Maggio 28, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

I granchi di tonno, né tonni né granchi, sciamano vicino a San Diego

I granchi di tonno, né tonni né granchi, sciamano vicino a San Diego

Quando Anna Sagatoff, una direttrice della fotografia subacquea, fa la sua regolare immersione notturna al largo di La Jolla Shores di San Diego, è abituata a avvistare “polpi, nudibranchi e squali corno”. Ma quello che vide mentre affondava alla fine di aprile fu scioccante: il fondale marino divenne rosso a causa di quello che lei descrisse come “un tappeto intrecciato di granchi”. Le creature volteggiano e cambiano nella corrente, estendendosi “fin dove le luci subacquee possono illuminarle”, ha detto.

I brulicanti crostacei rossi che lei e altri osservatori hanno avvistato sulla costa di San Diego sono chiamati granchi, ma in realtà sono aragoste tozze. Le acque poco profonde che circondano la California meridionale non sono il loro habitat abituale.

Questi animali vivono solitamente in alto mare, intorno allo stato della Bassa California in Messico. Ma questa è la loro seconda apparizione nella regione in sei anni. Alcuni esperti sostengono che potrebbero essere stati spinti nei canyon vicino alla costa di San Diego dalle correnti ricche di nutrienti create da El Niño, quando gli oceani più caldi rilasciano calore extra nell’atmosfera, creando correnti mutevoli e fluttuazioni nella pressione atmosferica sull’Oceano Pacifico tropicale.

Questo evento può indicare cambiamenti nel clima della regione. Nel frattempo, l’ammasso di granchi di tonno offre a scienziati e subacquei come la signora Sagatoff un primo piano di una creatura marina che normalmente appare all’interno dello stomaco di un tonno.

Alcune osservazioni hanno preso svolte tortuose, come quando ha iniziato a notare quello che ha definito “cannibalismo di massa” tra i rettili rossi. Sebbene i granchi del tonno siano attrezzati per mangiare plancton, sono anche predatori opportunisti Stadio bentonico del loro ciclo vitale, il che può indurli a nutrirsi della propria specie.

READ  Non puoi andare sulla luna con la NASA? Il cratere Mistastein in Canada è la prossima cosa migliore.

L’aragosta di tonno è conosciuta anche come granchio rosso, aragosta krill e langostella. Sono più strettamente imparentati con i granchi eremiti che con i granchi “veri”, sebbene esistano Evoluto Caratteristiche simili. Il suo nome comune deriva dal suo ruolo di fonte alimentare preferita per le specie più grandi come il tonno durante il periodo del loro ciclo vitale quando vivono in oceano aperto.

Nella fase finale del loro ciclo vitale, i granchi scendono dall’oceano aperto e vivono appena sopra la crosta continentale come abitanti del fondale. A questo punto compirebbero viaggi verticali attraverso la colonna d’acqua alla ricerca di plancton, rendendoli vulnerabili ai venti, alle maree e alle correnti, che potrebbero aver spinto molti animali verso nord.

Sul fondo della Scripps Valley, questi granchi formano cumuli contorti spessi migliaia di individui. Per i predatori locali, questo è un bonus di benvenuto. Mentre molti granchi di tonno che vivono sul fondo vengono consumati, centinaia di migliaia di individui rimangono non mangiati mentre la novità di questa nuova fonte di cibo svanisce.

Megan Cimino, assistente ricercatrice presso il Marine Sciences Institute dell’Università della California, a Santa Cruz, ha affermato che questo incontro e quello che lo ha preceduto nel 2018 costituiscono un mistero per la scienza. Quando i granchi di tonno sono apparsi per l’ultima volta, il suo team ha scoperto che il loro movimento in California era “associato a correnti oceaniche insolitamente forti provenienti da Baja”, che a volte, ma non sempre, coincidono con El Niño.

Ha detto che il nuovo evento “suggerisce che qualcosa di diverso sta accadendo nell’oceano”.

Anche se la relazione tra le popolazioni di granchi ed El Niño non è del tutto chiara, “quando pensiamo al cambiamento climatico, la prima cosa che ci viene in mente potrebbe essere l’aumento delle temperature, ma il cambiamento climatico potrebbe portare a condizioni oceaniche più variabili”, ha affermato il dottor Cimino. . Ha descritto i granchi di tonno come “specie indicatrici” in grado di suggerire prove di cambiamenti su larga scala nelle correnti e nella composizione dell’oceano, che possono avere impatti sia positivi che negativi sugli animali nelle acque della regione.

READ  Ora gli astronomi dicono che il razzo fuori controllo che sta per colpire la luna non è uno SpaceX Falcon 9:

A causa dell’acqua fredda nella Scripps Valley, questi granchi non persisteranno a lungo dopo essersi stabiliti a San Diego. Questa morte di massa crea eventi arenati I granchi di tonno si riversano in gran numero sulle spiagge, colorando di rosso la sabbia e l’acqua circostante. In alternativa, le stesse correnti che hanno portato lo sciame a San Diego potrebbero spingerlo in mare.

La fine di questa invasione potrebbe aiutare gli scienziati a creare un mondo un giorno Sistema di previsione Per le future popolazioni di granchi di tonno. Non è ancora possibile stabilire per quanto tempo rimarranno i granchi di tonno, né quando torneranno sulle spiagge della California. Ma con il riscaldamento degli oceani, ciò potrebbe accadere prima di quanto ci si aspetti.