Giugno 23, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Guerra tra Israele e Hamas: le sirene suonano a Tel Aviv per la prima volta dopo mesi

Guerra tra Israele e Hamas: le sirene suonano a Tel Aviv per la prima volta dopo mesi

Deir al-Balah (Striscia di Gaza) – Hamas ha lanciato una raffica di razzi dalla Striscia di Gaza Gaza Domenica le sirene hanno suonato fino a Tel Aviv per la prima volta dopo mesi, in una dimostrazione di resilienza a più di sette mesi dalla massiccia offensiva aerea, marittima e terrestre di Israele.

Non ci sono notizie immediate di vittime in quello che sembrava essere il primo attacco missilistico a lungo raggio da Gaza da gennaio. L’ala militare di Hamas ha rivendicato l’attacco. I militanti palestinesi hanno sparato sporadicamente razzi e colpi di mortaio contro le città lungo il confine di Gaza, e il braccio militare del movimento palestinese della Jihad islamica ha annunciato domenica successiva di aver lanciato razzi contro le città vicine.

L’esercito israeliano ha detto che otto proiettili sono entrati in Israele dopo essere stati sparati dall’area meridionale di Gaza City RafaDove le forze israeliane hanno lanciato una recente incursione. Si dice che “un certo numero” di missili sono stati intercettati, e il portavoce dell’esercito, l’ammiraglio Daniel Hagari, ha detto che la rampa di lancio a Rafah è stata distrutta.

Domenica scorsa, camion umanitari sono entrati a Gaza dal sud di Israele in base a un nuovo accordo per aggirare il valico di Rafah con l’Egitto dopo che le forze israeliane ne avevano preso il controllo della parte palestinese all’inizio di questo mese. Ma non è stato immediatamente chiaro se le organizzazioni umanitarie avrebbero potuto ottenere aiuti a causa dei combattimenti.

L’Egitto si rifiuta di riaprire il suo lato del valico di Rafah finché il controllo del lato di Gaza non sarà ceduto ai palestinesi. Ha accettato di deviare temporaneamente il traffico attraverso il valico israeliano di Kerem Shalom, la principale stazione marittima di Gaza, dopo una telefonata tra il presidente degli Stati Uniti Joe Biden e il presidente egiziano Abdel Fattah El-Sisi.

READ  La Federal Reserve lancia un altro rialzo dei tassi

Ma il valico di Kerem Shalom è ora in gran parte inaccessibile a causa dell’attacco israeliano a Rafah. Israele afferma di aver consentito l’ingresso di centinaia di camion, ma le agenzie delle Nazioni Unite affermano che recuperare gli aiuti è solitamente troppo pericoloso.

La guerra tra Israele e Hamas ha portato alla morte di quasi 36.000 palestinesi, secondo il Ministero della Sanità di Gaza, che nelle sue statistiche non distingue tra civili e combattenti. Il Ministero della Sanità ha affermato che i corpi di 81 persone uccise nei raid israeliani sono stati trasferiti negli ospedali nelle ultime 24 ore.

Circa l’80% dei 2,3 milioni di abitanti di Gaza sono fuggiti dalle proprie case, la fame estrema è diffusa e, secondo i funzionari delle Nazioni Unite, alcune zone della Striscia Soffrono la fame.

Con esso Hamas ha scatenato la guerra Attacco del 7 ottobre contro IsraeleIn cui i militanti palestinesi hanno ucciso circa 1.200 persone, la maggior parte delle quali civili, e ne hanno preso in ostaggio circa 250. Hamas detiene ancora circa 100 ostaggi e i resti di altri 30, dopo che la maggior parte degli altri sono stati rilasciati durante il cessate il fuoco dello scorso anno.

Il sud di Gaza è in gran parte tagliato fuori dagli aiuti

Il canale televisivo statale del Cairo ha trasmesso filmati di quelli che si dice fossero camion che entravano a Gaza attraverso il valico di Kerem Shalom. Khaled Zayed, capo della Mezzaluna Rossa egiziana nella penisola del Sinai, responsabile della consegna degli aiuti dal lato egiziano del valico di Rafah, ha detto che domenica è previsto l’invio di 200 camion di aiuti e quattro camion di carburante al valico di Kerem Shalom. .

