Febbraio 25, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

I titoli bancari sono aumentati mentre i dati sull’occupazione hanno spinto i mercati

I titoli bancari sono aumentati mentre i dati sull’occupazione hanno spinto i mercati

Un gruppo di titoli bancari regionali che sono stati sotto pressione questa settimana è salito venerdì, alimentando i timori di un’escalation della crisi bancaria, attenuando almeno in parte quei timori.

La ripresa è arrivata quando il mercato è stato sostenuto anche dai dati sull’occupazione che sono stati visti come abbastanza forti da alleviare i timori di una recessione senza spingere la Federal Reserve a stringere ulteriormente le viti sull’economia.

PacWest è aumentato di oltre l’80%, dopo essere sceso di oltre il 50% giovedì. Il prezzo delle azioni di Western Alliance è aumentato di circa il 50%, compensando anche gran parte del calo del giorno precedente.

Un comodo rally ha contribuito a sollevare il mercato più ampio, con l’S&P 500 in rialzo dell’1,9%, il suo primo giorno di guadagni a maggio.

“Pensavamo che le banche fossero state ingiustamente punite nell’ultima settimana, e anche prima”, ha dichiarato Matt Peron, direttore della ricerca presso Janus Henderson, un asset manager. “Il rally ha senso perché è stato ipervenduto”.

Tuttavia, i guadagni non sono stati sufficienti per invertire un’altra settimana stressante per le banche di medie dimensioni del paese. Lunedì, il CEO di JPMorgan Jamie Dimon ha presentato istanza di confisca e vendita di First Republic a JPMorgan Chase, ponendo fine a una crisi iniziata a marzo con il crollo della Silicon Valley Bank.

Tuttavia, Dimon ha aggiunto che “potrebbe esserci un’altra banca più piccola” a finire nei guai. Poco dopo, un nuovo attacco di stress ha ostacolato i titoli di istituti di credito minori come PacWest e Western Alliance, che avevano cercato di rassicurare gli investitori sulla stabilità delle loro regole di deposito e sul fatto che i movimenti del mercato non avevano nulla a che fare con la loro salute finanziaria.

READ  Borse in rialzo, petrolio piatto mentre si placano i timori di Russia e Ucraina: aggiornamenti in tempo reale

Anche con il rimbalzo di venerdì, PacWest è rimasto vicino alla fine della settimana avendo perso quasi la metà del suo valore di mercato. La West Alliance ha chiuso quasi un quarto al di sotto del livello in cui aveva iniziato la settimana. L’indice Standard & Poor’s 500 ha chiuso la settimana in calo dello 0,8%.

Dopo la chiusura delle negoziazioni venerdì, la Federal Reserve ha pubblicato i dati che mostrano che i depositi presso le banche commerciali negli Stati Uniti sono leggermente diminuiti nella settimana terminata il 26 aprile, scendendo a 17,17 trilioni di dollari dai 17,18 trilioni di dollari della settimana precedente. Nonostante ciò, le banche affittate a livello nazionale sono salite a $ 15,96 trilioni da $ 15,94 trilioni in precedenza. In ogni caso, i dati hanno mostrato che i depositi si sono stabilizzati dopo i significativi cali di marzo e inizio aprile.

La preoccupazione per il destino dei finanziatori regionali è stata mitigata dai nuovi dati pubblicati venerdì che mostrano un forte mercato del lavoro, con il ritmo delle nuove assunzioni ad aprile più forte del previsto e i lavoratori che registrano ancora elevati guadagni salariali.

Nonostante i numeri forti di aprile, le revisioni al ribasso dei dati dei mesi precedenti mostrano una continuazione della tendenza a lungo termine del rallentamento del mercato del lavoro e gli investitori si aspettano ancora che i politici della Fed smettano di aumentare i tassi di interesse alla prossima riunione di giugno.

Altrove, i prezzi del petrolio sono aumentati, spesso come riflesso di prospettive più rosee per l’economia globale. Hanno anche rimbalzato più in alto dopo essere scesi bruscamente all’inizio della settimana.

READ  Salmonella: i casi quasi raddoppiano mentre il CDC espande gli avvertimenti sulle infezioni legate alla carne alla griglia

Un altro vantaggio del mercato è arrivato da Apple, che ha registrato utili del primo trimestre migliori del previsto, contribuendo a spingere il prezzo delle azioni di quasi il 5% in più venerdì. Date le dimensioni del gigante tecnologico, le sue mosse hanno un impatto maggiore sull’S&P 500 rispetto a qualsiasi altra società nell’indice.

Girolamo H. ha detto: Powell, presidente della Federal Reserve, ha affermato che è possibile rallentare l’economia abbastanza da fermare l’inflazione senza mandarla in recessione. Probabilmente, i dati sull’occupazione di venerdì supportano l’idea di un cosiddetto atterraggio morbido.

Tuttavia, alcuni investitori rimangono nervosi, anche dopo il rimbalzo di venerdì. I dati forti hanno sollevato la possibilità di un rialzo dei tassi a giugno.

Anche il rendimento dei Treasury a due anni, che è sensibile alle variazioni delle aspettative sui tassi di interesse, è aumentato, salendo di 0,16 punti percentuali al 3,9%, una mossa significativa per un asset che in genere varia di centinaia di punti percentuali ogni giorno e un segno che gli investitori credere che i tassi di interesse possano rimanere più alti più a lungo.

“Il mercato sembra vulnerabile a uno shock”, ha detto Perron. “Staremo attenti finché non ci fermeremo.”

Jenna Smyalek Contribuire alla redazione dei report.