Settembre 24, 2021

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Italia: Rookie Korea tira fuori dalla rete l’Inter contro il Verona (3-1)

Postato su:

Roma (AFP)

L’attaccante argentino Joaquin Korea è stato descritto come una doppietta quando ha liberato i campioni in carica dell’Hellos Verona (3-1) venerdì nella seconda partita di Serie A.

Dopo un esordio casalingo di fantasia contro il Genoa (4-0), Nersuri ha sofferto alla prima trasferta, ma nonostante l’addio di Antonio Conte e Romelu Lukaku, ha ancora le risorse e tante qualità.

L’Inter è arrivata proprio giovedì dalla Lazio Roma, seguendo le orme del suo allenatore Simon Inzaki, che ha svolto lo stesso allenamento all’inizio dell’estate, entrando nei quarti di finale dalla fine per regalare i tre punti a Correa Nersoori.

Un titolo ufficiale (83°) seguito da un tiro di precisione da sinistra (90 + 4°), con “Duku” partito bene in maglia nerasuro.

“Quando sono entrato volevo mostrare chi ero. È stato un sogno, un piacere immenso, me lo ricorderò”, ha commentato al microfono di DAZN, facendo fatica a scegliere il più bello dei suoi due gol serali.

L’attaccante dell’Inter Joaquin Korea si diletta dopo che Hellos ha segnato il suo secondo gol contro la Serona A in una partita di Serie A il 27 agosto 2021 a Verona. Michael Medina Afp

“Abbiamo avuto un piccolo dubbio nel primo tempo, ma la squadra non si è mai arresa”, ha detto.

Perché, prima, Inders è stato travolto da Hellos, pressato alto e attaccato senza premesse. I milanesi hanno fallito un passaggio dell’esperto portiere Samir Handanovic, interferendo con l’ascesa di Evan Ilik (15°) e trasformandola in gol.

Il giovane Matteo Cancelleria (19) sfiora il raddoppio del Verona (42esimo).

Era già un argentino, La Toro Martinez, che ha alzato la testa dopo essere tornato dagli spogliatoi e aver rimesso in sella il campione (47°).

READ  Un eletto di estrema destra uccide un marocchino in una pubblica piazza

Sospeso nella prima partita, “Toro” è stato a lungo il giocatore interno più pericoloso. In un’azione simile al suo gol (tocco di Perisic, deviazione di Dzeko), aveva già sbagliato una doppietta (55°) dopo aver aperto il contropiede quasi all’inizio di un colpo secco (12°).

Molto attivo, ha già mostrato una certa comprensione con Edin Diego, responsabile di aver fatto dimenticare Rominlu Lukaku, e non ha risparmiato i suoi acquisti fino a quando la sera non ha aperto la strada all’eroe coreano.

Nell’altra gara di giornata, l’Udinese ha assicurato il suo buon inizio di stagione dominando facilmente la promozione Venezia (3-0) dopo l’impiccagione della Juventus (2-2) nella prima giornata.

La giornata prosegue sabato, soprattutto con l’esordio contro l’embolia pubblicizzato in casa Bionconery. Una partita che segna l’inizio del post – La storia di Juan Ronaldo dopo il ritorno ufficiale di “CR7” al Manchester United.