Luglio 15, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Jimmy Williams muore all'età di 80 anni

Jimmy Williams muore all'età di 80 anni

Jimmy Williams muore all'età di 80 anni

\n\n”, “providerName”: “Twitter”, “providerUrl”: “https://twitter.com”, “thumbnail_url”: null, “type”: “oembed”, “width”: 550, “contentType “rich”: “”},{“__typename”: “Markdown”, “content”: “Conosciuto come un allenatore di talento – un ruolo a cui non ha mai rinunciato, anche quando poteva – Williams ha vinto 86 o più partite in ciascuna delle sue tre inizia le stagioni complete a Toronto.\n\nNel 1987, la Williams vinse il record di 96 partite in carriera. Tuttavia, questa stagione sarà ricordata anche per la sconfitta delle ultime sette partite da parte dei Jays e per la conquista del titolo dell'American League East da parte dei Tigers nell'ultima partita della stagione.\n\nI Blue Jays si separarono dal loro allenatore dopo appena 36 partite nella stagione 1989. Williams seguì il suo caro amico Bobby Cox (lavorarono insieme anche a Toronto) ad Atlanta nel 1991 e servì come allenatore della terza base per il campione delle World Series Braves nel 1995.\n n\nNel 1997, Williams ha avuto l'opportunità di allenare in uno dei mercati più importanti del baseball quando i Red Sox lo hanno assunto.\n\nDurante la sua conferenza stampa introduttiva al Fenway Park, Williams ha dimostrato la sua natura popolare quando disse: “Se una rana avesse le ali, non si schianterebbe il suo bottino.”” “type”:text”},{“__typename”:”Markdown”,”content”:”:* Top 5 Red Allenatori dei Sox: l'opinione di Browne”,”type”:text”},{“__typename”: “: “Markdown”, “content”: “Per Williams, gli anni dei Red Sox sono stati ricordati molto meglio per i risultati ottenuti sul campo che per per le sue bizzarre conversazioni individuali con la stampa.\n\nDurante quel periodo, Williams gestì Boston per l'inizio della popolarissima era Nomar Garciaparra/Pedro Martinez nella nazione dei Red Sox. Williams di Boston raggiunse la postseason come AL Wild Inserimento della carta nel 1998 e di nuovo nel 1999.”,”type”: text”},{“__typename”: “OEmbed”, “html”: “

Come manager dei Red Sox dal 1997 al 2001, Jimmy Williams è stato un vero appuntamento fisso e leader dei Red Sox.

Mandiamo il nostro affetto alla famiglia Williams. pic.twitter.com/HPRWGw4XqE

– Red Sox (@RedSox) 29 gennaio 2024

\n\n\n”, “providerName”: “Twitter”, “providerUrl”: “https://twitter.com”, “thumbnail_url”: null, “type”: “oembed”, “width”: 550, “contentType”: “rich”},{“__typename”: “Markdown”, “content”: “Anche se i Red Sox hanno perso la superstar Mo Vaughn a causa della free agency dopo la stagione 1998 e non hanno trovato un produttore di punta che lo sostituisse” Per Grazie ai suoi sforzi, Williams è stato premiato come Allenatore dell'anno dell'AL nel 1999. Williams rimane l'ultimo allenatore di Boston a guadagnarsi questo riconoscimento nonostante i Sox abbiano vinto quattro titoli delle World Series nel 21° secolo.\n\nMentre i Red Sox del a metà degli anni 2000 ha sviluppato una cultura di recupero da enormi deficit post-stagionali, parte di questa mentalità è iniziata con la squadra della Williams del 1999, che ha ribaltato la situazione su Cleveland dopo aver perso le prime due partite della AL Championship Series.\n\nNel 2004, Kevin Millar ha detto a chiunque lo avesse ascoltato prima della partita 4 dell'AL Championship Series: “Non lasciarci vincere stasera!”\n\n nMentre le telecamere erano dappertutto su Millar, rendendolo un momento speciale, la Williams, molto meno sottovalutata, ha fatto qualcosa simile cinque anni fa in una partita dell'ALDS contro Cleveland.\n\nI suoi giocatori hanno ripetutamente detto: “Faresti meglio a spazzarci via!” In altre parole, se Cleveland non riesce a eliminare i Red Sox quando ne avrà la possibilità, Boston tornerà forte.\n\nNella classica Gara 5, Martinez è tornato da un infortunio alla spalla destra che ha interrotto la sua partenza in Gara 1. Ha lanciato sei inning senza successo al bullpen. Troy O'Leary ha segnato due homer, incluso un grande slam. I Red Sox hanno ottenuto una wild card 12-8 per avanzare all'ALCS contro gli Yankees.”, “type”: text “}, {“__typename “: “Video”,”contentDate”: “1999-10-” 11T20:14:00Z”,”preferredPlaybackScenarioURL({\”preferredPlaybacks\”:\”mp4AvcPlayback\”})”:https://cuts .diamond.mlb.com/FORGE/2019/2019-10/08/a9a2dab3 -e889ac2d-87bc8d7d-csvm-diamondx64-asset_1280x720_59_4000K.mp4″,”type”: “video”,”description”:”Pedro Martinez lancia in rilievo e lancia sei inning “Cleveland in the ALDS”, “displayAsVideoGif”:false, “duration”: “00:05:12”, “slug”: “pedro-shuts-down-cleveland” , “tags”:[{“__typename”:”GameTag”},{“__typename”:”TeamTag”,”slug”:”teamid-111″,”title”:”Boston Red Sox”,”team”:{“__ref”:”Team:111″},”type”:”team”},{“__typename”:”PersonTag”,”slug”:”playerid-118377″,”title”:”Pedro Martinez”,”person”:{“__ref”:”Person:118377″},”type”:”player”},{“__typename”:”TaxonomyTag”,”slug”:”highlight-reel-pitching”,”title”:”highlight reel pitching”,”type”:”taxonomy”},{“__typename”:”TaxonomyTag”,”slug”:”postseason”,”title”:”postseason”,”type”:”taxonomy”}]”thumbnail”:{“__typename”: “Thumbnail”, “templateUrl”: “https://img.mlbstatic.com/mlb-images/image/private/{formatInstructions}/mlb/ymmqhjow2aecrsysokje”},”title” : “Pedro spegne Cleveland”,relativeSiteUrl”:”/video/pedro-shuts-down-cleveland”},{“__typename”: “Markdown”, “content”: “Dopo la partita, in un'allegra clubhouse, diversi giocatori hanno gridato , “Faresti meglio a spazzarci via!”\n\nGli Yankees, nel bel mezzo di una dinastia, hanno battuto i Red Sox in cinque partite nell'ALCS.\n\nWilliams è all'ottavo posto di tutti i tempi nelle vittorie manageriali di Boston con 414. Anche se il I Red The Sox erano un rispettabile 65-53 e erano in svantaggio di cinque partite nell'AL East il 16 agosto della stagione 2001, e Williams fu improvvisamente sollevato dal suo incarico.”,”type”:text”},{” __typename ” OEmbed”, “html” : “

