Maggio 22, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Il CEO di Ripple afferma che Ripple spenderà 200 milioni di dollari per combattere la causa contro la SEC

Il CEO di Ripple afferma che Ripple spenderà 200 milioni di dollari per combattere la causa contro la SEC

  • Il CEO di Ripple, Brad Garlinghouse, ha affermato che Ripple avrà speso 200 milioni di dollari prima della fine della sua battaglia legale con la SEC.
  • La SEC sta accusando Ripple, il CEO Brad Garlinghouse e il co-fondatore Chris Larsen di aver violato le leggi statunitensi sui titoli vendendo XRP senza prima registrarlo presso l’autorità di regolamentazione.
  • Garlinghouse ha affermato che il presidente Gary Gensler e altri funzionari della SEC hanno rilasciato dichiarazioni in passato che contraddicono la convinzione del regolatore secondo cui XRP è una sicurezza.

Il CEO di Ripple Brad Garlinghouse parla durante la conferenza globale del Milken Institute a Beverly Hills, in California, il 19 ottobre 2021.

Kyle Grillot | fioreberg | Immagini Getty

Ripple avrà speso 200 milioni di dollari per difendersi da una causa della SEC prima che finisca, ha detto lunedì il CEO Brad Garlinghouse alla CNBC.

“Con la SEC, spenderemo — questa è la prima volta che lo condivido pubblicamente — quando tutto sarà detto e fatto, avremo speso 200 milioni di dollari per difenderci da una causa legale, che le persone sono stati come sin dal suo inizio “, ha detto Garlinghouse durante la conversazione con Dan Murphy della CNBC al Dubai Fintech Summit:” Beh, non ha molto senso.

La Securities and Exchange Commission sta accusando Ripple, il CEO Brad Garlinghouse e il co-fondatore Chris Larsen di aver violato le leggi statunitensi sui titoli vendendo XRP (una criptovaluta strettamente correlata a Ripple) senza prima registrarla presso l’autorità di regolamentazione. Ripple contesta le accuse della SEC e sostiene che XRP dovrebbe essere considerato una valuta digitale piuttosto che un titolo.

READ  Le notizie sull’industria dell’informazione stanno diventando più oscure

Ripple non è l’unica società contro la quale la SEC ha intrapreso un’azione esecutiva. Il cane da guardia ha ordinato a Kraken, uno scambio di criptovalute, di interrompere l’offerta di un cosiddetto servizio di staking che offre agli utenti rendimenti simili agli interessi sui loro token dopo aver saldato le commissioni che vende per titoli non registrati.

Nel frattempo, il regolatore ha anche notificato all’exchange di criptovalute Coinbase che intende citare in giudizio la società per presunte violazioni dei titoli. L’industria delle criptovalute è stata infuriata per le azioni della SEC, con alcune cifre che avvertono che potrebbe costringere le aziende a lasciare gli Stati Uniti.

Gran parte di ciò che la SEC ha fatto comporta l’applicazione delle normative esistenti all’industria delle criptovalute, che sono state modellate diversi decenni dopo il test di Howey, uno dei test chiave per determinare se qualcosa è sicuro o meno.

Garlinghouse ha affermato che il presidente Gary Gensler e altri funzionari della SEC hanno rilasciato dichiarazioni in passato che contraddicono la convinzione del regolatore secondo cui XRP è una sicurezza.

“Hai un video del presidente della SEC, come professore al MIT, che dice che il 75% di queste risorse digitali sono materie prime”, ha detto. “E ora dice che sono tutti titoli perché è il presidente della Securities and Exchange Commission e sta cercando il potere e antepone il potere a una politica solida per far crescere un’economia negli Stati Uniti”.

La SEC non è stata immediatamente disponibile per un commento quando è stata contattata dalla CNBC.

Nel 2020, la Securities and Exchange Commission statunitense ha avviato una causa contro Ripple sostenendo che la società e i suoi dirigenti hanno venduto illegalmente XRP, una criptovaluta creata dai suoi fondatori nel 2012, agli investitori senza prima registrarla come garanzia.

READ  Amazon ha criticato l'acquisizione da parte di Reliance dei negozi Future come una "frode" negli annunci sui giornali indiani

Ripple contesta questa affermazione, affermando che il token non dovrebbe essere considerato un contratto di investimento e utilizzato nella sua attività per facilitare le transazioni transfrontaliere tra banche e altri istituti finanziari.