stephenson E Daisuke Wakabayashi Contribuire alla redazione dei report.

READ  Le azioni chiudono poco cambiate dopo il forte rapporto sull'occupazione