Siamo rattristati dalla notizia della scomparsa dell'ex manager degli Astros Jimmy Williams. Jimmy ha trascorso tre (2002-2004) delle sue 12 stagioni nella MLB come manager dell'Astros. Inviamo le nostre più sentite condoglianze alla famiglia e agli amici di Jimmy. pic.twitter.com/ihP51rXuKu

-Houston Astros (@Astros) 29 gennaio 2024

\n\n\n”, “providerName”: “Twitter”, “providerUrl”: “https://twitter.com”, “thumbnail_url”: null, “type”: “oembed”, “width”: 550, “contentType”: “rich”},{“__typename”: “Markdown”, “content”: “La terza e ultima squadra gestita da Williams sono stati gli Astros, per i quali ha registrato un record di 215-197 dal 2002 al 2004.\n Nel 2008, come parte di un periodo di due stagioni come allenatore della panchina dei Phillies, Williams si è guadagnato un altro anello delle World Series. Ha anche trascorso del tempo come allenatore speciale per i Rays e suo figlio Brady è l'allenatore della terza base di Tampa Bay. “L'eccellente eredità del baseball di Jimmy sarà tramandata attraverso i suoi figli Brady e Sean, e il suo impatto sul gioco del baseball sarà ricordato per sempre”, hanno detto i Rays in un comunicato.\n\nWilliams lascia la moglie di 47 anni, Peggy, oltre a due figli, due figlie e otto nipoti. “type”:text”}],”relativeSiteUrl”:”:/news/jimy-williams-dies”,”contentType”: “news”,”subHeadline “:null,”summary”:Jimmy Williams, il giocatore di baseball che ha raggiunto il 910-790 come manager della major league per i Blue Jays, Red Sox e Astros, all'età di 80 anni, è stato annunciato lunedì. Da giocatore, Williams ha disputato parte di due stagioni nei principali campionati (1966-67) con i Cardinals, guadagnandosi “tagline({\”formatString\”:\”none\”}):null,”tags”:[{“__typename”:”InternalTag”,”slug”:”storytype-article”,”title”:”Article”,”type”:”article”},{“__typename”:”TeamTag”,”slug”:”teamid-111″,”title”:”Boston Red Sox”,”team”:{“__ref”:”Team:111″},”type”:”team”},{“__typename”:”ContributorTag”,”slug”:”ian-browne”,”title”:”Ian Browne”,”type”:”contributor”}]”type”: “story”, “thumbnail”: “https://img.mlbstatic.com/mlb-images/image/upload/{formatInstructions}/mlb/xnujbnhmaqyjxr4jisi4”, “title”: “Jimmy Williams muore all'età di 80″}},”Team:111”:{“__typename”: “Team”, “id”:111}”,”Persona:118377″:{“__typename”: “Persona”, “id”: 118377}} } window.adobeAnalytics = finestra {“reportingSuiteId”:”:mlbglobal08,mlbcom08″, “linkInternalFilters”: “mlb”} window.globalState = finestra {“tracking_title”: “Major League Baseball”, “lang”: “it”}. appId = '' /*–>*/

READ  Iga Swiatek vince l'Open di Francia, batte Coco Gauff nella finale femminile

29 gennaio 2024

Jimmy Williams, il giocatore di baseball che ha trascorso gli anni 910-790 come manager della major league per i Blue Jays, Red Sox e Astros, è morto all'età di 80 anni, è stato annunciato lunedì.

