Giugno 25, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Il quattro volte campione NBA Andre Iguodala si ritira dopo 19 stagioni

Il quattro volte campione NBA Andre Iguodala si ritira dopo 19 stagioni

Mark J. Spears20 ottobre 2023 alle 09:41 ET5 minuti per leggere

Il meglio dell’ultima stagione di campionato di Andre Iguodala

Scopri i momenti salienti della stagione del campionato 2021-2022 di Andre Iguodala con i Warriors dopo il suo ritiro dalla NBA.

Andre Iguodala, quattro volte campione NBA con i Golden State Warriors, ha annunciato il suo ritiro dopo quasi due decenni nella lega.

L’MVP delle finali NBA 2015 ha detto ad Andscape venerdì mattina che si ritirerà dall’NBA. In 19 stagioni, Iguodala ha segnato una media di 11,3 punti, 4,9 rimbalzi e 4,2 assist in 1.231 partite. L’NBA All-Star del 2012 ha dichiarato di aver rifiutato l’interesse dei Warriors e di molte altre squadre prima di decidere di ritirarsi.

“Questo è il momento giusto”, ha detto Iguodala, 39 anni, ad Andscape in un’intervista telefonica. “Il tempo ha iniziato ad essere limitato per me e non volevo mettere nulla in secondo piano. Non volevo più provare a delegare il tempo. Soprattutto in campo e fuori dal campo con la famiglia. Molto.

“Vuoi giocare ad alto livello. Ma c’è molta famiglia. Mio figlio ha 16 anni e due ragazze. Quindi, [I’m] “Non vedo l’ora di vederli crescere in quegli anni importanti”.

In 19 stagioni NBA, il quattro volte campione NBA Andre Iguodala ha segnato una media di 11,3 punti, 4,9 rimbalzi e 4,2 assist in 1.231 partite.Noah Graham/NBAE tramite Getty Images

L’ex stella dell’Università dell’Arizona è stata la nona scelta assoluta nel Draft NBA del 2004. Il giocatore alto 6 piedi e 6 e pesa 215 libbre ha fatto la sua unica apparizione nell’NBA All-Star con i Philadelphia 76ers nel 2012 e ha segnato una media di 19,9 punti con la franchigia durante la stagione. Stagione 2007-2008.

L’attaccante dalla mentalità difensiva è stato anche tre volte selezionato per la squadra difensiva All-NBA, facendo parte della prima squadra due volte. Iguodala è stata anche medaglia d’oro ai Giochi di Londra del 2012 e campione del mondo nel 2010 con la pallacanestro USA. Iguodala è anche arrivato 39esimo nella storia della NBA per partite totali giocate.

L’allenatore dei New Orleans Pelicans Willie Green, che ha giocato con Iguodala con i Sixers e lo ha allenato con i Golden State, ha espresso il suo rispetto.

“È sempre stato un giovane maturo e sono orgoglioso di vedere cosa ha fatto nella sua carriera sul campo”, ha detto Green ad Andscape. “Medaglia d’oro olimpica. Quattro volte campione NBA. Ma sono orgoglioso di lui anche perché era fuori dal campo, [a] Marito e padre devoto. [There are] Molti dei suoi amici fanno parte dei circoli NBA. Ma anche i giovani li prendeva e insegnava loro come diventare professionisti.

“…Era uno dei giocatori migliori e più versatili di sempre, poteva giocare in qualsiasi posizione e poteva difendere qualsiasi posizione. Ha lavorato davvero per migliorare il suo gioco perché voleva essere il migliore possibile. Ecco perché.” “È finito al Golden State ed è uno dei pilastri di questa squadra che ha vinto campionati ed è diventata una dinastia. Hai un ragazzo come Andre nella tua squadra e lui cambia le cose”.

Iguodala ha giocato per i 76ers, i Denver Nuggets e i Miami Heat. Il suo più grande impatto è stato con gli Warriors.

Nel luglio 2013, Iguodala ha rifiutato un contratto quinquennale con i Nuggets per unirsi ai Warriors tramite un sign-and-trade su un contratto quadriennale da 48 milioni di dollari. Questa si è rivelata la mossa migliore della sua carriera. Ha vinto il campionato NBA con la squadra nel 2015, 2017, 2018 e 2022. Dopo essersi trasferito a Miami, Iguodala ha giocato le ultime due stagioni della sua carriera con i Warriors e la scorsa stagione ha giocato otto partite. Il proprietario dei Warriors Joe Lacob ha dichiarato nel 2019 che aveva intenzione di ritirare la maglia numero 9 di Iguodala dopo il ritiro di Iguodala.

“Abbiamo vinto quattro campionati, una cosa inaudita”, ha detto Iguodala. “Ci sono solo poche squadre che possono dirlo, ho capito [Chicago] tori, [Los Angeles] Lakers, [Boston] Celtics, noi e basta. Nessuna organizzazione è mai stata gestita in questo modo. Penso che sia una testimonianza della nostra fiducia reciproca e del fatto che giochiamo nel modo giusto. La partita è stata giocata magnificamente ed è stata perfettamente sincronizzata per me nel fiore degli anni. Le cose accadono come avrebbero dovuto accadere quando sono accadute, e questo in realtà rafforza la tua fede. Tutto quello che devi fare è darlo a qualcun altro per dire: “Lasciami giocare al meglio delle mie capacità in base al lavoro che ho svolto e alla consapevolezza che ciò che ho messo nel gioco ha dato i suoi frutti”. “

Il momento clou della carriera NBA di Iguodala si è verificato durante le finali NBA del 2015, quando è stato nominato MVP per la sua difesa della stella dei Cleveland Cavaliers LeBron James. James ha tirato con il 38,1% dal campo in quelle finali quando Iguodala lo proteggeva, rispetto al 44% quando era sorvegliato da altri difensori. Iguodala ha anche segnato una media di 16,3 punti, 4,0 assist e 5,8 rimbalzi nelle sei partite.

“È stato fantastico”, ha detto Iguodala. “Era divertente. [Then-Warriors general manager] È stato Bob Myers a darmi la notizia. È stato uno di quei momenti che non dimenticherai mai. Ricordo ogni momento in cui accadde. Ma è sempre giusto dire che se esci e fai il tuo lavoro e quello che dovresti fare, le cose accadranno come dovrebbero accadere. Devi solo avere fiducia che le cose funzioneranno positivamente finché hai quella fede.

“Negli sport si vedono spesso ragazzi che escono per assicurarsi che ottengano ciò che vogliono, e questo a volte ostacola il successo della squadra. Succede sempre”.

Iguodala ha avuto un impatto anche sui suoi fratelli NBA prestando servizio nel comitato esecutivo della National Basketball Players Association dal 2015 al 2023. L’ex presidente della NBA Chris Paul ha attribuito a Iguodala, che l’ultima volta ha ricoperto il ruolo di vicepresidente senior, di aiutarlo ad affrontare le sfide della bolla NBA. al Walt Disney World di Orlando, in Florida, nel 2020 durante la pandemia di coronavirus.

READ  Phil Mickelson si unisce alla LIV Golf Invitational Series: il sei volte vincitore principale entra nel campo del torneo a Londra