Aprile 21, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Ha detto alla corte che il principe William ha risolto privatamente la causa per pirateria informatica

Ha detto alla corte che il principe William ha risolto privatamente la causa per pirateria informatica

  • Scritto da Dominic Casciani ed Emma Harrison
  • Giornalista domestico e legale

I documenti del tribunale affermano che il principe William ha ricevuto una “somma molto elevata” dai proprietari di The Sun per risolvere le storiche accuse di hacking telefonico.

Il pagamento è stato rivelato nel 2020 nei documenti dell’avvocato del principe Harry come parte della sua azione legale contro i giornali del News Group presso l’Alta Corte.

Il duca di Sussex ha citato in giudizio l’editore per presunta raccolta illegale di informazioni.

Ma NGN afferma di aver esaurito il tempo per presentare un reclamo.

I documenti non rivelano quanto ha pagato il principe William, né contengono dettagli al riguardo. Un portavoce del Principe di Galles ha dichiarato che non commenterà i procedimenti legali in corso.

accordo confidenziale

Il caso è una delle tre principali accuse di raccolta illegale di informazioni che il Duca di Sussex ha fatto contro i tabloid, le altre che coinvolgono i gruppi Daily Mirror e Daily Mail.

Le prove portate alla luce dall’ormai chiuso processo penale per pirateria informatica di News of the World dimostrano che è stato preso di mira in serie dalla sua consociata, The Sun, afferma.

Il principe Harry ha accusato i suoi giornalisti e investigatori privati ​​di ottenere informazioni private e riservate da quando aveva 11 o 12 anni, inclusi dettagli sulla sua vita personale e sui suoi movimenti.

Gli avvocati affermano che questo presunto accordo, che non è stato divulgato in tribunale, ha ritardato il principe Harry dal presentare il suo caso.

In una dichiarazione di un testimone, il principe Harry ha affermato di aver appreso per la prima volta del presunto accordo intorno al 2012.

A quel tempo, ha appreso che lo staff reale aveva avviato un’azione legale per hackerare il telefono e si credeva che anche lui e suo fratello fossero stati presi di mira personalmente.

Quando i fratelli hanno consultato i funzionari o il principale avvocato della famiglia reale, ha detto che gli era stato detto che non potevano avviare i propri procedimenti legali.

NGN nega l’esistenza di qualsiasi accordo.