Aprile 17, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Il produttore di “Madame Web” parla della fatica dei supereroi

Il produttore di “Madame Web” parla della fatica dei supereroi

Immagini Sony

Molte persone ultimamente hanno affrontato il tema della fatica dei supereroi, soprattutto da quando il genere è incappato recentemente in una serie di fallimenti, anche da parte di quelli che in passato avevano garantito il successo.

Alcuni hanno liquidato il concetto non come stanchezza nei confronti del genere in sé, ma come stanchezza nei confronti di un cinema insipido o scadente. Lo stiamo vedendo evidente al botteghino questo fine settimana con lo spin-off “Madame Web” del film “Spider-Man” dopo aver ricevuto recensioni negative e aspettative al botteghino sottoperformate.

Ma ciò non ha impedito al mega-produttore Lorenzo di Bonaventura, regista dei franchise “Transformers” e “GI Joe” che ha prodotto “Madame Web”, di esprimere la sua opinione sull'argomento in una recente intervista. Parlare a Discuti il ​​film Per promuovere il progetto ieri, dice:

“Penso che siano successe due cose, entrambe con la Marvel [the MCU] E la capitale. Prima di tutto, penso che questo tipo di film sui supereroi abbiano sofferto un po' perché si sono allontanati da ciò che ha reso, per esempio, il primo Iron Man o Batman di Christopher Nolan un successo. Erano film davvero incentrati sui personaggi.

Poi, quando inizi a entrare in questi grandi film in cui cerchi di collegare tutti i mondi insieme, in realtà togli il viaggio emotivo dei personaggi centrali.

Quindi, per me, parte della fatica è che devi tenere traccia di tutto adesso. Sai, sono quasi come i compiti. Con Madame Web, non devi sapere nulla di ciò che accadrà nel film. Incontrerai un nuovo personaggio e poi intraprenderai un viaggio emotivo con loro.

Il che porta al mio secondo punto, molti film moderni sui supereroi si sono allontanati da ciò che funziona davvero per avere personaggi insoliti, ovvero conoscerli e poi intraprendere un viaggio insieme.

Questo lo rende più basato sui personaggi e quindi coinvolgente, non è solo una questione di spettacolo. Credimi, se hai visto alcuni dei miei film, adoro lo spettacolo. Ma quando la scena stessa inizia a indebolire il film, penso che ci sia una lezione da imparare.

Se abbia preso sul serio la lezione è un'altra storia. “Madame Web” ha attualmente una valutazione del 13% (3,4/10) su 172 recensioni della critica e una valutazione di solo il 54% con il pubblico presente. Pomodori marci – Peggiore di “Morbius” (15% di critica/71% di pubblico) e il secondo peggior adattamento cinematografico Marvel degli ultimi anni dopo la serie TV di breve durata “Inhumans” (11%/43%).

READ  Matt Damon sbarca in Georgia per Ben Affleck, il matrimonio di Jennifer Lopez

La notizia arriva, dice Johnson FM magica In realtà non ha ancora visto il film perché tende a evitare di guardare i suoi film, aggiungendo che “non guardare i miei film è cura di sé”.