Dicembre 4, 2022

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Gli ucraini si stanno preparando per un inverno cupo mentre gli attacchi russi interrompono la capacità energetica

Gli ucraini si stanno preparando per un inverno cupo mentre gli attacchi russi interrompono la capacità energetica

  • Ucraini con poco o nessun riscaldamento dopo i bombardamenti
  • Le temperature in diverse regioni sono già sotto lo zero
  • I residenti di Kherson ricevono un’offerta per l’evacuazione in aree più sicure
  • Le forze di sicurezza ucraine fanno irruzione nel famoso monastero di Kiev

Kiev (Reuters) – Il presidente Volodymyr Zelensky ha implorato gli ucraini di risparmiare energia tra gli incessanti attacchi russi che hanno dimezzato la capacità elettrica del paese, mentre l’agenzia sanitaria delle Nazioni Unite avverte di una catastrofe umanitaria in Ucraina questo inverno.

Le autorità hanno affermato che milioni di ucraini, anche nella capitale Kiev, potrebbero subire interruzioni di corrente almeno fino alla fine di marzo a causa degli attacchi missilistici, che secondo l’operatore di rete nazionale ucraino Okringo hanno causato danni “enormi”.

Le temperature sono state insolitamente miti in Ucraina questo autunno, ma stanno iniziando a scendere sotto lo zero e si prevede che scenderanno fino a -20°C (-4°F) o anche meno in alcune zone durante i mesi invernali.

L’attacco della Russia alle strutture energetiche ucraine segue una serie di battute d’arresto sul campo che includevano il ritiro delle forze russe dalla città meridionale di Kherson alla sponda orientale del possente fiume Dnipro che divide il paese.

“Il danno sistemico al nostro sistema energetico causato dagli attacchi dei terroristi russi è così grande che tutta la nostra gente e le nostre aziende devono prestare attenzione e ridistribuire i loro consumi durante il giorno”, ha detto Zelensky nel suo video discorso notturno.

Il presidente dell’Okrinego, Volodymyr Kudritsky, ha detto martedì che nessuna centrale termica o idroelettrica è stata lasciata intatta, anche se ha respinto la necessità di evacuazioni civili.

“Non possiamo generare tutta l’energia che i consumatori possono utilizzare”, ha detto Kudritsky in una conferenza stampa, aggiungendo che dopo una breve ondata di freddo mercoledì si prevede che le temperature saliranno di nuovo, fornendo un’opportunità per stabilizzare il sistema di generazione di energia.

READ  Orban ungherese condannato per osservazioni di "razza mista".

“giorni bui”

L’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) ha affermato che centinaia di ospedali e strutture sanitarie ucraine mancano di carburante, acqua ed elettricità per soddisfare i bisogni primari delle persone.

“Finora il sistema sanitario ucraino sta affrontando il suo giorno più buio della guerra. Dopo aver subito più di 700 attacchi, ora è anche vittima della crisi energetica”, ha dichiarato Hans Kluge, direttore regionale dell’OMS per l’Europa, in una dichiarazione dopo aver visitato Ucraina. .

I lavoratori stanno correndo per riparare le infrastrutture energetiche danneggiate, secondo Sergei Kovalenko, capo di YASNO, che fornisce energia a Kiev.

“Fai scorta di vestiti caldi e coperte e pensa alle opzioni che ti aiuteranno a superare una lunga pausa”, ha detto Kovalenko. “Meglio farlo ora che essere infelice.”

In un messaggio di Telegram ai residenti di Kherson – in particolare anziani, donne con bambini e malati o disabili – il vice primo ministro Irina Vereshuk ha pubblicato una serie di modi in cui i residenti possono esprimere il loro interesse ad andarsene.

“Puoi essere evacuato in inverno in parti più sicure del paese”, ha scritto.

L’agenzia di stampa statale TASS ha citato il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov che ha affermato la scorsa settimana che gli attacchi della Russia alle infrastrutture energetiche sono il risultato della riluttanza di Kiev a negoziare.

Un consigliere del presidente ucraino Mykhailo Podolyak ha detto che la Russia stava bombardando Kherson attraverso il fiume Dnipro ora che le sue forze erano fuggite. “Non c’è una logica militare: vogliono solo vendicarsi della popolazione locale”, ha scritto su Twitter lunedì scorso.

