Maggio 28, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Informatore di Tesla in battaglia legale per problemi di sicurezza in frenata

Informatore di Tesla in battaglia legale per problemi di sicurezza in frenata

  • autore, Zoe Kleinmann
  • Ruolo, Redattore tecnologico

Fonte immagine, Cristina Balan

Commenta la foto, Christina Balan termina la chemioterapia per il cancro al seno

Un informatore di Tesla, che ha combattuto Elon Musk e la sua azienda in tribunale per un decennio, ha detto a BBC News che sta ancora cercando scuse pubbliche.

Nessun'altra intervista su un gigante della tecnologia mi ha fatto piangere.

Ma alla fine della chiamata su Zoom, quando l'ex ingegnere di Tesla Christina Balan si è tolta drammaticamente la parrucca e in lacrime mi ha detto che aveva appena finito il trattamento per il cancro al seno – e ora, come madre single, stava lottando per la sua vita e la sua reputazione . È impossibile non provare i suoi sentimenti.

“Voglio riabilitare il mio nome. Spero che Elon Musk abbia la decenza di scusarsi”, è il suo messaggio al capo miliardario dell'azienda.

Stella nascente

La signora Balan aspetta da molto tempo.

Fino al 2014 è stata una stella nascente all’interno dell’azienda statunitense di auto elettriche.

In omaggio alla sua esperienza ingegneristica, le iniziali della signora Balan furono incise su tutte le prime batterie della Tesla Model S. Mostra con orgoglio l'alloggiamento della batteria alla fotocamera.

Balan ricorda di aver chiacchierato con Musk in fila per il pranzo nella mensa del personale e dice che era felice e aveva successo: viveva il suo sogno, essendo cresciuta in Romania con una passione permanente per le auto.

Ma poi, in una lunga dichiarazione ai media, Tesla ha affermato di aver utilizzato tempo e risorse dell’azienda per un progetto personale segreto, che secondo lui era appropriazione indebita, che è un crimine negli Stati Uniti.

La preoccupazione più grande

Questo è qualcosa che la signora Balan nega fermamente.

Dice che Tesla non ha mai fornito alcun dettaglio sul presunto incidente, né a se stessi né pubblicamente.

La società inoltre non ha risposto a una richiesta di informazioni sulla questione da parte della BBC News.

La signora Balan accusa Tesla di diffamazione.

Sebbene sia attualmente in remissione dal cancro al seno allo stadio 3B, la sua più grande paura è che potrebbe non vivere abbastanza per vedere il suo ultimo giorno in tribunale.

“eroina”

Alla fine, dice la signora Balan, ha perseguito ostinatamente il caso per molto tempo perché voleva dimostrare la sua innocenza a suo figlio.

“Io sono il suo eroe”, dice.

“Sono la madre che costruisce aerei e automobili.”

Non vuole che cresca pensando che sua madre fosse una ladra.

Fonte immagine, Cristina Balan

Commenta la foto, Le iniziali CB sulla batteria della Tesla Model S, dopo il contributo di progettazione di Cristina Balan

La signora Balan ha condiviso con BBC News diversi collegamenti tra lei e Tesla risalenti al periodo in cui lavorava lì.

“Tutto è andato storto quando ho capito che nascondevano alcuni problemi critici di sicurezza”, afferma.

“Se non riesci a frenare, qualcun altro, al di fuori della Tesla, potrebbe farsi male”, dice.

“Dovevano semplicemente dire: ‘Ci rendiamo conto che i tappeti sono cattivi, toglili semplicemente dalle macchine.'”

Ma i manager hanno respinto le sue preoccupazioni e sono diventati ostili, sostiene la Balan.

Quindi ho inviato un'e-mail al signor Musk, che ha incoraggiato direttamente i dipendenti a rivolgersi a lui personalmente per segnalare eventuali dubbi che potrebbero influire sulla reputazione di Tesla.

“Tutti sono minacciati”

“Gli ho inviato due e-mail”, dice la signora Balan.

“Gliene ho mandato uno prima di uscire [of Tesla]E digli che siamo tutti minacciati

“Stavo pensando nella mia testa: vuole ancora fare ciò che è giusto per Tesla.”

Ma tutto fallì e la signora Balan perse il lavoro.

condizioni di lavoro

BBC News ha presentato le sue accuse a Tesla ma non ha ricevuto risposta.

Il sito web dell'azienda afferma: “La sicurezza è la parte più importante di ogni veicolo Tesla.

“Progettiamo i nostri veicoli per superare gli standard di sicurezza.”

Un altro informatore di Tesla, Lukas Krupski, ha raccontato un'esperienza simile e non correlata dopo aver inviato un'e-mail a Musk in merito alle preoccupazioni sulle condizioni di lavoro presso la sede di Tesla in Norvegia.

La signora Balan afferma che altri dipendenti Tesla potrebbero avere “paura di parlare apertamente”.

Giustificazione professionale

Il suo caso verrà eventualmente ascoltato presso la Corte d'Appello del Nono Circuito della California, ma non c'è ancora una data.

La signora Balan dice che questa è la sua unica possibilità di rivendicazione professionale.

“Non voglio rinunciare alla mia carriera”, dice.

“Tutti guarderanno cosa dice Tesla [me]Quindi la mia carriera è finita.

Commenta la foto, La signora Balan ha espresso le sue preoccupazioni al CEO di Tesla, Elon Musk

Lo stile di leadership di Musk è noto per essere poco ortodosso, ma alcuni che hanno lavorato con lui dicono che ottiene risultati.

Dolly Singh, che ha lavorato presso SpaceX per Musk tra il 2008 e il 2013, aveva precedentemente dichiarato a BBC News di essere un “leader straordinario”.

“Se non fosse stato per lui, non sarebbe in grado di raggiungere le cose che è adesso”, ha detto nel 2022.

“Sì, lavorare per Elon è stressante.

“Ma penso che sia un terreno di prova come nessun altro.”

“ampio impatto”

L'avvocato statunitense Gordon Schnell, di Konstantin Cannon, afferma che un numero crescente di lavoratori del settore tecnologico sono diventati informatori.

Secondo lui i rischi sono così alti perché i prodotti tecnologici hanno un “impatto diffuso sul mondo”.

“Tocca davvero tutte le nostre vite”, dice.

Ma il consiglio di Schnell, specializzato nel rappresentare gli informatori, è di esplorare ogni opzione possibile prima di rendere pubblica qualsiasi accusa.

“Ci sono molti canali protetti in molti settori diversi a cui gli informatori possono rivolgersi, dove possono portare le loro preoccupazioni riservate alle agenzie governative appropriate che sono più adatte ad affrontare tali preoccupazioni”, dice.