Aprile 22, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

I negozi di generi alimentari freschi di Amazon scambiano “Just Walk Out” con carrelli intelligenti: NPR

I negozi di generi alimentari freschi di Amazon scambiano “Just Walk Out” con carrelli intelligenti: NPR

Il primo negozio di alimentari Amazon Fresh aprirà a Londra nel 2021. L'azienda sta sostituendo la tecnologia “Just Walk Out” nei negozi statunitensi con carrelli della spesa intelligenti, ma la lascerà nel Regno Unito

Leon Neal/Getty Images


Nascondi didascalia

Attiva/disattiva didascalia

Leon Neal/Getty Images

Il primo negozio di alimentari Amazon Fresh aprirà a Londra nel 2021. L'azienda sta sostituendo la tecnologia “Just Walk Out” nei negozi statunitensi con carrelli della spesa intelligenti, ma la lascerà nel Regno Unito

Leon Neal/Getty Images

Per quanto riguarda la tecnologia Amazon, “Just Walk Out” è nel pantheon: i primi acquirenti si meravigliavano dell’idea di prendere gli articoli dagli scaffali dei supermercati e semplicemente andarsene, seguiti dalle telecamere che contavano lo scontrino finale.

Amazon ha investito molto in questo settore per spingere la sua nascente attività di generi alimentari oltre la concorrenza e, nel processo, trasformare il settore.

Ora sta togliendo la tecnologia dai negozi Amazon Fresh negli Stati Uniti (rimarrà nel Regno Unito). Molti esperti si sono chiesti perché ci sia voluto così tanto tempo: l’esperimento chiaramente non è riuscito a diffondersi su larga scala. La rivoluzione del “basta uscire” non ha raggiunto Whole Foods di Amazon, per non parlare del settore.

Si tratta di un'enorme ammissione di sconfitta, anche se l'azienda certamente non accetta il termine. La tecnologia sarà ancora presente nei minimarket Amazon Go e in dozzine di altri minimarket negli aeroporti, nelle arene, nei parchi e negli ospedali.

Ma le ambizioni di Amazon di fare generi alimentari senza cassiere stanno solo cambiando, anche se il rivenditore ridimensiona i suoi sforzi per automatizzare l’intera esperienza del supermercato. È una scommessa sicura ora che il carrello della spesa intelligente può ancora cambiare il modo in cui acquistiamo cibo.

READ  La SEC potrebbe aspettare "anni" per presentare ricorso contro Ripple - Brad Garlinghouse

“Questo è un fallimento, ma non dimentichiamo che il successo di Amazon si basa sul fallimento”, afferma Guru Hariharan, CEO di CommerceIQ ed ex direttore di Amazon. “Questa è la parte ridicola della cosa.”

La tecnologia deve ancora aiutare Amazon a vincere la corsa alla spesa

Il settore alimentare, un mercato multimiliardario che richiede negozi fisici, è da tempo l’ultima frontiera di Amazon.

Il rivenditore è entrato in gioco tardi, aprendo i minimarket Amazon Go nel 2016, acquistando Whole Foods nel 2017 e lanciando Amazon Fresh Negozi di alimentari nel 2020. Oggi ci sono più di 40 negozi che vendono prodotti freschi e poco più della metà di essi utilizza la tecnica del “just walk out”.

La meraviglia non attirò folle. Gli acquirenti spesso affermano di sentirsi stanchi quando attraversano i cancelli di ingresso e di essere monitorati da telecamere e sensori onnipresenti. Amazon afferma che le persone volevano anche vedere una cronologia dei prezzi e degli sconti mentre facevano acquisti, non più tardi, dopo aver effettuato il check-out.

La tecnologia è anche costosa e complessa. Dotare ogni angolo di un supermercato di una visione artificiale intelligente si è rivelato irragionevole. Richiede ancora un certo coinvolgimento umano, con persone dietro le quinte che aiutano le macchine a imparare a interpretare il video e a chiarire le incertezze.

“Le aspettative di precisione da parte del consumatore su questo argomento sono incredibilmente alte”, afferma Hariharan. “È accurato al 100%, il 100% delle volte? Se non lo è, crea problemi di fiducia dei consumatori.”

READ  Gli investitori sono cautamente ottimisti riguardo all’Europa nel 2024. Ecco cosa guardare

Entra nel carrello intelligente

Il carrello della spesa intelligente ha offerto ad Amazon una soluzione mini-tecnologica.

Negli ultimi anni, l’azienda ha ristrutturato Amazon Fresh, ha licenziato i lavoratori nei negozi, ha chiuso alcuni negozi e ne ha rinnovati altri. Ha anche cambiato il suo design intelligente Carro da corsaannaspando nella sua complessità tecnologica.

Il carro era ora essenzialmente un'operazione semovente su ruote. Gli acquirenti possono visualizzare i prodotti davanti agli scanner integrati, una bilancia può pesare i prodotti e un touch screen può visualizzare gli aggiornamenti delle ricevute in tempo reale.

Amazon ha lanciato i Dash Cart in alcuni negozi Whole Foods, ma non ha detto quando o se diventeranno onnipresenti. I kart ad alta tecnologia dovranno affrontare la concorrenza di molte aziende più piccole che offrono kart intelligenti.

Amazon sarà probabilmente in grado di vendere i suoi carrelli senza cassiere a molti rivenditori, compresi i negozi di alimentari concorrenti. Hariharan vede una grande opportunità finanziaria nel marketing sugli schermi dei carrelli, dove la pubblicità è diventata una delle attività in più rapida crescita di Amazon.

Tutto ciò, ovviamente, dipende dalla curva di apprendimento degli acquirenti con le nuove tecnologie, afferma Uttara Ananthakrishnan, che studia la trasformazione digitale del settore alimentare alla Carnegie Mellon University.

Recentemente, i rivenditori hanno riconsiderato il loro approccio al checkout automatico perché è vulnerabile a furti ed errori da parte degli acquirenti. I negozi di alimentari sono un luogo molto difficile in cui introdurre nuove tecnologie, afferma Ananthakrishnan.

“Esiste un'enorme varietà di prodotti. Non tutto ha un simbolo. Ci sono molte cose che devono essere bilanciate”, afferma. “Allora metti l'onere sui clienti, e a molte persone questo non piace.”

READ  I futures sulle azioni salgono mentre Wall Street guarda avanti ai dati chiave sull'inflazione

Nota dell'editore: Amazon è tra i sostenitori finanziari di NPR.