Aprile 22, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Google Gemma: Perché Google non vuole ancora rinunciare a Gemini

Google Gemma: Perché Google non vuole ancora rinunciare a Gemini

Google ha rilasciato Gemma 2b e 7b, una coppia di modelli di intelligenza artificiale open source che consentono agli sviluppatori di utilizzare più liberamente la ricerca condotta sul suo telefono di punta Gemini. Mentre Gemini è un modello di intelligenza artificiale ampio e chiuso che compete direttamente con ChatGPT di OpenAI (ed è quasi altrettanto potente), è più probabile che il leggero Gemma sia adatto per attività più piccole come semplici chatbot o riepiloghi.

Ma ciò che manca a questi modelli in termini di complessità, viene compensato in termini di velocità e costi di utilizzo. Nonostante le loro piccole dimensioni, Google afferma che i modelli Gemma “superano modelli molto più grandi nei benchmark chiave” e sono “in grado di funzionare direttamente sul laptop o sul computer desktop di uno sviluppatore”. Sarà disponibile tramite Kaggle, Hugging Face, NeMo di Nvidia e Vertex AI di Google.

Il rilascio di Gemma nell'ecosistema open source è nettamente diverso dal modo in cui è stato rilasciato Gemini. Sebbene gli sviluppatori possano basarsi su Gemini, lo fanno tramite le interfacce di programmazione delle applicazioni (API) o lavorando sulla piattaforma Vertex AI di Google. Gemini è un modello chiuso di intelligenza artificiale. Rendendo Gemma open source, più persone possono sperimentare l'intelligenza artificiale di Google invece di rivolgersi alla concorrenza che offre un accesso migliore.

Entrambi i modelli saranno disponibili con licenza commerciale indipendentemente dalle dimensioni dell'organizzazione, dal numero di utenti e dal tipo di progetto. Tuttavia, Google, come altre aziende, spesso vieta l'uso dei suoi modelli per compiti specifici come i programmi di sviluppo di armi.

Gemma arriverà anche con “kit di strumenti di intelligenza artificiale responsabile”, poiché può essere più difficile installare guardrail in modelli aperti che in sistemi chiusi come Gemini. Trace Warkentin, direttore della gestione del prodotto presso Google DeepMind, ha affermato che la società ha “una collaborazione più ampia con Gemma a causa dei rischi intrinseci coinvolti nei modelli aperti”.

READ  "Armored Core 6" fornisce ai giocatori una cippatrice con un tutorial principale

Il Responsible AI Toolkit consentirà agli sviluppatori di creare le proprie linee guida o un elenco di parole vietate quando implementano Gemma nei loro progetti. Include anche uno strumento di debug di esempio che consente agli utenti di indagare sul comportamento di Gemma e correggere i problemi.

Secondo Warkentin, al momento i modelli funzionano meglio per compiti legati all’inglese. “Speriamo di poter collaborare con la comunità per soddisfare le esigenze del mercato al di fuori degli incarichi in lingua inglese”, ha detto ai giornalisti.

Gli sviluppatori possono utilizzare Gemma gratuitamente in Kaggle e gli utenti che utilizzano Google Cloud per la prima volta ricevono $ 300 in crediti per l'utilizzo dei modelli. La società ha affermato che i ricercatori possono richiedere fino a 500.000 dollari in crediti cloud.

Anche se non è chiaro quanta domanda ci sarà per modelli più piccoli come Gemma, anche altre società di intelligenza artificiale hanno rilasciato versioni più leggere dei loro principali modelli base. Meta ha rilasciato Llama 2 7B, la versione più piccola di Llama 2, l'anno scorso. Lo stesso Gemini è disponibile in diversi pesi, tra cui Gemini Nano, Gemini Pro e Gemini Ultra, e Google ha recentemente annunciato il Gemini 1.5 ancora più veloce, ancora una volta, per utenti aziendali e sviluppatori in questo momento.

A proposito, Gemma significa pietra preziosa.