READ  Uno sguardo più da vicino: chi è il re della Malesia e perché sceglie il primo ministro?

Martedì l’agenzia di stampa ucraina Suspilne ha riferito di nuove esplosioni nella città di Kherson.

Mosca nega di aver deliberatamente preso di mira i civili in quella che definisce una “operazione militare speciale” per liberare l’Ucraina dai nazionalisti e proteggere le comunità di lingua russa.

Kiev e l’Occidente descrivono le azioni della Russia come un ingiustificato accaparramento imperiale di terra nel vicino paese un tempo dominato all’interno dell’ex Unione Sovietica.

La guerra di nove mesi ha ucciso decine di migliaia di persone, milioni di sfollati e ha devastato l’economia globale, facendo impennare i prezzi del cibo e dell’energia. L’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OCSE) ha dichiarato martedì che la peggiore crisi energetica mondiale dagli anni ’70 porterà a un forte rallentamento, con l’Europa colpita più duramente.

Nel frattempo, il ministro delle finanze ucraino Serhiy Marchenko ha dichiarato che martedì l’Ucraina ha ricevuto un nuovo lotto di 2,5 miliardi di euro (2,57 miliardi di dollari) in sostegno finanziario dall’Unione europea.

incursioni nel monastero

Il servizio di sicurezza e la polizia ucraini hanno fatto irruzione in un monastero cristiano ortodosso di 1.000 anni a Kiev martedì presto come parte delle operazioni per contrastare “sospette attività sovversive dei servizi speciali russi”, ha detto il servizio di sicurezza dello Stato dell’Ucraina.

Il vasto complesso di Kiev-Pechersk Lavra – o Monastero delle Grotte – è un tesoro culturale ucraino e sede dell’ala sostenuta dalla Russia della Chiesa ortodossa ucraina sotto il Patriarcato di Mosca.

La Chiesa ortodossa russa ha condannato il raid, definendolo un “atto di intimidazione”.

Le battaglie hanno continuato a infuriare a est, con la Russia che ha inviato alcune forze che ha trasferito da Kherson a sud e ha lanciato una propria offensiva lungo un tratto della linea del fronte a ovest della città di Donetsk che è stata controllata da sue deleghe dal 2014.

READ  Incendi boschivi devastati dalla Spagna in un'ondata di caldo record

“Il nemico non smette di bombardare le posizioni delle nostre forze e i nostri insediamenti vicino alla linea di contatto (nella regione di Donetsk)”, ha detto martedì lo stato maggiore delle forze armate ucraine.

Gli attacchi continuano a distruggere infrastrutture critiche e abitazioni civili.

Quattro persone sono state uccise e altre quattro ferite nelle aree controllate dagli ucraini della regione di Donetsk nelle ultime 24 ore, ha dichiarato il governatore della regione, Pavlo Kirilino, sull’app di messaggistica Telegram.

Il governatore della regione ha detto che martedì i bombardamenti russi hanno colpito anche un centro di distribuzione di aiuti umanitari nella città ucraina sudorientale di Oryhiv, uccidendo un volontario e ferendo due donne.

Oryhiv si trova a circa 110 chilometri a est della centrale nucleare di Zaporizhia, che è stata nuovamente bombardata nei giorni scorsi, mentre Russia e Ucraina si sono scambiate la responsabilità degli attentati.

Esperti dell’Agenzia internazionale per l’energia atomica hanno visitato il sito lunedì. L’agenzia, che ha ripetutamente chiesto l’immediata cessazione delle ostilità nell’area per evitare una grave catastrofe, ha affermato che gli esperti hanno riscontrato danni diffusi ma nulla che abbia danneggiato i sistemi primari della stazione.

Martedì il Cremlino ha affermato che non sono stati compiuti progressi sostanziali verso la creazione di una zona di sicurezza attorno al complesso del reattore nucleare, il più grande d’Europa.

Segnalazioni aggiuntive di Oleksandr Kozukhar e Maria Starkova a Kiev, Lydia Kelly a Melbourne e Ronald Popisky a Winnipeg; Scritto da Shri Navaratnam e Gareth Jones; Montaggio di Lincoln Feast, Alex Richardson e Mark Heinrich

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.