Giugno 25, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Gli sviluppatori di The Simpsons: Hit & Run rispondono al potenziale revival del sequel dopo la “bizzarra” cancellazione

Gli sviluppatori di The Simpsons: Hit & Run rispondono al potenziale revival del sequel dopo la “bizzarra” cancellazione

Il team di sviluppo dietro l’amato The Simpsons: Hit & Run ha rivelato di essere rimasto sorpreso anche dal fatto che al gioco non sia mai stato dato un seguito, e che per loro sembrava un “gioco da ragazzi” che avrebbero lavorato su più giochi dopo Hits del 2003.

Nel corso degli anni, ci sono stati molti videogiochi popolari che, nonostante le richieste dei fan, non hanno mai ricevuto un seguito o un gioco successivo. Tra questi giochi, ce n’è uno che si distingue dalla massa ed è il titolo del 2003, The Simpsons: Hit & Run.

L’articolo continua dopo l’annuncio

Il gioco, pubblicato per la prima volta su PlayStation 2, Xbox e Gamecube, è diventato un classico di culto tra i giocatori. Ciò era dovuto in gran parte al modo in cui consentiva ai giocatori di distruggere completamente Springfield, giocare nei panni di personaggi diversi e completare missioni divertenti e originali.

E nell’A Nuova intervista con MinnMaxil team di sviluppo dietro l’originale The Simpsons: Hit & Run ha rivelato di essere sorpreso quanto i fan dal fatto che al loro popolare gioco non sia mai stato dato il via libera per un sequel.

L’articolo continua dopo l’annuncio

Intrattenimento radicale

Hit & Run è un gioco classico dei primi anni 2000

I programmatori Cary Brisebois e Greg Meyer, il produttore Steve Buxka, il designer Darren Evenson, il produttore esecutivo John Melchior e lo scrittore di design Chris Mitchell hanno tutti parlato con lo sbocco, sollevando il velo sulle conversazioni che hanno bloccato sequel e altri giochi due decenni fa.

READ  Google Docs ora ti consente di aggiungere reazioni emoji ai commenti

“Era un contratto di cinque partite per meno soldi di quanto penso che Vivendi abbia pagato per la prima partita”, ha iniziato Melchior.

“Era tipo, ‘Non capisco.’ Te l’ho dato su un piatto d’argento, perché non dici sì e giochi a questi giochi? È stata semplicemente una decisione davvero strana. Non lo capirò mai. La maggior parte delle persone a livello di produzione non l’ha mai capito.

Iscriviti gratuitamente a Dexerto e ottieni:

Meno pubblicità|Modalità scura|Giochi, TV, film e spettacoli tecnologici

L’articolo continua dopo l’annuncio

“All’inizio, tutti immaginavano ciò che volevano, quindi sono sicuro che a quel punto c’erano 12 storie in competizione”, ha continuato Mitchell. “Chissà quale sarà la storia finale?”

Melchoir ha poi spiegato che “all’epoca, la possibilità che il gioco non arrivasse alla fase di implementazione era impensabile, soprattutto con altri quattro potenziali giochi all’orizzonte.” Gli sviluppatori erano d’accordo: “Sarebbe stato un franchise, non c’è nessuno ne dubita nella mente di nessuno.” “

L’articolo continua dopo l’annuncio

Il sequel Mordi e fuggi dei Simpson B2Intrattenimento radicale

I Simpson: Hit & Run presentava molti amati personaggi di Springfield

Evenson ha poi spiegato come, per il team di sviluppo, l’idea di creare più giochi “fosse un gioco da ragazzi; era come, ‘Certo che lo faremo’”, ha aggiunto Evenson. , e stiamo seguendo questa strada. E poi è stato come, “Huh, immagino che non lo siamo.”

Anche se questi commenti implicano che il seguito potrebbe essere per sempre inaspettato, c’è sempre la possibilità che possa ottenere il via libera in futuro.

L’articolo continua dopo l’annuncio

Per le ultime notizie e aggiornamenti sui giochi, assicurati di controllare la copertura completa di Dexerto qui.