Febbraio 21, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Jeremy Hunt sostiene che il Regno Unito deve spezzare il “circolo vizioso” degli aumenti fiscali

Jeremy Hunt sostiene che il Regno Unito deve spezzare il “circolo vizioso” degli aumenti fiscali

Commenta la foto,

Il Cancelliere è sotto pressione da parte di alcuni membri del suo partito affinché tagli le tasse

Il cancelliere Jeremy Hunt ha affermato di voler fermare il “circolo vizioso delle tasse in costante aumento” riformando i servizi pubblici e il sistema dei benefici.

I suoi commenti arrivano mentre alcuni conservatori senior sono pronti a chiedere tagli fiscali prima della conferenza del partito di questa settimana.

I parlamentari, tra cui Liz Truss e Dame Priti Patel, hanno escluso di votare per qualsiasi ulteriore aumento della pressione fiscale.

Ma il signor Hunt ha detto di farlo volte “Non siamo nella posizione di parlare di tagli fiscali” nel breve termine.

Intervenendo al giornale prima della conferenza del Partito conservatore, che inizierà domenica a Manchester, ha detto: “Abbiamo bisogno di un paese che non solo fornisca i servizi che fornisce attualmente, ma che effettivamente migliori i servizi che fornisce e riconosca che ci saranno man mano che invecchiamo, si ricorrerà maggiormente a tali servizi”. Popolazione.

“Ma dobbiamo trovare una formula che non significhi che siamo su un tapis roulant di tasse sempre crescenti”.

Ha sottolineato il ruolo dell’intelligenza artificiale e gli sforzi per ridurre il carico di lavoro d’ufficio dei dipendenti del settore pubblico come mezzo per aumentare l’efficienza dei servizi.

Più di 30 parlamentari conservatori hanno firmato una promessa pubblica ai loro elettori che “non avrebbero mai più votato per un aumento delle tasse complessive”.

Oltre all’ex primo ministro Truss e all’ex ministro dell’Interno Dame Priti Patel, tra i firmatari figurano gli ex ministri Sir Jacob Rees-Mogg, Sir Jake Perry e Sir Brandon Lewis.

La signora Pretty ha dichiarato: “La spesa statale ammonta ora a quasi 1,2 trilioni di sterline, con più di 1 trilione di sterline raccolti in tasse. Questo livello di spesa, indebitamento e tassazione è insostenibile.

“I britannici hanno bisogno di sgravi fiscali: dobbiamo avere fiducia che le persone e le imprese mantengano una quota maggiore di ciò che guadagnano e spendano i loro soldi per sostenere se stessi e la crescita economica”.

Ho calcolato che questo Parlamento è sulla buona strada per supervisionare la più grande serie di aumenti dalla Seconda Guerra Mondiale, con un aumento delle tasse previsto del 37% entro le prossime elezioni generali.

L’IFS ha affermato che l’aumento ammonta a circa 3.500 sterline aggiuntive per famiglia.

Il suo direttore, Paul Johnson, ha dichiarato: “Se guardiamo al futuro, spenderemo di più per le pensioni, la sanità e così via man mano che la popolazione invecchia.

“A mio avviso, si tratta quasi certamente di un aumento permanente delle tasse”.

READ  Aggiornamenti in tempo reale: Xi avverte di "gravi tempeste" che affliggono la Cina