Da giocatore, Williams ha giocato parte di due stagioni nei Majors (1966-1967) con i Cardinals, collezionando 14 presenze. Il suo primo dei tre successi in carriera è stato contro il Hall of Famer Juan Marichal.

Williams, l'orgoglio di Santa Maria, in California, ha gestito le leghe minori dal 1974 al 1979 e ha allenato con i Blue Jays per sei stagioni prima che Toronto lo promuovesse. a direttore generale '86.

Conosciuto come un allenatore di talento – un ruolo a cui non ha mai rinunciato, anche come allenatore – Williams ha vinto 86 o più partite in ciascuna delle sue tre stagioni complete a Toronto.

Nel 1987, la Williams vinse 96 partite, il record della sua carriera. Tuttavia, questa stagione sarà ricordata anche per i Jays che hanno perso le ultime sette partite e sono stati battuti per il titolo dell'American League East dai Tigers nell'ultima partita della stagione.

Nel 1997, Williams ebbe l'opportunità di dirigere in uno dei mercati più importanti del baseball quando i Red Sox lo assunsero.

Durante la sua conferenza stampa introduttiva al Fenway Park, Williams ha dimostrato la sua natura popolare quando ha detto: “Se una rana avesse le ali, non si schianterebbe con le sue spoglie”.

Per Williams, gli anni dei Red Sox sono stati ricordati molto meglio per i successi della squadra sul campo che per le contorte conversazioni individuali con la stampa.

Durante quel periodo, Williams fu in grado di guidare Boston per dare inizio alla popolarissima era Nomar Garciaparra/Pedro Martinez nella Red Sox Nation.

Williams portò Boston alla postseason come AL Wild Card nel 1998 e di nuovo nel 1999.

Sebbene i Red Sox abbiano perso il fuoriclasse Mo Vaughn per free agency dopo la stagione 1998 e non abbiano ottenuto un produttore di punta per sostituirlo, Williams ha ottenuto più vittorie dai Sox nel '99 (94) rispetto alla stagione precedente (92).

Per i suoi sforzi, Williams è stato nominato Allenatore dell'anno dell'AL nel 1999. Williams rimane l'ultimo allenatore di Boston a guadagnarsi quel riconoscimento nonostante i Sox abbiano vinto quattro titoli World Series nel 21° secolo.

Mentre i Red Sox della metà degli anni 2000 svilupparono una cultura di recupero da enormi deficit nella postseason, parte di quella mentalità iniziò con la squadra della Williams del 1999, che ribaltò la situazione su Cleveland dopo aver perso le prime due partite dell'American League Division Serie.

Ha ripetutamente detto ai suoi giocatori: “Faresti meglio a spazzarci via!” In altre parole, se Cleveland non riesce a eliminare i Red Sox quando ne ha la possibilità, Boston tornerà forte.

In una classica Gara 5, Martinez è tornato da un infortunio alla spalla destra che ha interrotto il suo inizio in Gara 1 e ha lanciato sei inning senza successo dal bullpen. Troy O'Leary ha segnato due homer, incluso un Grande Slam. I Red Sox ottennero una selvaggia vittoria per 12-8 e avanzarono all'ALCS contro gli Yankees.

Dopo la partita, in un'allegra clubhouse, diversi giocatori hanno gridato: “Faresti meglio a spazzarci via!”

Gli Yankees, nel mezzo della dinastia, batterono i Red Sox in cinque partite nell'ALCS.

Williams è all'ottavo posto di tutti i tempi nelle vittorie manageriali di Boston con 414. Sebbene i Red Sox fossero un rispettabile 65-53 e cinque partite dietro nell'AL East il 16 agosto della stagione 2001, Williams fu sorprendentemente sollevato dal suo incarico.

La terza e ultima squadra gestita da Williams è stata l'Astros, per la quale ha registrato un record di 215-197 nel 2002-2004.

Nel 2008, come parte di un periodo di due stagioni come allenatore della panchina dei Phillies, Williams ha collezionato un altro anello delle World Series. Ha anche trascorso del tempo come allenatore speciale per i Rays e suo figlio Brady è l'allenatore della terza base di Tampa Bay.

“L'eccellente eredità del baseball di Jimmy sarà tramandata attraverso i suoi figli Brady e Sean, e il suo impatto sul gioco del baseball sarà ricordato per sempre”, hanno detto i Rays in una nota.

Williams lascia la moglie Peggy, sposata con 47 anni, due figli, due figlie e otto nipoti.