Gli aiuti sono stati in gran parte tagliati dal sud di Gaza da quando Israele ha lanciato quella che ha descritto come un’incursione limitata a Rafah il 6 maggio. Da allora, più di un milione di palestinesi sono fuggiti dalla città. La maggior parte di loro era stata sfollata da altre parti della Gaza assediata.

READ  La star di YouTube GaaSyy è stata espulsa dal parlamento giapponese per mancanza di partecipazione

Il nord di Gaza continua a ricevere aiuti attraverso due rotte terrestri che Israele ha aperto durante il successivo attentato globale I raid israeliani hanno provocato la morte di sette operatori umanitari in Aprile.

Alcune dozzine di camion entrano a Gaza ogni giorno attraverso un bacino galleggiante costruito dagli Stati Uniti, ma la sua capacità è ancora molto inferiore ai 150 camion al giorno sperati dai funzionari. I gruppi umanitari affermano che sono necessari 600 camion al giorno.

Netanyahu resiste alle pressioni per porre fine alla guerra

Netanyahu ha affermato che Israele deve prendere il controllo di Rafah per eliminare le restanti brigate di Hamas e ottenere la “vittoria completa” sui militanti che si sono recentemente raggruppati in altre parti di Gaza dove opera l’esercito.

Netanyahu si trova ad affrontare crescenti pressioni per raggiungere un accordo con Hamas per il rilascio dei rimanenti ostaggi, accordo che Hamas ha respinto senza garanzie. La fine della guerra E il ritiro completo delle forze israeliane. Netanyahu lo ha escluso.

Sabato sono scoppiati scontri tra polizia e manifestanti a Tel Aviv, dopo che migliaia di persone si sono riunite nuovamente per chiedere la restituzione degli ostaggi. Hanno chiesto le dimissioni di Netanyahu e hanno chiesto nuove elezioni.

La guerra lascia inoltre Israele sempre più isolato sulla scena mondiale.

Tre paesi europei hanno annunciato la scorsa settimana Riconosceranno lo Stato palestineseE il procuratore della Corte penale internazionale Ho richiesto mandati di arresto A Netanyahu, al ministro della Difesa israeliano Yoav Galant e a tre leader di Hamas.

Venerdì, Corte di giustizia internazionale A Israele è stato ordinato di fermare la sua offensiva militare a Rafah. La Corte Suprema delle Nazioni Unite ha anche affermato che Israele deve consentire l’ingresso a Gaza agli investigatori sui crimini di guerra.

READ  Terremoto in Afghanistan: più di mille persone sono state uccise dopo il terremoto di magnitudo 5,9

È improbabile che Israele si adegui e ha condannato la decisione della Corte penale internazionale di emettere mandati di arresto. Israele dice che fa del suo meglio per evitare di danneggiare i civili e attribuisce la colpa della loro morte ad Hamas perché i militanti operano in aree residenziali densamente popolate.

Israele nega il rapporto del soldato catturato

Il Movimento di Resistenza Islamica (Hamas) ha annunciato di aver catturato un soldato israeliano durante i combattimenti nel nord di Gaza, e sabato scorso ha pubblicato un video che mostra un uomo ferito trascinato attraverso un tunnel. L’esercito israeliano ha negato di aver catturato soldati e Hamas non ha fornito altre prove a sostegno delle sue affermazioni.

In uno sviluppo separato, l’esercito israeliano ha dichiarato di aver arrestato un sospetto sulla base di un videoclip ampiamente diffuso, che mostra un uomo vestito da soldato che minaccia la ribellione. Nel video, l’uomo afferma che decine di migliaia di soldati erano pronti a disobbedire al ministro della Difesa per la sua proposta che i palestinesi governassero Gaza dopo la guerra e hanno promesso fedeltà solo a Netanyahu.

Il portavoce militare Hajjari ha detto che l’uomo è stato rimosso dal servizio di riserva. L’uomo non è stato identificato pubblicamente. Non è chiaro né quando né dove sia stato girato il video. Yair Netanyahu, figlio del primo ministro, ha pubblicato il video sui social media, suscitando le critiche degli oppositori politici. L’Ufficio del Primo Ministro ha rilasciato una breve dichiarazione in cui condanna ogni forma di subordinazione militare.

___

Goldenberg ha riferito da Tel Aviv, Israele, e Magdy ha riferito dal Cairo.

___

Segui la copertura di AP sulla guerra https://apnews.com/hub/israel-hamas-war