Febbraio 22, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

La calotta glaciale della Groenlandia potrebbe perdere il 20% in più di ghiaccio rispetto a quanto misurato in precedenza

La calotta glaciale della Groenlandia potrebbe perdere il 20% in più di ghiaccio rispetto a quanto misurato in precedenza

È noto che la calotta glaciale della Groenlandia in espansione si è ridotta, soprattutto a partire dagli anni ’90, a causa del riscaldamento globale dovuto ai cambiamenti climatici. È un destino condiviso dalla calotta glaciale antartica e dai ghiacciai di tutto il mondo. Ora, un nuovo studio ha rivelato che manca circa il 20% in più della calotta glaciale della Groenlandia rispetto a quanto mostrato dalle stime precedenti.

Il ghiaccio mancante si stava staccando e sciogliendo dalle punte dei ghiacciai intorno alla Groenlandia. nuova ricerca, Pubblicato mercoledì sulla rivista NatureFornisce un resoconto dettagliato di un processo che gli scienziati sapevano stesse accadendo ma che avevano faticato a misurare in modo completo.

“Quasi tutti i ghiacciai della Groenlandia si stanno ritirando. Questa storia è vera ovunque si guardi”, ha detto Chad Green, glaciologo del Jet Propulsion Laboratory della NASA e autore principale dello studio. “Questo ritiro sta accadendo ovunque e simultaneamente.”

Poiché le estremità di questi ghiacciai si trovano generalmente sotto il livello del mare, all’interno di fiordi profondi, il loro ritiro non aggiunge direttamente una quantità significativa all’innalzamento del livello del mare. Ma lo scioglimento dei ghiacci aggiunge comunque un afflusso di acqua dolce, che ha implicazioni sui modelli e sulle proiezioni climatiche globali e sul sistema di correnti oceaniche che regolano le temperature su entrambe le sponde dell’Atlantico.

Il team del dottor Green ha raccolto più di 200.000 osservazioni delle estremità dei ghiacciai, che coprono quasi tutta la Groenlandia, sulla base di immagini satellitari scattate dal 1985 al 2022. I ricercatori hanno utilizzato osservazioni da set di dati pubblici esistenti e li hanno combinati per creare una vista a volo d'uccello. Dal restringimento dei bordi della calotta glaciale della Groenlandia negli ultimi 40 anni.

READ  L'equipaggio di astronauti privati ​​Axiom Mission 1 si è sparso in sicurezza vicino alla Florida

“Fornisce un nuovo set di dati davvero importante che cattura la scala reale dell’intera calotta glaciale della Groenlandia“,” ha detto Laura LaRocca, scienziata del clima presso l'Arizona State University che ha studiato anche i ghiacciai della Groenlandia ma non è stata coinvolta in questo progetto.

Le stime precedenti della variazione delle dimensioni della calotta glaciale della Groenlandia si basavano su tre tipi di misurazioni: l’altezza della superficie della calotta, la velocità del ghiaccio che passa attraverso posizioni fisse e l’attrazione gravitazionale causata dalla massa della calotta.

Combinando diverse di queste stime, gli scienziati hanno raggiunto un consenso sul fatto che la Groenlandia ha perso un totale di Quasi cinquemila miliardi di tonnellate Ghiaccio dal 1992.

Questi metodi tradizionali possono monitorare il contributo della calotta glaciale all’innalzamento del livello del mare: ca 13 mm o mezzo pollice, Finora. Ma non catturano tutto ciò che accade ai margini, ai piedi di centinaia di ghiacciai che scorrono attraverso i numerosi fiordi dell'isola. Secondo il nuovo studio, questo processo, chiamato ritiro dell’estremità glaciale, rappresenta la perdita di ulteriori trilioni di tonnellate di ghiaccio.

Questa quantità è approssimativamente equivalente a un cubetto di ghiaccio Copre un'area più grande di Manhattan e più alta del Monte EverestSecondo l'Agenzia spaziale europea.

Solo un ghiacciaio sugli oltre 200 studiati dal 1985 si è espanso in modo permanente, ma i suoi guadagni sono stati piccoli rispetto alle perdite riscontrate altrove.

L'erosione delle estremità di questi ghiacciai ha un effetto indiretto sul livello del mare. Il dottor Green ha paragonato il ritiro dell'estremità di un ghiacciaio alla separazione dei canali di scolo, che consente all'intero ghiacciaio di scorrere più velocemente e in modo più sottile, accelerando anche lo scioglimento delle parti sopra il livello del mare.

READ  Le comete "rimbalzanti" potrebbero essere in grado di diffondere la vita in tutto l'universo

Quindi, anche se questo studio non misura un’aggiunta diretta all’innalzamento del livello del mare, molto probabilmente stiamo misurando una causa dell’innalzamento del livello del mare.

L’ulteriore perdita di ghiaccio in Groenlandia è importante anche per altri motivi.

Una volta che il ghiaccio si scioglie, aggiunge una grande quantità di acqua dolce all’oceano, indebolendo potenzialmente un importante sistema di correnti oceaniche chiamato circolazione di ribaltamento dell’Atlantico. Questo sistema include la Corrente del Golfo, che porta le calde acque tropicali lungo la costa sud-orientale degli Stati Uniti e attraverso l'Atlantico fino all'Europa, contribuendo a temperature relativamente miti in quella zona.

Le estremità fatiscenti dei ghiacciai della Groenlandia sono state in qualche modo trascurate mentre gli scienziati si concentrano sul problema urgente dell’innalzamento del livello del mare. Aiuterà gli scienziati a comprendere meglio il sistema climatico nel suo complesso e il modo in cui il riscaldamento globale è distribuito nell’atmosfera, ha affermato Vincent Verjans, glaciologo presso il Centro IBS per la fisica climatica dell’Università nazionale di Busan in Corea del Sud, che ha esaminato lo studio. Oceano e calotte glaciali.

Il dottor Vergans ha detto che si tratta di un argomento “appena trattato”, ma “importante”.