Febbraio 28, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Hezbollah lancia missili contro Israele in risposta all'uccisione di un importante leader di Hamas

Hezbollah lancia missili contro Israele in risposta all'uccisione di un importante leader di Hamas

Sabato Hezbollah ha lanciato dozzine di razzi dal Libano nel nord di Israele, avvertendo che lo sbarramento era la sua risposta iniziale all'uccisione mirata, presumibilmente da parte di Israele, di un importante leader di Hamas nella capitale libanese all'inizio di questa settimana.

L'attacco missilistico è arrivato un giorno dopo quello del leader di Hezbollah Signor Hassan Nasrallah Ha detto che il suo gruppo deve vendicare l'uccisione di Saleh Al-Arouri, vice leader politico di Hamas, alleato della milizia, nella roccaforte di Hezbollah a sud di Beirut. Ha detto che se Hezbollah non avesse risposto all’attacco, tutto il Libano sarebbe stato vulnerabile a un attacco israeliano. Sembrava che stesse sostenendo la sua causa per rispondere all'opinione pubblica libanese, anche a rischio di intensificare i combattimenti tra Hezbollah e Israele mentre la guerra tra Israele e Hamas si intensifica.

Hezbollah ha affermato di aver lanciato 62 missili contro una base di controllo aereo israeliana sul Monte Meron e di aver registrato colpi diretti. Ha aggiunto che i missili hanno colpito anche due postazioni dell'esercito vicino al confine. L'esercito israeliano ha detto che circa 40 missili sono stati lanciati verso Meron e che una base era stata presa di mira, ma non ha menzionato che la base è stata bombardata. Ha detto che ha colpito la cellula Hezbollah che ha lanciato i missili.

L'agenzia ufficiale di stampa nazionale libanese ha riferito che attacchi aerei israeliani nel sud del Libano hanno colpito la periferia del villaggio di Kawthariyah al-Siyad, a circa 40 chilometri (25 miglia) dal confine, aggiungendo che ci sono state vittime. Tali attacchi in profondità nel Libano sono rari da quando sono iniziati i combattimenti al confine circa tre mesi fa. La National News Agency ha anche affermato che le forze israeliane hanno bombardato le aree di confine, inclusa la città di Khiam. L'esercito israeliano non ha rilasciato commenti immediati.

Un veicolo militare israeliano si muove lungo il confine con Gaza mentre il fumo si alza a seguito di un bombardamento israeliano della Striscia di Gaza, visto dal sud di Israele, sabato 6 gennaio 2024. A Gaza, Israele si muove per ridurre la sua offensiva militare nel nord della Striscia di Gaza. territorio e continua la sua violenta offensiva nel sud, impegnandosi a schiacciare Hamas.

Leo Correa/AFP


Separatamente, il braccio armato del Gruppo islamico in Libano, ramo nazionale dei Fratelli Musulmani e stretto alleato di Hamas, ha detto di aver lanciato venerdì sera due razzi verso la città israeliana di Kiryat Shmona. Due membri del gruppo sono rimasti uccisi nel raid che ha portato alla morte di Al-Arouri.

L’escalation transfrontaliera è arrivata quando il Segretario di Stato americano Anthony Blinken ha iniziato un’urgente visita diplomatica in Medio Oriente, la quarta nella regione da allora. La guerra tra Israele e Hamas È scoppiato tre mesi fa. La guerra è stata scatenata da un attacco mortale di Hamas nel sud di Israele in cui i militanti hanno ucciso circa 1.200 persone, la maggior parte dei quali civili, e hanno preso quasi 250 in ostaggio.

Nelle ultime settimane, Israele ha ridotto la sua offensiva militare nel nord di Gaza e ha continuato la sua violenta offensiva nel sud della Striscia, promettendo di schiacciare Hamas. Nel sud, la maggior parte dei 2,3 milioni di abitanti di Gaza vengono stipati in aree più piccole a causa di una catastrofe umanitaria mentre sono ancora soggetti ai bombardamenti aerei israeliani.

