Luglio 20, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

“Horizon” di Costner è stato un costoso successo al botteghino

“Horizon” di Costner è stato un costoso successo al botteghino

“Inside Out 2”, che vede protagonista qualcuno che soffre di ansia, continua a risuonare tra gli spettatori come il film numero 1 in Nord America per la terza settimana consecutiva. Anche il thriller horror “A Quiet Place: Day One” ha toccato corde culturali, con vendite di biglietti più forti del previsto.

Ma gli acquirenti dei biglietti hanno ampiamente rifiutato il progetto decorativo di tre ore di Kevin Costner, “Horizon: An American Saga – Capitolo 1”, il presunto inizio della serie di film del Vecchio West che una volta era prevista l’uscita. Direttamente al servizio di streaming Prima di poter raggiungere il grande schermo.

“Inside Out 2” della Pixar ha generato ricavi per 55 milioni di dollari, portando i suoi ricavi totali in tre settimane a circa 470 milioni di dollari negli Stati Uniti e in Canada, secondo le stime degli analisti di sabato. Il seguito, ben recensito, si sta avvicinando al miliardo di dollari di vendite di biglietti in tutto il mondo. Nessun film ha raggiunto questa soglia di vendita dai tempi di Barbie, uscito nel luglio 2023.

per il fine settimana,”Un posto tranquillo: primo giornoSi prevedeva che avrebbe generato circa 53 milioni di dollari in vendite di biglietti nazionali, oltre il 30% in più rispetto alle aspettative pre-release degli analisti, che si basano su sondaggi che monitorano l’interesse degli spettatori. A Quiet Place: Day One, la cui produzione è costata alla Paramount circa 67 milioni di dollari, vede Lupita Nyong’o nei panni di una malata di cancro che, insieme al suo gatto Frodo, deve sopportare un’orribile invasione di alieni con orecchie estremamente sensibili.

READ  Patrick Stewart dice che Tom Hardy è una "persona strana e isolata" sul set di "Star Trek".

I prequel sono rischiosi. Tra gli errori degni di nota figurano “Furiosa: A Mad Max Saga”, “The First Omen” e “Lightyear”. I fan sanno già cosa succederà dopo nella storia, il che rende difficile per gli esperti di marketing creare entusiasmo, e ai prequel spesso mancano le star che hanno contribuito a rendere popolari i franchise in primo luogo. Ad esempio, Emily Blunt è stata la protagonista dei primi due film di Quiet Place.

L’ottima prestazione di “Day One” è ancora più impressionante considerando che il suo studio, la Paramount, è stato recentemente coinvolto in un inquietante dramma di tutto esaurito. Shari Redstone, l’azionista di controllo della società, ha estromesso un alto dirigente, ha negoziato un’offerta pubblica di acquisto e alla fine ha annullato il tutto, facendo crollare il prezzo delle azioni. Nonostante questo tumulto, la troupe cinematografica della Paramount è riuscita brillantemente a portare “Day One” sul mercato.

Al terzo posto si è classificato il film di Costner “Horizon”, che ha ricevuto un’ampia copertura mediatica e i cui costi di produzione ammontavano a circa 100 milioni di dollari e altri 30 milioni di dollari per il marketing. Si prevedeva che il film avrebbe incassato 12 milioni di dollari, hanno detto gli analisti. (La vendita dei biglietti è divisa 50-50 tra cinema e studi cinematografici.) Costner sperava che i fan della fortunata serie western contemporanea “Yellowstone”, soprattutto quelli che vivono nel centro del paese, si riversassero nei cinema. Ma questo si è rivelato essere solo un sogno irrealizzabile.

Riuscirà Horizon a ritrovare la sua posizione nelle prossime settimane? Citando gli esperti di botteghino, non erano ottimisti Recensioni negativeInoltre, gli acquirenti dei biglietti hanno dato a “Horizon” una B- nei sondaggi di CinemaScore, il che significa che il passaparola sarà debole.

READ  Meghan Markle detronizza Joe Rogan in cima alle classifiche di Spotify

La Warner Bros. rilascerà Il secondo semestre il 16 agosto. Costner ha già iniziato la produzione del terzo capitolo e ha anche annunciato il quarto.

Warner Bros. come distributore di solo noleggio, il che significa che lo studio non ha investito nulla nei film e quindi non ha avuto alcuna esposizione finanziaria. (La società prenderà una quota delle vendite dei biglietti – circa l’8% – come compenso per i suoi servizi.) Per finanziare il progetto, Costner ha ipotecato un immobile a Santa Barbara, in California, e si è assicurato il sostegno di investitori privati. Ha lasciato Yellowstone per concentrarsi su Horizon.

“Ci sono film che superano le probabilità, rompono gli schemi e dimostrano che chi dubita ha torto”, ha affermato David A. Gross, un consulente cinematografico che pubblica un libro sul cinema. le notizie Sui numeri del botteghino. “In questo caso, il modello è ancora intatto: i western non sono di moda, e non c’è stata una serie teatrale western di successo negli ultimi 50 anni”.