Giugno 21, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Jacob Elordi è assente mentre Oh Canada riceve una standing ovation a Cannes

Jacob Elordi è assente mentre Oh Canada riceve una standing ovation a Cannes

Paul Schrader era in lacrime quando il suo nuovo film “Oh, Canada” ha ricevuto una standing ovation di quattro minuti al Festival di Cannes venerdì sera.

Jacob Elordi era notevolmente assente alla première, forse perché sta girando “Frankenstein” di Guillermo del Toro, in cui interpreta il mostro. Dopo la fine degli applausi, Schrader si è rivolto a Elordi per la sua assenza, dicendo: “Sono molto felice con Richard, Uma e Jake – non qui con noi – e tutto ha funzionato. Sono molto felice di essere di nuovo qui sul Croisette.”

Elordi, la cui stella continua a crescere dopo i ruoli acclamati in “Saltburn” e “Priscilla”, ha fatto il suo debutto a Cannes lo scorso anno in “The Sweet East” di Sean Price Williams.

Il dramma racconta la storia della vita del tormentato scrittore Leonard Fife, che alla fine della sua vita contempla la sua decisione di fuggire in Canada per evitare di essere arruolato nella guerra del Vietnam. Richard Gere interpreta il Leonard dei giorni nostri, mentre Elordi interpreta il personaggio più giovane. Il cast comprende Uma Thurman, Victoria Hale, Michael Imperioli, Penelope Mitchell e Christine Froseth.

Schrader, 77 anni, era già stato sulla Croisette per il film del 1976 “Taxi Driver”, di cui aveva scritto la sceneggiatura. Il film ha vinto il prestigioso premio Palma d’Oro del festival. Il suo lavoro da regista del 1985 Mishima: A Life in Four Acts è stato presentato in concorso a Cannes, ed è tornato di nuovo nel 1988 per Patty Hearst.

In una recente intervista con diversificato Di “Oh, Canada”, Schrader ha detto che realizzare il film lo ha fatto guardare indietro alla sua vita. Ha aggiunto: “La mia salute non era buona”. “Ho pensato che se avessi voluto fare un film sulla mia morte, avrei dovuto farlo adesso.”

READ  Aggiungi il mistero dei coltelli Josh O'Connor e Kylie Spaeny

Gere, che in precedenza aveva lavorato con Schrader nel film degli anni ’80 “American Gigolo”, è stato a Cannes diverse volte nel corso della sua decennale carriera, tra cui “Rhapsody in August” di Akira Kurosawa, che quest’anno è onorato sul manifesto ufficiale del festival. .