Ottobre 19, 2021

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

In Italia, la squadra francese era piena di emozioni mentre il Qatar aspettava la Coppa del Mondo

Durante l’allenamento, poco prima dell’inizio della partita, Karim Benzema non ne ha sbagliata una. A terra, arrotolata con piccolo controvelo. I tifosi francesi hanno esultato per la finale della Lega delle Nazioni contro la Spagna domenica 10 ottobre a San Siro (2-1). Ma al 66′ di gioco i Blues passano in vantaggio.

Un gol fantastico dei tifosi francesi e la reazione all’ascesa dell’azione, poi ha sentito il vento della vittoria soffiare a favore della squadra francese, prima che il fischio si inebriasse nel finale. Tre giorni dopo le emozioni vissute contro il Belgio in semifinale, i giocatori della squadra francese, i tifosi e gli spettatori dei Blues hanno ancora una volta distolto lo sguardo con uno spettacolo spettacolare.

In Italia questo fine settimana, tra Torino e Milano, i Blues hanno riempito una nuova tazza sotto un braccio e un sacco in mezzo all’altro. “C’è qualcosa nell’aria”, Annunciato da Hugo Lloris in vista della partita contro il Belgio. Durante la cerimonia di chiusura della seconda edizione della Lega delle Nazioni, c’è stata una sensazione davvero inebriante a pochi minuti dall’inizio della finale di domenica.

Il “Seducente staffa” Deshchamps ha spiegato che i Blues hanno vinto di nuovo un titolo e che questi sono stati i giorni più emozionanti in Francia prima della Coppa del Mondo in Qatar (21 novembre-18 dicembre 2022). La Francia ne ha vinta una sola dal Mondiale del 2022, e dovrà controllare il biglietto per Doha al prossimo appuntamento di novembre.

Se non volete spaventarvi contro l’Ucraina nel 2013, i Blues difficilmente trasmettono nuove intense emozioni da qui al prossimo Mondiale, le amichevoli sono in programma per marzo 2022. I giocatori fanno fatica a trovare incontri incoraggianti, soprattutto quando Didier Deschamps lo ha confermato domenica sera “Vincere i migliori argomenti sulle vitamine”.

Ma l’allenatore è stato particolarmente chiaro “Ci sarà un’uscita”. In altre parole, in assenza di emozioni crude, e con un po’ più di calma, i giocatori della squadra francese potranno lavorare tranquillamente nei prossimi mesi. La preparazione per il Mondiale è molto importante, ma non necessariamente la più importante. I nuovi arrivati ​​al blues (Theo Hernandez, Jules Conte, Aurelian Tsumani) sono molto bravi durante questa Lega delle Nazioni in Nazioni, avendo così l’opportunità di continuare a progredire a livello internazionale.

READ  SNCF si prepara al lancio dei TGV Ouigo in Italia in risposta alla visita di Trinidadia in Francia

I Blues possono perfezionare questo sistema con tre difese centrali, ma nuove e più frantumate per i giocatori. “Questo sistema è interessante per noi. Ma ha bisogno di aggiustamenti e ha affrontato avversari come Belgio e Spagna. Abbiamo avuto difficoltà a causa della mancanza di automazione. Deve essere ripetuto”., ha detto Deshchamps dopo la finale di domenica.

La possibilità di essere vicini all’asse creato dal trio di Kylian Mbop, Antoine Griezmann e Karim Benzema è un’altra chiave di questo sistema. Un dato fondamentale nella testa dell’allenatore ma che finora non ha brillato contemporaneamente durante tutte e tre le partite. Durante queste quattro finali, Benzema e Mbabane hanno preso il comando mentre Griezmann è stato il più brillante.

I prossimi mesi ti permetteranno senza dubbio di lavorare sulle automazioni che stanno lottando per entrare in questo pericoloso trio che non ha alcuna sicurezza sul pianeta. Una cosa è certa, la forma di Benzema servirà nei prossimi mesi e in vista del Mondiale. Il suo umore, confermato da Deshchamps: “Ha una passione per il successo. È importante per il futuro

Poiché Benzema è desideroso di vincere un altro trofeo ai Mondiali dopo il suo primo titolo con i Blues, i giocatori della squadra francese si concentreranno sicuramente sul fare più progressi possibili nei prossimi mesi. Anche se ci vuole un po’ per riprendersi dalle forti emozioni. Dopo aver vinto la finale contro la Spagna, i Blues sono tornati in volo a Parigi e non hanno potuto festeggiare perché volevano questo nuovo trofeo. Alcuni di loro devono essere impazienti per un anno dal Mondiale in Qatar.