Il Ministero della Sanità di Gaza, guidato da Hamas, ha dichiarato sabato che 122 palestinesi sono stati martirizzati nelle ultime 24 ore, portando il numero totale dall’inizio della guerra a 22.722.Il numero non fa distinzione tra combattenti e civili. Il ministero ha affermato che due terzi delle persone uccise erano donne o bambini. Il ministero ha affermato che il numero totale dei feriti è salito a 58.166.

L'ospedale dei martiri di Al-Aqsa, nella città centrale di Deir al-Balah, ha ricevuto almeno 46 corpi durante la notte, secondo i registri ospedalieri visionati dall'Associated Press. Molti di loro erano uomini che apparentemente erano stati uccisi. Infuriarono gli scontri tra le forze israeliane e i militanti nell'area. I registri hanno mostrato che tra i morti c'erano anche cinque membri di una famiglia, uccisi in un attacco aereo.

Recenti volantini lanciati da Israele invitavano i palestinesi di alcune zone vicine all'ospedale ad evacuare, citando “combattimenti pericolosi”.

Nella città di Khan Yunis, nel sud della Striscia di Gaza, centro dell'attacco di terra israeliano, l'Ospedale Europeo ha ricevuto i corpi di 18 persone uccise in un attacco aereo notturno su una casa nel quartiere Ma'an della città, secondo quanto riferito. Saleh Al-Hams, capo della missione di soccorso a Gaza. Reparto infermieristico ospedaliero. Ha detto, citando testimoni oculari, che più di trenta persone si erano rifugiate nella casa, tra cui alcuni sfollati.

Israele ha ritenuto Hamas responsabile delle vittime civili, affermando che il gruppo si era barricato all'interno delle infrastrutture civili di Gaza. Tuttavia, le critiche internazionali sulla condotta di Israele nella guerra sono aumentate a causa dell'elevato numero di vittime civili. Gli Stati Uniti hanno esortato Israele a fare di più per prevenire danni ai civili, anche se continua a inviare armi e munizioni proteggendo il suo stretto alleato dalle critiche internazionali.

Sabato Blinken ha iniziato il suo ultimo viaggio in Medio Oriente in Turchia. IL Amministrazione Biden Si ritiene che la Turchia e altri possano esercitare la loro influenza, soprattutto sull’Iran e sui suoi delegati, per dissipare i timori di una conflagrazione regionale. Questi timori si sono intensificati negli ultimi giorni con gli incidenti verificatisi nel Mar Rosso, in Libano, Iraq e Iran.

Nei colloqui con il presidente turco Recep Tayyip Erdogan e il ministro degli Esteri Hakan Fidan, Blinken ha cercato il sostegno turco per i piani emergenti per la Gaza del dopoguerra che potrebbero includere contributi in denaro o in natura agli sforzi di ricostruzione e qualche forma di partecipazione a una forza multinazionale proposta che potrebbe lavoro All'interno o nelle vicinanze del territorio.

Dalla Turchia, Lampeggia Stava viaggiando in Grecia, rivale della Turchia e alleato della NATO, per incontrare il primo ministro Kyriakos Mitsotakis nella sua casa sull'isola di Creta. Mitsotakis e il suo governo hanno sostenuto gli sforzi degli Stati Uniti per prevenire il diffondersi della guerra tra Israele e Hamas e hanno indicato la loro disponibilità ad aiutare se la situazione si fosse deteriorata.

Altre tappe del viaggio includono la Giordania, seguita domenica e lunedì da Qatar, Emirati Arabi Uniti e Arabia Saudita. Blinken visiterà Israele e Cisgiordania la prossima settimana prima di concludere il suo tour in Egitto.

Il capo della politica estera dell'Unione Europea ha dichiarato durante una visita a Beirut che intende lanciare un'iniziativa euro-araba per rilanciare il processo di pace che porterebbe ad una soluzione a due Stati per il conflitto israelo-palestinese. Josep Borrell ha detto che domenica visiterà l'Arabia Saudita.

READ  Alluvioni in Grecia: oltre 800 persone salvate dopo che le forti piogge hanno trasformato i villaggi in laghi