Aprile 17, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Il Comando Centrale degli Stati Uniti ha affermato che un missile balistico Houthi ha colpito una nave mercantile di proprietà e gestita dagli Stati Uniti

Il Comando Centrale degli Stati Uniti ha affermato che un missile balistico Houthi ha colpito una nave mercantile di proprietà e gestita dagli Stati Uniti



CNN

UN Houthi Lunedì un missile balistico antinave ha colpito una nave mercantile di proprietà e gestione degli Stati Uniti, ha dichiarato in una nota il Comando Centrale degli Stati Uniti.

L’attacco alla Gibraltar Eagle sembra essere la prima volta che gli Houthi colpiscono con successo una nave di proprietà o gestita dagli Stati Uniti, alzando la posta in gioco nel Mar Rosso dopo che gli Stati Uniti si sono impegnati a garantire che ulteriori lanci di Houthi avrebbero ricevuto una risposta.

Ciò è avvenuto pochi giorni dopo che la coalizione guidata dagli Stati Uniti ha effettuato attacchi contro il gruppo ribelle sostenuto dall’Iran nello Yemen e ha avvertito della possibilità di ulteriori attacchi se gli attacchi Houthi continuassero.

La M/V Gibraltar Eagle, una nave portarinfuse battente bandiera delle Isole Marshall, posseduta e gestita dalla Eagle Bulk con sede negli Stati Uniti, ha subito lievi danni e non sono stati segnalati feriti a bordo, ha detto il Comando Centrale. La nave prosegue la sua rotta.

Una dichiarazione rilasciata lunedì da Eagle Bulk Shipping ha confermato che la Gibraltar Eagle, che trasportava un carico di prodotti siderurgici, è stata colpita da un “proiettile non identificato” a circa 100 miglia dalla costa nel Golfo di Aden.

Nel comunicato si legge: “A seguito della collisione, la nave ha subito danni limitati alla stiva, ma è stabile e sta uscendo dall'area”. “È stato confermato che tutti i marinai a bordo sono illesi.”

L'Agenzia britannica per la sicurezza marittima (UKMTO) ha dichiarato di aver ricevuto una segnalazione sull'incidente.

Eagle Bulk Shipping ha affermato di essere “in stretto contatto con tutte le autorità competenti”.

READ  "Sono pronto per i negoziati" con Putin, ma se falliscono potrebbe significare "terza guerra mondiale"

“Si consiglia alle navi di transitare con cautela e di segnalare qualsiasi attività sospetta all'UKMTO”, ha affermato l'Agenzia per la sicurezza marittima.

Gli Houthi hanno rivendicato la responsabilità dell’attacco, affermando di aver lanciato una serie di missili “diretti” e “precisi”.

In una dichiarazione video di lunedì, Briga. Il portavoce militare Houthi, generale di brigata Yahya Saree, ha annunciato che il gruppo yemenita “ha effettuato un'operazione militare contro una nave americana nel Golfo di Aden con un aereo nucleare”.

Saree ha aggiunto che gli attacchi sono stati “precisi e diretti”.

In seguito agli attacchi guidati dagli Stati Uniti giovedì contro quasi 30 siti nel territorio controllato dagli Houthi nello Yemen con più di 150 munizioni a guida di precisione, l’amministrazione Biden ha affermato che gli Stati Uniti difenderanno i propri beni e interessi nella regione. Gli Stati Uniti hanno cercato di presentare i propri attacchi come un’opzione di ultima istanza dopo ripetuti avvertimenti agli Houthi, affermando che stavano cercando di prevenire un’ulteriore escalation.

“Saremo pronti a difenderci e a difendere quella spedizione se dovesse succedere”, ha detto venerdì John Kirby, coordinatore delle comunicazioni strategiche per il Consiglio di sicurezza nazionale.

Gli Houthi hanno promesso ritorsioni, affermando che qualsiasi risorsa statunitense o britannica sarebbe un “obiettivo legittimo”. Gli Houthi hanno lanciato quasi 30 attacchi contro le rotte marittime internazionali da metà novembre, costringendo molte delle più grandi compagnie di navigazione del mondo a evitare questi attacchi. Il Mar Rosso, uno dei corsi d'acqua più importanti del mondo.

Il Comando Centrale ha affermato che lunedì gli Houthi hanno tentato di lanciare un missile balistico antinave, ma non è riuscito e si è schiantato nello Yemen.

READ  Una rana in India da cui esce un fungo. I ricercatori non hanno mai visto nulla di simile prima

Il gruppo di sicurezza marittima Ambrey con sede nel Regno Unito ha affermato che tre missili sono stati lanciati lunedì verso il Mar Rosso. Il gruppo ha affermato che due dei tre missili non hanno raggiunto il mare, mentre il terzo ha colpito una nave di proprietà e gestita dagli Stati Uniti.

Giovedì, Gli Stati Uniti e il Regno Unito hanno colpito 28 siti Houthi separatiNel tentativo di interrompere la capacità del gruppo di sparare sulle rotte marittime internazionali nel Mar Rosso. I due paesi hanno ricevuto anche il sostegno di Canada, Australia, Bahrein e Paesi Bassi.

Un funzionario statunitense ha affermato che venerdì notte gli Stati Uniti hanno effettuato ulteriori attacchi di dimensioni molto più ridotte e hanno preso di mira una struttura radar utilizzata dagli Houthi.

Saree ha detto venerdì che continuerà la sua aggressione contro le navi commerciali nel Mar Rosso.

Iyad Kurdi e Niamh Kennedy della CNN hanno contribuito al reportage.

Questa storia è stata aggiornata con ulteriori informazioni.